“Sbalzi d’Amore” il nuovo romanzo di Francesca Brancati

Dopo il grande successo della prima opera “E se restassi?”, Francesca Brancati ritorna a Manfredonia con un nuovo romanzo da titolo “Sbalzi d’amore”, frutto di “studio dei personaggi, duro lavoro e piacevole immaginazione” come lei stessa descrive.
“Si tratta di un lavoro differente dal primo. Come già vi dissi, non voglio diventare l’autrice dei romanzi gay, ma voglio scrivere di vita e nella vita, siamo parte di un collage più ampio. Per questo, i protagonisti, questa volta Bruno e Zaira, inseriti in una catena di personaggi roteanti, fluttuano nelle varie sfaccettature dell’esistenza e della società. “Se vogliamo che le differenze di “trattamento” tra gli esseri umani scompaiano, dobbiamo “mimetizzarci” il più possibile. Per farlo, affidiamoci al potere universalizzante dell’amore.” Dice l’autrice.

Un libro dallo stile diretto, dialogico e introspettivo, lo si potrebbe classificare come romanzo psicologico, intimista. Un testo in cui si ritrova, ancora più accentuato il dualismo, sia nella forma che nei contenuti. Il racconto dei fatti si alterna a momenti di profonda introspezione e riflessione; la presenza di un romanzo nel romanzo, un’altalena emozionale come il titolo “Sbalzi d’amore” ci suggerisce.

Francesca Brancati presenterà questa sua seconda opera, nella cornice della Darsena- località Acqua di Cristo- sabato 14 settembre alle ore 21, accanto a lei, sua sorella Anna appena rientrata dal festival internazionale del cinema di Venezia, che leggerà alcuni passi dell’opera, Antonio Giardino che con le sue grandi doti comunicative riuscirà a moderare al meglio questa serata, che avrà come colonna sonora la sublime musica dei Quantum Leap.

“Vorrei che quella di sabato sia una bella serata per tutti. Apro il mio calendario di presentazioni proprio da Manfredonia. Vorrei rivedere tutti gli amici, ma mi piacerebbe condividere anche con coloro che non conosco. Vorrei regalare a questa città un po’ di quella bellezza che le appartiene.”
Conclude così l’autrice emozionata e speranzosa, come l’abbiamo già vista in occasione della sua prima presentazione in quel di Manfredonia in un poco lontano ottobre 2017.
“Forse questa città non può più dare nulla. Ma può imparare a prendere da coloro che sono ancora disposti a dare.”
Ringraziamo gli sponsor che hanno permesso la realizzazione di questa serata, credendo che sostenere un momento di cultura sia un modo differente di farsi pubblicità.
Grazie a Webbin srl, centro fitness Level Up, Qbar, Autoscuola Brigida, Ride be green, Cosentino Gioielli, B&b Acqua di sale e Wolf pubblicità.

Sinossi del libro : Bruno Aligheri, giornalista e aspirante scrittore, sceglie di intraprendere il viaggio più lungo e complicato della vita: trovare risposte all’intricato labirinto di domande che caratterizzano la sua esistenza. Istintivo, introspettivo, inguaribile romantico e logorroico, Bruno è claudicante e inetto nei rapporti: a tratti bohémien, vive i sentimenti senza filtrarli, in un turbine di passionalità, sigarette e buon vino, a tratti melanconicamente freudiano, si lascia destabilizzare dal troppo amore e dalla voglia di appartenere a qualcosa, a qualcuno. Un teatro di donne affascinanti, carismatiche, provocanti, caparbie e travolgenti si profila nel tempo e nello spazio.

Campania, Molise e Puglia si avvicendano tra passato presente e futuro. A rimettere ordine sulla scrivania dell’esistenza di Bruno sarà l’incontro con un uomo che illuminerà il suo percorso. Lo stile introspettivo e dialogico rende la narrazione avvolgente e restituisce al lettore l’impressione di essere il protagonista del romanzo. Il viaggio è un elemento essenziale ed è catartico, funzionale all’evoluzione del protagonista, che affronterà le vicende coinvolgendo il lettore in un crescendo di emozioni, colpi di scena e nuovi spunti di riflessione. Ingredienti che fanno da cornice: erotismo raffinato e sensualità.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*