Spettacolo Italia

Rocco Siffredi: “Mi scuso con chi si fosse sentito offeso, ci mancherebbe: adoro la Puglia, amo il territorio, le pietanze locali, ma soprattutto adoro i pugliesi”

Il noto attore, regista e produttore del cinema internazionale per adulti, Rocco Siffredi, risponde sul magazine MOW (mowmag.com) all’indignazione del sindaco di Ceglie Messapica (Br), che ha accusato Siffredi di ridicolizzare la città pugliese, per un’ironica battuta in occasione dell’ultimo lungometraggio del regista per adulti, le cui riprese sono avvenute il Primo Maggio in un noto locale della zona. All’interno del reportage esclusivo del magazine lifestyle di AM Network, pubblicato oggi in occasione del 58esimo compleanno del pornodivo originario di Ortona (Ch), Siffredi dichiara circa l’incidente diplomatico in Puglia: “Mi scuso con chi si fosse sentito offeso, ci mancherebbe: adoro la Puglia, amo il territorio, le pietanze locali, ma soprattutto adoro i pugliesi. Lungi da me l’idea di andare in Puglia per voler offendere qualcuno, ma che: scherziamo? – racconta Rocco Siffredi in esclusiva sulle pagine digitali di mowmag –  Il mio messaggio è stato un po’ naif, ma l’incomprensione è soprattutto nata perché non conoscevo la corretta pronuncia: mi hanno detto dopo, dove cade esattamente l’accento. Per cui mi scuso con i cittadini di Ceglie Messapica: se lo sapevo prima, non facevo nemmeno la rima!”. Il nuovo lungometraggio del regista internazionale per adulti, annovera nel cast 5 attrici e oltre 40 ragazzi partecipanti, come descrive il reportage di MOW, unico media ammesso sul set cinematografico. E, a fine riprese, è arrivata a salutare Rocco Siffredi anche la più famosa Star per adulti orginaria della zona: Milena Mastromarino, in arte Malena.

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano
Promo Manfredi Ricevimenti

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati