Movimento 5 stelle: il nostro impegno in consiglio comunale

Il Movimento 5 Stelle di Manfredonia incassa con soddisfazione il “dietrofront” della maggioranza, ottenuto  in aula in merito all’approvazione della tariffa Tari per il 2016, per la quale, come rilevato in un precedente comunicato, l’amministrazione aveva previsto un inspiegabile aumento dell’aliquota (come da tabelle allegate all’ordine del giorno della seduta) a fronte di un Piano Economico Finanziario 2016 elaborato dall’Ase, perfettamente identico a quello del 2015. Infatti, l’Assessore con delega al “Bilancio e Patrimonio”, Pasquale Rinaldi, resosi conto dell’assurdità della proposta elaborata, ha fatto consegnare un documento a tutti i consiglieri – facendolo passare come emendamento –  col quale veniva totalmente sostituito l’ordine del giorno. Le tariffe riviste al ribasso grazie al nostro intervento, in ogni caso, non dissipano le nostre perplessità, in quanto non riteniamo che il P.E.F. sia corrispondente alla realtà. Convincimento rafforzato dagli interventi dell’ Amministratore Unico dell’ Ase, dott. De Feudis, e del Direttore, ing. Velluzzi, che hanno dichiarato un previsto introito dall’aumento del conferimento della differenziata (plastica, carta, vetro ecc.) e dalla diminuzione di quello della indifferenziata in discarica, senza nuovi investimenti. Rimane, quindi, la domanda: “Se diminuiscono le spese ed aumentano gli introiti, per quale motivo si ha bisogno della stessa copertura economica?”. Per questo riteniamo che le tariffe tari avrebbero dovuto subire un ribasso maggiore rispetto a quello approvato.

Nell’ ultima seduta del Consiglio Comunale abbiamo amaramente constatato come i buoni proponimenti della vigilia, in tema di collaborazione per il bene comune, vengano disattesi alla prima occasione. Durante l’approvazione delle aliquote IMU, per quella relativa alle agevolazioni previste per gli immobili di cat. C1, C3 e D1 (commerciali e/o artigianali), abbiamo proposto un emendamento di buon senso finalizzato all’estensione del risparmio di un punto percentuale (che, per come tale aliquota è stata approvata, prevede il beneficio solo per immobili di proprietà di soggetti che ivi esercitano le proprie attività artigianali e/o commerciali)  anche a quegli immobili i cui proprietari ne concedano l’uso gratuito a parenti in linea retta di primo grado, e al coniuge, cointestatario della proprietà, che non eserciti alcuna attività all’interno dello stesso immobile. Emendamento puntualmente respinto. L’assise consiliare, compreso Forza Italia che ha preferito astenersi,  ha perso l’occasione per dimostrarsi sovrana ed indipendente rispetto alla Giunta e vicina ai problemi dei cittadini, dei quali è la vera espressione. Poco ci confortano le attestazioni “post-consiliari” all’insegna dell’ “avrei voluto, ma non ho potuto”, che non depongono a favore di una obiettiva e libera valutazione delle proposte. Avremmo preferito un franco contraddittorio in aula, ma, forse al momento, è chiedere troppo. Ci lascia basiti, in ultimo, il silenzio dell’Assessore alle “Risorse del Territorio e Sviluppo Economico”, Carlo Cinque, dal quale ci saremmo aspettati una qualche sensibilità sul tema.

Abbiamo anche, e convintamente, votato NO alla proposta di introduzione di una “Tassa di Soggiorno”, in quanto non è nostra intenzione firmare un assegno in bianco non conoscendo, in alcun modo, la “Misura dell’imposta” (quanto vogliamo far pagare ai turisti?) e neanche una chiara “Destinazione degli introiti” (che, come da disposizioni governative, “dovranno essere reinvestiti in interventi in materia di turismo. Sostegno alle strutture ricettive, interventi di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali locali, nonché dei relativi servizi pubblici locali” e NON – come citato in premessa del punto all’ordine del giorno – per “il mantenimento dei livelli di manutenzione della città e dei servizi sinora garantiti”, allo stato decisamente scadenti). Infine, riteniamo questa impostainopportuna e dannosa, in mancanza di un seria pianificazione turistica, sulla quale, a breve, ci riserviamo di esprimere compiutamente la nostra idea.

Ai cittadini di Manfredonia, rinnovando il nostro impegno per la città, auguriamo un felice Natale.

Movimento 5 Stelle Manfredonia.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*