Eventi Italia

Made in Puglia, aperti i termini per il bando per il sostegno alle manifestazioni di promozione territoriale e di prodotti pugliesi

La Regione Puglia stanzia 200.000,00 euro annui per le amministrazioni locali e 200.000,00 per le istituzioni sociali private per il 2023 per sostenere con un contributo le iniziative di marketing territoriale, attrazione degli investimenti, promozione delle produzioni e dei prodotti Made in Puglia che si svolgano sul territorio regionale.

È stato pubblicato nella sezione “Fiere” della pagina “Fiere e mercati” di Sistema Puglia, al link “Contributo per manifestazioni di promozione territoriale e di prodotti Made in Puglia” l’avviso per sostenere le iniziative per l’anno in corso, finalizzate alla valorizzazione del territorio pugliese e ad accrescere la competitività dell’economia regionale nei vari settori merceologici di rilevante interesse.

“Dare impulso alle attività e produzioni tipiche regionali, all’artigianato tradizionale e dei prodotti del comparto agricolo pugliese è l’obiettivo di questo bando – dichiara l’assessore allo Sviluppo economico, Alessandro Delli Noci – grazie al quale abbiamo finanziato 52 iniziative nel 2022, alcune delle quali si sono svolte in digitale. Si tratta di un’opportunità offerta sia agli enti locali sia ai soggetti organizzatori privati che intendano realizzare fiere, sagre locali, e più in generale iniziative che promuovono il territorio e i prodotti pugliesi. Un supporto concreto a quanti vogliano realizzare iniziative per raccontare il Made in Puglia, la nostra storia e le nostre tradizioni, ai numerosi visitatori che ogni anno scelgono la Puglia come meta turistica”.

Anche per quest’anno sono ammessi eventi programmati in modalità “virtuale/digitale” (webinar, showcooking online, piattaforme di consultazione dei servizi e altro).

Il bando scade il 30 gennaio 2023.

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button