Attualità Capitanata

Energas: “Su di noi fantasie, uffici aperti da gennaio 2016 a Manfredonia”

Promo Manfredi Ricevimenti
Casa di Cura San Michele
Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net

Tra le argomentazioni utilizzate da coloro impegnati a gettare discredito sull’impianto di Gpl che Energas ha progettato di realizzare nell’area industriale di Manfredonia, vi è quello riferito al mare e alla pesca. Un non meglio identificato Consorzio di associazioni ha infatti sostenuto che il sistema di scambio di temperature gas-mare porterebbe nientemeno alla “distruzione dell’habitat marino del golfo”. Niente di più fantasioso. Intanto è assurdo paragonare il Gpl del deposito con il citato Gnl di un rigassificatore. Un accostamento del tutto sbagliato volto solo a denigrare l’impianto Energas. La tecnica che sarà usata per Manfredonia, è già stata attentamente e scrupolosamente vagliata e verificata dalla preposta commissione tecnica del Ministero dell’Ambiente composta anche da esperti di varia professionalità dell’ARPA nazionale.

Il suddetto sedicente Consorzio se avesse dato uno sguardo ai deliberati di quel consesso avrebbe verificato che quanto sostenuto è del tutto campato in aria e dunque avrebbe evitato di abbandonarsi al becero catastrofismo col quale spaventa la popolazione e in questo caso i lavoratori del settore ittico.

Va ricordato che le navi gasiere ed i relativi impianti sono costruiti ed autorizzati sia per la navigazione che per le operazioni di carico/scarico, secondo protocolli internazionali che li abilitano ad operare in ogni porto del mondo senza difficoltà e tranquillamente.

Per maggiore serenità di tutti, a dimostrazione di quanto sopra, la Società si dichiara disponibile a fornire i dati reali di misurazioni effettuate presso il pontile di discarica nave a servizio del proprio deposito costiero di Napoli.

Se coloro che sostengono tesi del tutto infondate si fossero presi la doverosa normale briga di andare alle fonti e di informarsi correttamente, si sarebbero resi conto di cosa si tratta e quali sono le esperienze operanti da decenni.

Anche per quanto attiene al gasdotto che avrebbe un negativo impatto sulla fauna, i suddetti anti-Energas sono del tutto fuori dalla realtà. Il gasdotto che correrà sotto un metro e mezzo del fondo marino, non interferirà assolutamente con l’ambiente marino. Inoltre sarà dotato di tutti i più avanzati accorgimenti tecnici per garantirgli il più sicuro funzionamento. Al mondo vi sono centinaia di esempi funzionanti e non risulta che l’ambiente marino si sia trasformato in un desolato vuoto.

Al fine di fornire le più complete e trasparenti informazioni, i tecnici di Energas saranno ben disponibili ad un confronto con chi ha competenza specifica nella materia al di là del titolo accademico e del ruolo che riveste nella propria attività. In ogni caso per chiunque voglia verificare e rendersi conto di come stanno effettivamente le cose, nei nostri uffici di Manfredonia, a partire da gennaio 2016, saranno a disposizione dati reali e scientifici che dimostreranno come per l’impianto di Gpl di Santo Spriticchio si sta procedendo nel pieno rispetto di tutte le norme nazionali ed europee.

Comunicato stampa

Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Casa di Cura San Michele
Centro Commerciale Gargano
Promo Manfredi Ricevimenti

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *