Attualità CapitanataEventi Italia

Parliamo Manfredoniano: “Quìnece ajóste, màneche e bóste”

Calici di Puglia
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano
Casa di Cura San Michele
Promo Manfredi Ricevimenti

Quìnece ajóste, màneche e bóste

Ferragosto, (è tempo di usare) le maniche (lunghe) e il corpetto.

Il Ferragosto era chiamato con il nome dlla data, ossia quìnece ajóste = quindici agosto.

Il termine Ferragosto, seppur molto antico di feriae Augusti, non è entrato nel nostro dialetto se non in epoca recente con un improbabile Ferrajóste o un improponibile simil-italiano Ferragòste.

Add’jì ca jéte ‘u quìnece ajóste? = Dove andate a Ferragosto?

Auànne ‘u quìnece ajóste jéme a Sammarchicchje = Quest’anno a Ferragosto andiamo al Borgo Celano (frz. di S.Marco in Lamis)

Torniamo al nostro antico Detto manfredoniano. esso vuol sottolineare che da metà agosto ormai non si verificherà più il gran caldo sofferto col solleone, e che pertanto bisogna modificare l’abbigliamento estivo. Meglio usare indumenti a maniche lunghe e giacchine.

A Potenza, trattandosi di località montana, c’è un Detto ancora più perentorio: “Ferraùste è capo de viérno” = Ferragosto, inizio dell’inverno. Regolatevi!

tratto da Parliamo Manfredoniano

Gelsomino Ceramiche
Calici di Puglia
Promo Manfredi Ricevimenti
Casa di Cura San Michele
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati