fbpx
Politica

Rotice incontra una rappresentanza di cittadini della Riviera Sud e la categoria cacciatori

Ieri sera ho incontrato – assieme al consigliere regionale Giandiego Gatta e ad alcuni tecnici – una rappresentanza di cittadini della Riviera Sud e della categoria cacciatori, a seguito dell’approvazione del nuovo Piano regionale Faunistico-Venatorio, che impone nuovi ed ulteriori vincoli ad una vasta area della fascia dei villaggi residenziali e turistici della Riviera Sud di Manfredonia – da Sciale delle Rondinelle a Ippocampo.

Il Piano in questione è stato pubblicato, guarda caso, sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Puglia, lo scorso 4 agosto, e nessuno durante il suo iter ha avuto modo di proporre alcuna osservazione per far valere i diritti dei residenti. Siamo fortemente preoccupati che tali ulteriori e penalizzanti misure vincolistiche, avulse dalla volontà dei proprietari e di tutta la cittadinanza (tenuti all’oscuro del progetto), possano costituire un ulteriore pregiudizio per il rilancio e lo sviluppo di quell’importante area.

Lungi dall’affermare di essere contrari alla salvaguardia ambientale e naturale di zone di assoluto pregio del nostro territorio, come l’Oasi di Lago Salso, fermamente ci opponiamo e condanniamo la mancanza di discussione democratica da parte di una Regione, sempre più distante dai cittadini (se non per proporre feste e sagre) e la miope o assente gestione, da parte delle precedenti amministrazioni, troppo spesso assenti nei momenti critici e nelle stanze in cui si decideva cosa fare del nostro territorio.

Riteniamo possibile, attraverso un coinvolgimento di tutti i proprietari, una ragionevole modifica tecnica di tali vincoli: può esserci futuro se c’è equilibrio tra le necessità di sviluppo e tutela del territorio con le esigenze ed il benessere di tutta la comunità.

Gianni Rotice

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button