Storia

“Non è più la mia città, così con mezzo cuore”

Manfredonia – FU l’ultimo patrimonio la “Piccola Stazioncina in cittá – unica in Italia … insieme Lucera. Il suo arrivo dopo ina piccola curva che dava proprio al binario tronco morto in faccia ad un palazzo a pochi metri dalla strada che una abitazione a un piano  fattiscente. Io piccolo bimbo curioso e sempre in stazione – a guardare i treni arrivare e partire – da mattina e sera specie in estate, tra quel calore delle rotaie infuocate. Ricordo il mio gioco più prezioso ; era quello di quando compravo due chiodi nuovi colore argentati , li strendevo sui binari ,così quando arrivava il trenino li faceva a forma di coltellini.  Ed io contento … con i miei 5 anni ero incoscente , quando poi in pochi mesi vidi costruire quella palazzina – in Quella “Piazza Marconi” – costruirla molto in alto da farci un sesto piano.

Quando finì la sua costruzione dopo qualche anno; andarono ad abitare quasi tutti maestri e persone benestanti… io in quel palazzo,  io ricordo il maestro Balsamo : pezzo d’uomo pelato e autoritario.La straordinaria Stazione: era miracolosa e storica, e non andava sradicata … perchè era un simbolo della cittadina manfredoniana … che quando il trenino  entrava di sera ,in paese con le sue luci accese , e il suo trum, trum, trum, era uno spasso – e ti indicava l’ora…la mia città – non l’ho mai capita – perchè ha voluto intercorrere per forza la via dell’involuzione delle cose…come le persone…non è più la mia città ,così  con mezzo cuore. 

di Claudio Castriotta 

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano
Promo Manfredi Ricevimenti
Gelsomino Ceramiche

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati