Attualità

Na frutture du sabute d’agost

Manfredonia – Io stamattina sono commosso, davanti una friggitrice pieni di vari piccoli pesci e di jiustunell – d’altronde quando ero piccino…questa era una grande tradizione…si festeggiava adesso non si può è vero? Con un forte senso di vita con l’estate sipontina. Agosto è sempre stato – il cuore del caldo – il profumo dei vari odori…il basilico , l’origano , il timo pianta esclusivamente manfredoniana – che si trovava a mizze i “fiche d’ india”. L’odore dei nostri antenati che mantenevano viva… questa tradizione .Facendo un balzo indietro nel tempo – ho ancora la visione dei pescatori; venire dal “Largo Diomede”; con questi piccoli pesciolini…portavano i pantaloni aggrovigliati…e la maglia di lana bianca corte – si usava così all’ epoca , anche perché quella era la possibilità. La città ora puzza … mente prima gli odori … erano talmente persistenti, che ti inebriavano la mente – alla sana respirazione dell’anima fatta di un’enorme umanità.


Di Claudio Castriotta

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button