fbpx
Lavoro

Nata la Opam (Operatori Portuali dell’Adriatico)

È stata costituita a Bari la O.P.A.M. – OPERATORI PORTUALI DELL’ADRIATICO
MERIDIONALE, una Associazione nata sull’onda dell’entusiasmo e dell’iniziativa dei
principali Operatori portuali baresi, con l’ambizione di rappresentare gli interessi e le
aspettative di una intera comunità di operatori attivi nei porti maggiori e minori che si
affacciano al Mare Adriatico pugliese.


A pochi giorni dalla sua costituzione, l’Associazione O.P.A.M. ha gia’ registrato una forte ed
sentita partecipazione di decine di operatori, molti dei quali figure storiche della portualità,
che la collocano in una posizione di assoluto rilievo nella rappresentanza degli interessi
delle comunità dei porti rappresentati: ad oggi infatti sono 60 le imprese associate che
rappresentano 730 dipendenti.


E’ , infatti, intenzione della OPAM creare un’identità unica – al di là delle tradizionali
categorie – che possa rappresentare e salvaguardare le attività e le competenze
imprenditoriali presenti nel porto di Bari e nei porti minori dell’area dell’Adriatico
meridionale quali Barletta, Manfredonia , Monopoli e nel contempo promuovere lo
sviluppo della portualità del territorio anche mediante efficienti formule sinergiche
all’interno dei propri associati.

Ad oggi l’Associazione O.P.A.M. annovera tra i soci esponenti di tutte le Categorie
imprenditoriali a vario titolo interessate ad un coerente e armonico sviluppo dei porti e dei
traffici marittimi, tra cui, ma non solo, citiamo – solo a titolo esemplificativo –
Raccomandatari Marittimi, Doganalisti, Spedizionieri, Imprese Portuali, Cantieri Navali,
Operatori Turistici, Società di Autotrasporto nazionali ed estere, Imprese di Autonoleggio
etc., che intendono tutti fornire il proprio apporto operativo , propositivo e costruttivo in
un momento di sviluppo storico della portualità pugliese.


Cordialmente,
Luigi Morfini
Il Presidente

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button