Manfredonia, torna la sfida al forte Nardò

Il Toro è tornato a ruggire con Foglia Manzillo, ma poi è arrivato lo stop casalingo contro il Gelbison.

Il nuovo allenatore del Nardò sembrava aver ridato la giusta carica all’ambiente granata e il prossimo avversario del Donia è davvero un grosso ostacolo da superare, soprattutto dopo l’inatteso ko di domenica scorsa.

Il portiere è l’ex Lecce Petrachi, 30 anni ed esperienza da vendere.

I terzini sono due under provenienti dal Lecce, De Pascalis (’98) e Morello (’97). Benvenga, centrocampista o esterno basso inventato centrale da Foglia Manzillo, e l’esperto Camisa (ex Lecce e Vicenza) completano il pacchetto arretrato.

Cuore del centrocampo di colore con Drissa Diarra (classe ’85 con presenze anche in Europa League) e Jean Mbida (vivaio Inter, proveniente dal Taranto). Al loro fianco l’under ’96 Versienti.

In attacco un altro prodotto del vivaio dell’Inter, il ghanese Kyeremateng, è supportato da Palmisano (uno dei reduci della risalita dall’Eccellenza alla D) e Yuri Meleleo, un classe ’97 giramondo passato anche da Stoccarda e dal Milan.

In panchina c’è gente come Carrozza, Corvino e Rosato.

Questo Nardò punta decisamente al vertice.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*