Attualità ManfredoniaManfredonia

Paolo Riccardi, il Pasquino sipontino

Paolo Riccardi
Il Pasquino sipontino


Lo potremmo definire una sorta di Pasquino di noialtri, non foss’altro perché una trentina di anni fa s’inventò a Carnevale il Premio Burla, all’interno della sua libreria-edicola, che gestiva insieme a suo cognato Lello.


Stiamo parlando di Paolo Riccardi, al secolo “Paolo del Papiro”, ex impiegato di hotel, insegnante e dottore in pedagogia. Primo componente del consiglio di amministrazione dell’Istituzione, socio con il Maestro Matteo Trotta (Presidente) della Cooperativa Cactus, primo esempio organizzato a Manfredonia di costruttori di carri e di gruppi, nonché progenitori del carnevale moderno sipontino.


Questa parola “primo” è una ricorrenza nel dimenarsi della sua silloge.


Quando lo conobbi ero un ventenne che ogni mattina si accingeva a trasmettere dal telefono dell’edicola, la rassegna stampa radiofonica.
Sarà stato un caso, forse una ispirazione, ma da quel giorno Paolo ha iniziato a raccogliere tutti gli articoli di giornali che riguardano la città di Manfredonia. L’anno dovrebbe essere il 1985 massimo 1986, e pertanto sono quasi trent’anni che raccoglie in una emeroteca fornitissima le notizie sul territorio.


Un vero patrimonio da valorizzare il suo, e tra le tante cose si è pure inventato d’estate il prestito di libri a chi al mare volesse fare una buona lettura.
Poi, questo inverno, presso i locali dell’Istituto Comprensivo Perotto-Orsini ha messo su una mostra sul carnevale sipontino infarcita di vecchie foto di carri e gruppi, perché: “non è giusto che questa antica tradizione venga perduta e si ritorni nell’oblio – ha dichiarato”.


I suoi manifesti cartacei rappresentano uno spaccato della propria città, alla quale è legato da un rapporto di amore viscerale. Del resto l’ultima sua “pasquinata”, è il grido di allarme verso il paventato pericolo di una proroga della gestione commissariale della città.


La sua passione sono anche le caricature (molto veritiere ed ironiche) e i colori rossoneri, e fu il “primo” a fondare il Milan Club in Roma a Manfredi.
Tanta acqua sotto i ponti, e quando scorrono le immagini e i ricordi, penso alla mia gioventù piena di speranze e di sogni, imbrattata purtroppo da pusillanimi masnadieri della “cosa” pubblica.
Paolo tiene viva, con il suo contributo, la vis popolare sipontina… Un sentimento, una rigogliosa speranza mai doma.


Vanni Romano

Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano
Promo Manfredi Ricevimenti

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati