fbpx
Attualità

Pop: “Riparte il Mercato Ittico di Manfredonia”

Dopo anni di stallo, grazie alla procedura aperta dall’ADSPMAM (Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale), il Mercato Ittico rinasce. E rinasce sotto l’egida della gestione privata, l’unica in grado di contemperare al meglio domanda ed offerta di mercato. Alla società aggiudicataria – la cooperativa Produttori Ittici Manfredonia – spetterà il compito gravoso e suggestivo di rilanciare una struttura che, dopo i fasti romantici di Largo Diomede, era stata spostata in una sede più moderna ed adeguata, a ridosso del porto, per essere al passo con i tempi, sulla via del consolidamento della posizione della marineria di Manfredonia.

Nel tempo, quella posizione ha perso via via forza, braccia e pescherecci, incancrenendosi negli ultimi anni in una lunga querelle sulla quale, per pudore, è opportuno per ora glissare.
Adesso, finalmente, torna a vedersi la luce in fondo al tunnel; e l’idea – e noi di POP Officine Popolari ne siamo lieti e speranzosi- che la cooperativa che ne assumerà la guida sia composta in gran parte proprio da pescatori, aumenta la suggestione dell’impresa. A loro spetterà il compito di rendere attrattivo il luogo per conferirvi il pescato e rilanciare il comparto, attraverso l’innovazione e il ricorso a strumenti di vendita che, oltre ad essere moderni, assicurino anche la tracciabilità e, con essa, la qualità del prodotto. Dando nuovo slancio all’intero settore, aprendo la notte al sogno di un’alba sempre più affollata di barche. Diciamocela tutta: un porto e una baia piena d pescherecci è lo sfondo ideale della nostra cartolina di città.

E immaginare, infine e finalmente, uno spazio, quello del “nuovo” Mercato Ittico, in cui, affiancando all’asta tradizionale anche la commercializzazione, la promozione e la valorizzazione del pescato – con tutto il corredo di vendita al dettaglio e, perché no, di eventi e manifestazioni aperte al pubblico – torni a fare della pesca il fiore all’occhiello dell’economia cittadina e la sua bandiera, restituendo alla città una parte importante d’identità a forte rischio di estinzione.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button