fbpx
Poesie

Un giorno nuovo

Dall’Arno a Siponto,
lungo il binario tronco,
ho portato il mio sogno
dallo sforzo sono uscito dal mare,
stanco ma libero di cuore.
Ho giocato la mia grazia,
in faccia all’anima della pace,
camminando sul maligno dalla pece scura,
tra l’umana presenza dell’albero della cattiveria.
Ma la sete l’ho esaudita,
la notte è sparita, la terra incolta avara,
nasconde la stanchezza, 
dove rappresentò il mio tempo
non il tempo degli altri, 
perduto in un nuovo giorno.

Di Claudio Castriotta  

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati

Controlla anche
Close
Back to top button