fbpx
Sport

Ivan Romito, chi è capitano, resta capitano

Più di 300 gare con il Manfredonia e 6 goal. Capitano.

È Ivan Romito, nasce nel campetto del suo quartiere (San Carlo) ,muove i primi passi da calciatore in squadre minori della città.

A 17 anni però, quando giocava nel Mattinata, tra i sorrisi dei compagni di classe disse :” io giocherò nel Manfredonia e ne diventerò il capitano”.

Sarà così.

A 19 anni Pantaleo DeGennaro lo fece esordire in serie D con la maglia del Donia nel campionato 1999/2000, fidandosi ciecamente di lui. Da allora Ivan cominciò la sua vita in biancoceleste lì sulla bianca fascia laterale destra.

Ha giocato con i delfini in tutte le categorie dall’eccellenza alla C1.

Un calciatore e capitano silenzioso, uno che ha creato la sua leadership con gli esempi. La storia d’amore tra Romito e il Donia non si è conclusa come avrebbe dovuto. Retrocessione e fallimento.

La tifoseria stordita e umiliata non ha avuto modo e forza per dargli il giusto tributo.

Ma non è mai troppo tardi ne siamo certi perché ogni tifoso gli è affezionato.

Grazie di tutto Ivan.

Pagina Facebook “Il Centravanti” che vi consigliamo di seguire

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button