Attualità Capitanata

Vieste, la riscossione tributi alla Andreani Spa. “Tutti devono pagare le tasse”

Il Comune di Vieste volta pagina e dichiara lotta all’evasione fiscale con le nuove tecniche di accertamento. Sottoscritto questa mattina il contratto con la società Andreani Tributi di Corridonia (Mc) che da oggi si occuperà di gestione, accertamento e riscossione delle entrate tributarie. Questa mattina la firma della convenzione tra Comune di Vieste e Andreani Tributi, alla presenza del sindaco Giuseppe Nobiletti e del rappresentante della Andreani, Michele Russo. “Per conto del Comune di Vieste – ha affermato Russo – avvieremo attività di accertamento e riscossione coattiva delle entrate tributarie. Opereremo in stretta sinergia con gli uffici comunali e stabiliremo insieme le priorità da adottare. Ci occuperemo di IMU, TASI e imposta di soggiorno, in massima sintonia con il contribuente, senza atteggiamenti vessatori. Cercheremo di mettere nelle condizioni migliori il contribuente che dovrà assolvere i propri obblighi. Sarà nostro intento – continua Russo – individuare quelle sacche di contribuenti oggi sconosciuti all’anagrafe del Comune. Tutti i cittadini di Vieste e gli immobili saranno oggetto di accertamento”. 

“Ci dotiamo di un nuovo strumento – aggiunge il sindaco Giuseppe Nobiletti – per la lotta all’evasione, e con le nuove tecniche di accertamento daremo la caccia agli evasori totali, a tutte quelle persone che ad oggi non risultano censite nella nostra anagrafe tributaria. A Vieste tutti devono pagare le tasse. Inoltre andremo ad arginare quella odiosa pratica dei doppi proprietari di case che fanno finta di risiedere a Vieste per evitare il pagamento dell’IMU sulla seconda casa. Un nuovo percorso che porterà maggiori risorse al Comune per dare ulteriori risposte ai nostri 

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano
Promo Manfredi Ricevimenti
Gelsomino Ceramiche

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati