Eventi CapitanataEventi PugliaVieste

Il Libro Possibile: gli ospiti di Polignano a Mare e Vieste

Promo Manfredi Ricevimenti
Casa di Cura San Michele
Calici di Puglia
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche

Il Libro Possibile: gli ospiti di Polignano a Mare e Vieste

‘Summit’ di autori ed eccellenze del nostro tempo riuniti in Puglia al Libro Possibile 2024. Circa 300, tra i più illustri esponenti nazionali e internazionali dei diversi campi del sapere, firmano le pagine della prossima e attesa XXIII edizione del Libro Possibile 2024, in programma il 10, 11, 12, 13 luglio 2024 a Polignano a Mare (Ba) e il 23, 24, 25, 26 e 27 luglio 2024 a Vieste (Fg).

Dopo l’ottimo esordio dello scorso anno, torna il Libro Possibile Special, la serata in lingua inglese dedicata soprattutto agli ospiti stranieri. La data del 23 luglio a Vieste quest’anno vede tra i protagonisti, una personalità di rilievo come Taghi Rahmani, il ‘giornalista e attivista più arrestato dell’Iran’, nonché marito della Premio Nobel per la Pace 2023, Narges Mohammadi. La ‘leonessa dellIran, come la chiamano le donne della sua terra, attualmente si trova nella prigione di Teheran, con una condanna a oltre 12 anni di reclusione inflitta dal regime degli Ayatollah, con l’accusa di ‘propaganda contro la Repubblica islamica dell’Iran’. Il 16 aprile in Italia è stata pubblicata la versione tradotta del libro di Narges Mohammadi, ‘Più ci rinchiudono, più diventiamo forti’ (Mondadori). Sul palco con Taghi Rahmani, anche la giornalista iraniana e docente di storia Farian Sabahi, autrice di saggi di storia sull’Iran, sullo Yemen, dei reportage ’Unestate a Teheran’ e ’Islam: lidentità inquieta dellEuropa’, del reading teatrale ‘Noi donne di Teheran’, nonché di ‘Esilio(Jouvence, 2014), libro-intervista al premio Nobel per la Pace Shirin Ebadi.

In linea con l’obiettivo di stimolare un dibattito sempre più ampio e costruttivo, che coinvolga autori di fama internazionale e che includa i tanti turisti che affollano la Puglia in estate, #iLP24 ha scelto per questa edizione un tema in inglese. Ciascun ospite interverrà rispondendo alla domanda che fa da filo conduttore agli incontri nelle piazze: #Where is the love?‘. Un tema quanto mai attuale che s’ispira al celebre successo mondiale dei Black Eyed Peas, la band americana che nel 2003 denunciava violenze, razzismo e disegua-glianze; si chiedeva dove fosse l’amore in una società dominata da guerre e denaro.

Oggi come vent’anni fa, ‘People killin/people dyinLa gente uccide/la gente muore’. ‘Davanti alle atrocità delle guerre in Ucraina e in Medio Oriente, commenta Rosella Santoro, direttrice artistica del Libro Possibile alle violazioni dei diritti e delle libertà fondamentali nelle moderne autocrazie, plutocrazie e teocrazie, ai femminicidi, al patriarcato, alle elezioni nel mondo tra propagande di ultima generazione e fake news generate da Intelligenza Artificiale, viene da chiedersi con i Black Eyed Peas: Mama, mama, mama, tell us what the hell is goinon? / Mamma dicci cosa diavolo sta succedendo? La narrazione del mondo che stiamo vivendo sarà dunque al centro degli incontri in programma al #iLP24 per approfondire i fatti attraverso le lenti del sapere e della letteratura. Per trovare nelle voci autorevoli degli ospiti del festival il significato profondo dellumano.

Sono attesi dunque pluripremiati scrittori, giornalisti, scienziati, magistrati, imprenditori, esponenti delle istituzioni, artisti del nostro tempo, in un susseguirsi di presentazioni letterarie, lectio magistralis, dibattiti, tavole rotonde, interviste e performance che fanno del Libro Possibile il più grande evento culturale di piazza dellestate italiana.

Il Libro Possibile 2024 è sostenuto anche quest’anno dal Partner Pirelli, il cui Vice Presidente Esecutivo, Marco Tronchetti Provera, dichiara: ‘Il Libro Possibile è diventato un rilevante appuntamento del panorama culturale italiano, con una partecipazione di importanti personalità a livello internazionale. Siamo fieri di aver contribuito a farlo crescere, grazie a un sostegno avviato già sette anni fa. Da sempre la nostra azienda affianca alla dimensione industriale quella sociale e culturale nei territori in cui opera, come oggi avviene in Puglia dove il Pirelli Digital Solutions Center di Bari vede tanti giovani impegnati nei nostri progetti digitali più avanzati‘.

Da quest’anno anche la Basilicata contribuisce alla stesura del Libro Possibile con l’iniziativa ‘Basilicata Regione Amica’. Un progetto che unisce due regioni $sorelle’, che da sempre hanno condiviso la fatica e, al contempo, la bellezza di essere parte di quel Mezzogiorno fiero della propria storia’, come scrive Michele Buquicchio nel libro ‘Ponti Ideali’ (Adda) che sarà presentato nei giorni del festival, alla presenza del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, del presidente della Regione Basilicata Vito Bardi. Nell’ambito di Basilicata Regione Amica sono attese due autrici di origini lucane con i loro libri: Claudia Durastanti, finalista al Premio Strega 2019, scrittrice e traduttrice italo-americana, lucana da parte di madre, presenta il suo ultimo romanzo ‘Missitalia‘ (ed. La Nave di Teseo). Protagoniste tre donne che attraversano la storia di una Lucania ancestrale. Dal passato si affacciano sul futuro, mostrando le possibilità taciute o solo immaginate.

Invece, la scoperta della bellezza dei piccoli borghi nascosti della Basilicata fa da fil rouge di ‘Appetricchio’, (Fazi), il libro di Fabienne Agliardi, autrice dallo stile brillante e ironico. In questo luogo delle radici, le voci si fanno memoria e restano immortali.

Federico Quaranta, popolare conduttore tv e radio Rai, curerà l’incontro ‘Amore lucano’, una narrazione inedita di una terra che è il luogo d’elezione di alcune delle fiabe più famose, scritte nel solco della tradizione di genere iniziata dall’autore seicentesco Giambattista Basile.

Nell’ottica di valorizzare le realtà virtuose del territorio pugliese, #iLP24 quest’anno dedica una pagina speciale al servizio pubblico sanitario pugliese che si è distinto al Policlinico Riuniti’ di Foggia, con l’istituzione di un percorso diagnostico-terapeutico per la disforia di genere. Si tratta di un servizio all’avanguardia a livello nazionale, che segna un importante traguardo di civiltà e inclusività. Se ne parla con Vladimir Luxuria, attivista, scrittrice e conduttrice TV di origine foggiana, nota per il suo impegno nei diritti della comunità LGBTQIA+ e per essere stata la prima persona transgender eletta al Parlamento italiano fa da Antonello Bellomo, Direttore dellunità operativa di Psichiatria dellUniversità di Foggia; Carlo Bettocchi, Direttore responsabile della struttura di Andrologia e Chirurgia ricostruttiva dei genitali esterni, e Giuseppe Pasqualone, Direttore generale del Policlinico di Foggia. Il percorso non si limita solo all’intervento chirurgico, ma include anche il supporto e il trattamento per coloro che scelgono di non sottoporsi alla riassegnazione di sesso.

DOPPIA ANTEPRIMA E LECTIO MAGISTRALIS

Tra le novità di quest’anno, a giugno #iLP24 ha proposto una doppia anteprima con due lectio magistralis affidate a intellettuali di riferimento della filosofia e della psicanalisi in Italia. Apprezzati e gremitissimi gli incontri con Massimo Cacciari e Massimo Recalcati che hanno proposto una riflessione profonda e collettiva sul pensiero umano alla luce della crisi sociale in atto.

Doppia lectio di Umberto Galimberti, il 12 luglio a Polignano a Mare e il 26 luglio a Vieste. Si comincia con ‘Leducazione emotiva nellera della tecnica‘. Il filosofo sostiene che l’amore e l’affetto possono essere coltivati attraverso l’educazione sentimentale, ma la scuola, focalizzata sull’oggettività, limita lo spazio per la soggettività. I ragazzi, privi di guida, cercano gratificazioni superficiali nella rete, rischiando di perdere la capacità di distinguere il bene dal male. Invertire questa tendenza richiede un cambio di approccio educativo, promuovendo l’empatia, la consapevolezza emotiva e la riflessione sui valori dell’amore e dell’affetto. A Vieste Umberto Galimberti propone ‘Le cose dellAmore: Eros e follia‘, dove il professore dell’Università Ca’ Foscari esplora il significato del ‘ti amo’, e affronta i temi del desiderio, idealizzazione, dipendenza e follia legati all’amore. La lectio di Galimberti promette di offrire una riflessione profonda e provocatoria sull’amore e i suoi paradossi.

IL LIBRO POSSIBILE 2024: LAPERTURA

Un ‘battesimo’ simbolicamente potente quello che coincide con il 10 luglio, serata di apertura del Libro Possibile 2024. Il presidente dei vescovi italiani, il cardinale Matteo Zuppi e il monsignore Filippo Santoro dialogano sul palco #iLP24, in chiave teologica sul tema ‘Where is the love?’. Nel 2023, il Papa ha affidato a Matteo Maria Zuppi l’incarico di condurre una missione per la Pace in Ucraina. Nel libro ‘Dio non ci lascia soli‘ (PIEMME), Zuppi affronta la ‘pandemia dell’infelicità’ del nostro tempo. Sono pagine piene di speranza si rivolgono a tutti, credenti e non, e offrono un messaggio di speranza per affrontare le sfide del presente. Il monsignor Santoro, nel corso del suo magistero, è stato profetico e ha ricoperto molti ruoli cruciali: dal 2011 al 2023 ha guidato l’arcidiocesi di Taranto, dove si è impegnato sul fronte dell’ILVA., nel 2021 il Papa lo ha nominato suo Delegato Speciale in CL. In ‘Discepoli di Cristo nel cambiamento depoca‘ (Scorpione) racconta la sua esperienza come vescovo in Italia, in particolare a Taranto, dopo la lunga missione in America Latina.

ISTITUZIONI

Che fine hanno fatto i principi inviolabili di dignità umana, uguaglianza e solidarietà che sono terreno comune della politica così come dell’amore? Anche alcune delle più alte figure istituzionali attualmente in carica nel nostro Paese rispondono al tema di questa edizione: ‘ Where is the love?’.

Sono attesi a iLP24: l’attuale ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara che a febbraio di quest’anno ha pubblicato ‘La scuola dei talenti’ (ed. Piemme). Nel testo il  ministro riflette sul ruolo della scuola nella società di oggi e su quelli che dovrebbero essere gli obiettivi fondamentali di un’istituzione che guarda al futuro consapevole delle nostre radici storiche e culturali; il viceministro della Giustizia Francesco Paolo Sisto, sul palco con il presidente dell’Associazione nazionale magistrati (Anm), Giuseppe Santalucia nell’incontro dal titolo ‘Politica e Magistratura: e il cittadino?. Articoleranno i loro interventi puntando alla tutela dei diritti e delle garanzie del cittadino nel complesso quadro dell’ordinamento e delle procedure giudiziarie.

È la prima presentazione pubblica di piazza in Puglia per l’ex premier, già segretario del Pd Enrico Letta, con il suo ultimissimo libro ‘Molto più di un mercato. Viaggio nella nuova Europa’ (ed. Il Mulino), in uscita proprio a ridosso del #iLP24. Enrico Letta ha documentato otto mesi di viaggio attraverso l’Unione Europea. Incaricato dalla Commissione europea di preparare il piano di rilancio dell’integrazione economica, ha scritto un diario di viaggio che traccia il futuro del mercato unico europeo e racconta l’evoluzione delle idee fondamentali dell’integrazione.

ECONOMIA e IMPRENDITORIA

Nell’incontro ‘LItalia in viaggio: dove sta andando il nostro Paese in un mondo che si trasforma?‘, Marco Tronchetti Provera, Vice Presidente Esecutivo di Pirelli, e Massimo Giannini, giornalista, opinionista ed editorialista di Repubblica, dialogano sulle sfide, le opportunità e i rischi che ci attendono.

Roberto Cingolani, amministratore delegato di Leonardo S.p.A., già ministro della Transizione Ecologica, interviene al Libro Possibile per parlare di Economia e Futuro. Nell’attuale scenario geopolitico di tensioni e conflitti, bisogna investire in sicurezza energetica, cibernetica e delle infrastrutture. Bisogna essere tecnologicamente dotati e avere infrastrutture mol-

to resilienti. I progressi possono garantire un futuro equo e accessibDoppio appuntamento con Carlo Cottarelli. L’attuale direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici dellUniversità Cattolica di Milano, a Polignano a Mare conduce il pubblico del Libro Possibile fin ‘Dentro il Palazzo‘, (Mondadori). Con il suo ultimo libro offre una sincera fotografia delle istituzioni italiane e immagina lo sviluppo futuro della politica ed dell’economia. Ex senatore e incaricato di formare un governo durante una crisi istituzionale senza precedenti, Cottarelli è convinto che il tanto auspicato cambiamento della società odierna può avvenire solo ad opera delle giovani generazioni. Per questa ragione, ha ideato e organizzato il Programma Peses, Programma di Educazione per le Scienze Economiche e Sociali, promosso dall’Università Cattolica del Sacro Cuore. Nel secondo incontro Carlo Cottarelli si confronta sui temi della ‘Formazione per il futuro dei giovani’ con Elsa Fornero, ex Ministra del Lavoro e delle politiche sociali nel Governo Monti, che ha sempre saputo mettere l’umanità al centro del suo impegno e del dibattito economico italiano.

Oscar Farinetti, figlio del partigiano e politico Paolo Farinetti, è noto per aver fondato Eataly e per il suo impegno nel promuovere un approccio sostenibile all’imprenditoria. Lo spiega in ‘10 mosse per affrontare il futuro‘, l’ultima sua pubblicazione per Solferino. Le dieci mosse suggerite da Farinetti sono passi di una costruzione che non si improvvisa e che non si compie da soli: occorre un’intelligenza collettiva che può nascere solo da una profonda cultura condivisa. Così, con le note dell’esperienza e della passione, del talento e dell’ironia, l’autore costruisce una potente variazione sul tema delle «ricette per il successo».

L’intervento del Senatore a vita, già Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro dell’Economia, Mario Monti offre un contributo di esperienza e visione in una fase critica per il futuro delle società europee e italiane. Nel suo libro ‘Demagonia‘ (Solferino) analizza la crisi profonda della democrazia liberal-democratica in Italia, in Europa e negli Stati Uniti, attribuendola a troppi anni di governi molli che hanno rinviato le scelte impegnative per inseguire il consenso immediato. Conduce l’intervista Rita Lofano, direttrice dell’agenzia AGI.

Cristina Scocchia, attuale Ceo di Illycaffè e con una carriera di successo nel settore cosmetico, presenta il suo libro ‘Il coraggio di provarci. Una storia controvento‘ (Sperling & Kupfer), scritto in collaborazione con la giornalista Francesca Gambarini. Nel libro, Scocchia racconta per la prima volta i successi e le sfide della sua carriera, sottolineando l’importanza della meritocrazia e di una leadership responsabile e inclusiva. Con la sua esperienza, l’autrice promuove un approccio basato sui valori e sulle persone per affrontare gli scenari in continua evoluzione e le criticità sempre nuove del mondo aziendale e sociale.

Giuseppe Stigliano, global Ceo di Spring Studios, imprenditore, manager e docente in diverse Università e business school italiane, presenta il suo ultimo libro, ‘Retail’ (ed. ROI). In un panorama così mutevole, in cui le esperienze di acquisto dei clienti mescolano senza soluzione di continuità negozi fisici, e-commerce, social media e mondi virtuali, il libro offre gli strumenti necessari ad interpretare al meglio le nuove realtà dei brand consumer e del retail marketing.

Paolo Taticchi, vice preside e professore ordinario di strategia aziendale e sostenibilità presso la University College London, è riconosciuto a livello internazionale per la sua ricerca sulla sostenibilità aziendale e la misurazione delle performance. Il suo nuovo libro, ‘Disruption. Guida per navigare i cambiamenti estremi‘ edito da Guerini next, affronta il ruolo in evoluzione del CEO nel contesto attuale di mutamento costante. Tatiçchi propone il concetto di ‘Chief Equilibrium Officer’, un leader in grado non solo di guidare, ma anche di interpretare agilmente i cambiamenti e ridisegnare l’equilibrio organizzativo.

Guardano al futuro, strizzano l’occhio al passato senza dimenticare le loro radici. Sono i giovani imprenditori protagonisti di ‘Nati con la camicia?‘, la serie realizzata da Dr Podcast per Retail Hub, in favore di NextGen UNICEF Italia. Interviene sul palco del Libro Possibile Ottavio Missoni, terza generazione dell’omonimo brand di moda, che condivide emozioni, sogni e progetti per la sostenibilità aziendale con Elisabetta della Croce, di UNICEF Italia, e Massimo Volpe, di Retail Hub.

LEGALITÀ

Da quattro edizioni, con un ponte ideale che unisce Polignano a Mare a Vieste, il Libro Possibile ospita le voci più autorevoli della lotta al crimine per promuovere una cultura della legalità, principale leva di contrasto alle logiche mafiose.

A Vieste intervengono figure di spicco, considerate ‘autentici alfieri’ della legalità come il magistrato antimafia e Procuratore di Napoli Nicola Gratteri, autore di numerosissimi bestseller sulle organizzazioni criminali, ultimo ‘Il Grifone’ (Mondadori); e un giornalista da sempre impegnato in prima linea contro la criminalità e per questo costretto a vivere sotto scorta come Lirio Abbate. Proprio a luglio, durante i giorni del Libro Possibile esce nelle librerie conil suo ultimo saggio ‘Demoni. Droga, affari e sangue. La mappa del potere nella capitale’ (Rizzoli). Tra vecchie e nuove conoscenze della storia criminale romana, Lirio Abbate, con la tenacia del cronista vecchia maniera e la vivacità del grande narratore, isola il fermo-immagine di una guerra in corso nelle strade della Capitale. Restituisce un nome e un volto ai protagonisti di questo scontro, ai demoni che infestano Roma.

DONNE E DIRITTI

Storie di donne e violenza nel libro di Flavia Carlini. Noi vogliamo tutto. Cronache da una società differente‘, (Feltrinelli) affronta temi come gli abusi sul lavoro e la violenza medica, mettendo in luce l’importanza dell’informazione nella lotta per i diritti. ‘Noi vogliamo tutto’ è un grido di denuncia contro le ingiustizie di genere.

Pamela Ferlin, collaboratrice del «Corriere della Sera», presenta il suo romanzo d’esordio, ‘In questa notte afghana‘ (Piemme). Ferlin denuncia il tradimento delle promesse dell’Occidente verso le donne afgane, lasciate in una notte oscura dove l’istruzione è vista come una minaccia. Tuttavia, nel buio, sembra intravedersi una luce, una speranza che, nonostante tutto, la loro resilienza possa portare al cambiamento.

Chiara Fina presenta il suo romanzo d’esordio ‘Lestate brucia ancora‘ (Guanda). La giovane autrice di Campi Salentina, attualmente insegna italiano e storia. Fina esplora il tema della violenza e della ricerca della verità attraverso le vicende di due ragazze del Salento.

Rula Jebreal partecipa a #iLP24 con ‘Le ribelli che stanno cambiando il mondo‘ (Longanesi). Giornalista da anni impegnata nel raccontare con passione le battaglie femminili nei Paesi dove la parità dei diritti viene negata, nel nuovo libro racconta le battaglie in tutto il mondo anche in Italia di donne che vogliono rendere i loro Paesi dei posti migliori. Ha scritto un libro che racconta storie di donne che, nonostante intimidazioni e repressioni, lottano per i propri sogni e trasformano il mondo. Attraverso esperienze uniche e straordinarie, Jebreal evidenzia come queste donne abbiano innescato cambiamenti epocali in settori come la scienza, lo sport, il giornalismo, la politica e l’arte, ispirando le generazioni future.

Cathy La Torre, avvocata e attivista specializzata nella tutela dei diritti della comunità LGBTQ+, presenta il suo nuovo romanzo ‘Non è normale. Se è violenza non è amore. È reato’ (Feltrinelli). In questo libro, La Torre affronta il tema della violenza e della coercizione nei rapporti amorosi, offrendo strumenti legali e pratici per contrastare gli abusi e difendere i propri diritti. L’autrice ci mostra come difenderci e non diventare vittime di soprusi di genere, promuovendo un amore sano e consensuale.

Romanzo d’esordio per Pegah Moshir Pour, l’attivista italiana di origine iraniana, portavoce dei diritti delle donne ha scritto ‘La notte sopra Teheran‘ (Garzanti), nato dalla sua storia personale. Quella di una famiglia che, non riuscendo a garantire un futuro giusto e sereno alla figlia femmina, sceglie di trasferirsi in Italia da Teheran. Qualche anno dopo tornerà nel paese d’origine a cercare una cugina scomparsa e si esporrà alla pericolosità della vita delle donne in Iran. Da allora con la sua voce, tanto dolce quanto potente, non ha mai smesso di tenere vivo in Italia il dibattito sui diritti delle donne iraniane.

Mirella Serri, autrice, giornalista e ricercatrice, con il suo libro ‘Uomini contro. La lunga marcia dellantifemminismo in Italia‘ (Longanesi) rivela la lunga guerra della Destra contro le donne, spoglia la Sinistra dei suoi camuffamenti egualitari, e dimostra che la lunga marcia dell’antifemminismo non si è mai fermata, ed è arrivata fino ai giorni nostri orientandoli e condizionandoli, più prepotente che mai.

Barbara Stefanelli, vicedirettore vicario e direttrice del magazine ‘7’, presenta il suo libro ‘Love harder‘ (Solferino). Il saggio racconta le storie delle ribelli iraniane e delle loro famiglie, una generazione che lotta per la libertà e i diritti umani in un contesto oppressivo e sessista. È una narrazione appassionata e testimonianza delle vite di giovani donne iraniane che affrontano la durezza di una Rivoluzione che dura da oltre quarant’anni.

La scrittrice e giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno, Enrica Simonetti, presenta ‘Le donne della Dichiarazione universale dei diritti umani‘ (Manni Editore). Dall’americana Eleanor Roosvelt all’indiana Hansa Mehta e alla domenicana Minerva Bernardino. Dalla pachistana Shaista Suhrawardy Ikramullah, alla danese Bodil Begtrup e alla francese Marie Helène Leafucheux, le storie delle donne che hanno concorso a questa fondamentale Dichiarazione. Otto protagoniste nate in luoghi diversi del mondo, lontanissimi tra loro, di estrazione sociale differente unite un’unica grande passione civile che lega persone altrimenti destinate a combattere battaglie solitarie facendone un’unica grande forza.

La scrittrice e divulgatrice filosofica Simonetta Tassinari, nota per i suoi ‘Caffè filosofici’, presenta ‘Il libro rosa della filosofia Da Aspasia a Luce Irigaray, la storia mai raccontata del pensiero al femminile‘ edito da Gribaudo. Un viaggio attraverso le vite e le opere di ‘filosofe pubbliche o private, filosofe mancate, filosofe perseguitate, filosofe famose o misconosciute’.

NARRATIVA

Grazie a una collaudata collaborazione con la Fondazione Bellonci di Roma, anche quest’anno il Libro Possibile vede la partecipazione del vincitore/vincitrice del Premio Strega 2024, a pochi giorni dalla sua incoronazione prevista il 4 luglio. A fare gli onori di casa sul palco del #iLP24 ci sarà il Direttore della Fondazione, Stefano Petrocchi che introdurrà anche Donatella Di Pietrantonio, la vincitrice Premio Strega Giovani 2024, con il romanzo ‘Letà fragile’ (Einaudi).

Tra ‘Fiction e Letteratura’, è l’inedito faccia a faccia tra due pluripremiati giallisti di fama internazionale, i cui romanzi oltre a essere tradotti in diverse lingue, hanno dato vita a serie TV crime diventate autentici cult.

Petros Markaris, famoso autore greco di romanzi polizieschi ambientati ad Atene, ‘padre’ del commissario Kostas Charitos, il ‘Montalbano di Atene’, incontra Diego De Silva, amato creatore dell’avvocato Malinconico, protagonista di sei libri e di una serie TV di successo interpretata da Massimiliano Gallo. Tra indizi comuni e peculiarità dei loro personaggi, i due scrittori fanno il punto sulle dinamiche di contaminazione tra libri e tv. Dalle pagine allo schermo, la fiction si ‘letteraturizza’, riprendendo, nella serialità, la struttura del feuilleton ottocentesco, e il romanzo si ricodifica adottando ritmi narrativi più rapidi. Diego De Silva e Petros Markaris assieme sul palco #iLP24 ragionano sugli effetti di questa interessante ibridazione e annunciano le novità editoriali che riguardano Markaris con il libro ‘Ultime della notte‘ (Nave di Teseo) e i prossimi impegni televisivi dell’avvocato d’insuccesso Maliconico di De Silva.

Seguendo il filone noir che attraversa la letteratura europea contemporanea, il Libro Possibile propone un incontro con ctor del Árbol, autore che in Spagna è tra i più affermati esponenti del genere thriller-noir. Ex membro della polizia della Comunità Autonoma della Catalogna, presenta il suo ultimo libro ‘Nessuno su questa terra‘ (ed. Elliot). Il romanzo intenso e sorretto da una lingua elegante esplora le vertigini dell’animo umano, narrando anche dal punto di vista dell’assassino. Un’avventura mozzafiato nella terra di nessuno.

Luca Bianchini, l’autore di successi come ‘Io che amo solo te’ torna nella sua amata città pugliese per presentare il nuovo libro ‘Il cuore è uno zingaro‘ (Mondadori). La storia del maresciallo Gino Clemente, costretto a trasferirsi da Polignano a Mare a Bressanone, in Alto Adige. Tra colpi di scena e svolte inaspettate, il racconto è un atto d’amore alla bellezza di Polignano a Mare. Interviene Dario Vergassola, mattatore delle serate al Libro Possibile.

Si entra nel vivo della guerra in Donbass con un libro destinato ai giovani lettori di Stefania Battistini, giornalista del Tg1, tra le prime inviate speciali internazionali in Ucraina. ‘Una guerra ingiusta‘ (Piemme). Una sorta di diario corredato alle sue fotografie. Un libro che se primariamente è rivolto ai ragazzi rappresenta una ricostruzione fatta sul campo che può essere interessante e utile per tutti, per avere una visione completa di un conflitto logorante e assurdo che sta devastando un paese con 47 milioni di abitanti senza però piegare la forza e la resistenza del suo popolo.

Alessandro Brunello, pioniere del crowdfunding presenta il suo ultimo lavoro ‘Cambio vita, vado al Sud. Diventare terroni e vivere felici‘ (Salani). Basandosi su ricerche sociologiche recenti, Brunello rivela un modello mediterraneo di felicità, fondato sull’importanza dei contatti sociali, della famiglia e della gioia di vivere, lontano dagli stress e dai ritmi frenetici. Quale posto migliore per presentare le sue ricerche se non al Libro Possibile in Puglia?

Gino Capone, sceneggiatore di tanti polizieschi e commedie all’italiana con Boldi, Teocoli, Pippo Franco e Renzo Montagnani, oltre a film di maggiore impegno come ‘Pazzi Borghesi’ di Claude Chabrol, è anche co-autore del debutto in libreria dell’attore Jerry Calà a cui è legato da un forte sodalizio nato negli anni ’90. Capone è infatti l’autore delle sceneggiature dirette dal celebre comico a partire dall’esordio ‘Chicken Park’ (1995). Al #iLP24 Gino Capone presenta ‘La lavadora’ (la lavatrice) (Bibliotheka ed.) scritto a quattro mani con Jerry Calà, un romanzo divertente e malinconico. Un atto d’amore verso Cuba, capace di regalare al lettore tutto il contraddittorio fascino di un’isola scissa fra aneliti consumistici e retaggi del passato.

Piera Carlomagno, giornalista del Mattino e autrice dal talento multiforme, presenta il suo nuovo romanzo ‘Ovunque andrò‘, (Solferino). Con questo libro, Carlomagno fonde la suspense del giallo internazionale con la profondità e l’epica di una grande saga familiare lucana. Attraverso una narrazione che spazia tra il presente e il passato, dalla Cina contemporanea alla remota Basilicata degli anni ’30, l’autrice svela le intricanti vicende della famiglia Di Salvia.

Francesco Carofiglio presenta il suo ultimo romanzo ‘La stagione bella‘, edito da Garzanti. L’autore, noto per la sua poliedrica attività come architetto, attore e scrittore, ci porta in un viaggio attraverso i profumi e le memorie della protagonista Viola. È un romanzo coinvolgente che esplora i legami familiari, i segreti e le emozioni, offrendo al lettore una storia avvincente e ricca di suspense.

Elvio Carrieri è una giovane promessa della narrativa. Appena ventenne, barese di nascita, è scrittore, poeta e musicista. I suoi versi sono pubblicati per la prima volta sulle pagine baresi di ‘La Repubblica’ quando ha quindici anni e poi su siti letterari e giornali nazionali. Vincitore di premi, debutta con il suo primo romanzo ‘Poveri a noi’ (ed. Ventenas). Lo ha scritto in una sola settimana, un capitolo ogni notte (arrivava all’alba via mail allo scrittore Francesco Forlani), nell’estate del 2023 mentre sosteneva l’esame di maturità. Carrieri ha scritto una storia di amicizia tra tre giovani protagonisti sullo sfondo di una città, Bari, ormai ridotta cinicamente alla sua anima scheletrica e post-industriale, tormentata da scandali locali e da losche manovre politiche.

Paola Catella e Giobbe Covatta hanno scritto una lettera d’amore e gratitudine verso un’esperienza di viaggio in Africa che ha cambiato per sempre la vita di Paola e Giobbe. L’autrice teatrale e tv e il noto attore italiano e autore di bestseller, presentano ‘Il commosso viaggiatore. Alla scoperta dellAfrica‘, (Giunti).

Alfonso Celotto, giurista romanziere, torna in libreria con «Indissolubile» (Mondadori). Il costituzionalista, a dieci anni dal suo debutto nella narrativa, veste ancora una volta i panni dello scrittore, aggiungendo un nuovo capitolo delle avventure del suo personaggio «ministeriale», il dottor Ciro Amendola. Stavolta è all’inizio della sua carriera, fresco vincitore di concorso, proiettato nei gangli polverosi del ministero alla vigilia del voto sul ‘divorzio’, un po’ spaesato per il lavoro e per la nuova vita nella Capitale. 

Premiata sceneggiatrice di varie fiction italiane, tra cui Elisa di Rivombrosa, Vivere, Centovetrine e Medico in famiglia 8, Anna Cherubini, è autrice di romanzi e presenta il suo ultimo libro ‘Diventeremo amiche‘ (Solferino). Attraverso una narrazione intima e sconvolgente, Cherubini, anche lei figlia di un funzionario del Vaticano, nonché sorella di Jovanotti, racconta come ha conosciuto la ragazza sparita più di quarant’anni fa e di quanto la sua scomparsa abbia cambiato la vita di molti. Ricostruisce il dramma della scomparsa di Emanuela Orlandi, tornando sui luoghi e dialogando con la famiglia Orlandi. Si tratta di una vicenda di cronaca tra le più controverse della storia recente italiana, vista da una prospettiva inedita, che lascia emergere un’insicurezza sottile tra le righe, come se la voce di Anna fosse un’eco della voce stessa di Emanuela.

A volte si sogna’ con Gigliola Cinquetti. Lo promette il titolo del libro autobiografico pubblicato per Rizzoli, firmato dall’intramontabile voce di ‘Non ho l’età’, brano che nel 1964 la incorona vincitrice più giovane della storia  Festival di Sanremo.

Un romanzo sorprendente che per la prima volta svela al pubblico il variegato mondo interiore della Cinquetti, oltre a ricordi, aneddoti e incredibili retroscena. Un’occasione per raccontare la sua vita e la carriera e per togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Come quando Luigi Tenco le disse: ‘Ti odio, sei un’ipocrita, falsa e perbenista’. 

Where is the love?: Erri De Luca risponde con ‘Discorso per un amico‘ (Feltrinelli). Dedicato all’amico scomparso, l’alpinista esperto Diego Zanesco, il libro racconta dei loro viaggi in Himalaya, in Ecuador e nelle Dolomiti. Con pagine dei loro taccuini e scambi epistolari, l’autore illustra il significato dell’amore per la montagna e la ricerca della vita intensa anche al confine con la morte. La presentazione sarà arricchita da una serie di fotografie che affiancano la magia delle parole.

Sorelle spaiate‘ (Giunti) è il romanzo d’esordio della giornalista Lucia Esposito. Un libro coinvolgente che racconta le vite di due coppie di sorelle. Le loro storie si intrecciano attraverso rapporti epistolari, portando a un epilogo mozzafiato. Ispirato a una storia vera e toccante, il romanzo esplora temi di resilienza, legame familiare e speranza.

La splendida regione che da ventitré edizioni ospita #iLP, è la protagonista di ‘Ritorno in Puglia‘ (ed. Bompiani), scritto da Marco Ferrante, giornalista e vicedirettore di Videonews Mediaset. Presentato da Giuseppe Cruciani, popolare conduttore della Zanzara (Radio24), l’autore racconta dei protagonisti della saga familiare che animano il suo romanzo sullo sfondo della suggestiva campagna pugliese.

Antonio Franchini, noto per la sua carriera editoriale e letteraria, presenta il libro ‘Il fuoco che ti porti dentro‘ (Marsilio). Autore che ha saputo unire maestria e misura in un romanzomemoir intenso e avvincente, Franchini esplora la storia di Angela, sua madre, una figura enigmatica e simbolica che incarna tutti gli orrori dell’Italia contemporanea.

Enrico Galiano insegnante e creatore della celebre webserie ‘Cose da prof’, torna con uno dei suoi personaggi più amati: il professor Bove questa volta protagonista di ‘Una vita non basta‘ (Garzanti). In questo romanzo, Galiano esplora le paure che ci impediscono di essere felici attraverso la storia di Teo, un giovane alle prese con le sue sfide personali.

Ilaria Gaspari ambienta il suo romanzo ‘La reputazione‘ (Guarda) nella Roma degli anni Ottanta, in cui la boutique Joséphine diventa un angolo di Parigi nel cuore dei Parioli. Il romanzo, con una prosa che unisce profondità e leggerezza, esplora il rapporto tra apparenza e identità, il peso della maldicenza e la difficoltà nella conquista della maturità.

Roberto Genovesi, giornalista, scrittore, sceneggiatore e autore televisivo, nonché direttore di Rai Libri, ha alle spalle una vasta esperienza e una produzione letteraria di grande successo. Con la sua ultima pubblicazione ‘Il mietitore di angeli‘ (ed. Newton Compton) propone un thriller avvincente ambientato nella Roma fascista del 1938.

Gabriella Genisi presenta ‘Giochi di ruolo‘, pubblicato da Marsilio. Dopo il successo della serie di gialli con la super commissaria Lolita Lobosco, interpretata nella fiction Rai da Luisa Ranieri, la nota scrittrice pugliese porta i lettori nel mondo misterioso del vicequestore Giancarlo Caruso. Il fascinoso vicequestore siciliano, dopo un anno sabbatico in Puglia e il fallimento della sua relazione con Lolita, accetta un incarico nel commissariato di Manfredonia, in provincia di Foggia. Nel tentativo di dimenticare Lolita, Caruso inizia un’avvincente storia che mescola paesaggi suggestivi con un sistema criminale che strangola l’intero territorio, tenendo i lettori incollati fino all’ultima pagina.

Arianna Gnutti, giornalista e scrittrice, presenta il suo libro ‘Se bastasse lamore‘ (Piemme). Affronta il tema delicato e attuale dei disturbi dell’alimentazione, con particolare attenzione all’anoressia, che rappresenta la prima causa di morte tra i giovani dopo gli incidenti stradali in Italia. Attraverso la storia toccante di Maria Beatrice, figlia dell’autrice, il l’autrice racconta il lungo percorso di dolore, sofferenza e resilienza nel mondo della malattia psichiatrica. Il libro offre uno sguardo coinvolgente sulle difficoltà di accesso alle cure, ma anche sulla solidarietà delle altre mamme e sul prezioso supporto del personale medico. È una narrazione coraggiosa e struggente che mette in luce la forza interiore necessaria per affrontare i momenti bui e la speranza che tiene in piedi le vite e le battaglie quotidiane. Se non è amore questo!

Giornalista parlamentare, autore tv, pluripremiato saggista e scrittore, portavoce del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, Giovanni Grasso risponde alla domanda ‘Where is the love?’ con la sua ultima pubblicazione ‘Lamore non lo vede nessuno’ (ed. Rizzoli). Un romanzo inaspettato e potente, un’indagine spietata sul senso autentico dell’esistenza, che ci costringe davanti allo specchio, occhi negli occhi con la parte più oscura di noi, e ci interroga sulla necessità di perdonare e di perdonarci.

È appena uscito a giugno in libreria, ‘Oro forca fiamme’ (Mondadori), il terzo romanzo di Marcello Introna, medico veterinario barese, con un passato da autore e sceneggiatore televisivo. Anche in questo romanzo, come nei due precedenti, l’autore torna al passato e racconta una storia ancora più lontana nel tempo. Una vicenda basata sullo studio di antiche carte, arricchite con personaggi in parte realmente esistiti, in parte frutto della sua fantasia. ‘La peste a Bari nel Seicento ha spiegato Marcello Introna permette di raccontare il presente che non mi piace’. ‘Oro forca fiamme’ è un’opera potente, con una cifra stilistica inconfondibile, un romanzo di straordinaria attualità.

Chicca Maralfa, giornalista e autrice, con ‘Il delitto della montagna’ (Newton Compton) ambienta nelle atmosfere suggestive di Asiago il suo ultimo romanzo giallo. Seguendo le indagini del luogotenente barese Gaetano Ravidà, comandante della stazione dei carabinieri ad Asiago investiga su reati ambientali, ma presto si trova di fronte a un omicidio misterioso.

Mauro Marcialis propone la nuova serie curata da Valerio Massimo Manfredi. Il libro ‘La promessa. Colosseum’ (Ed. Solferino) è una serie di quattro volumi che unisce il fascino dell’Antica Roma alla modernità dei sentimenti dei tre protagonisti adolescenti, giovani schiavi determinati a trovare se stessi, l’amore e la libertà. Tra soprusi, congiure, amori impossibili e desideri infranti, il romanzo assume le sfumature del noir, mantenendo i lettori con il fiato sospeso, come confermato da Valerio Massimo Manfredi.

Angelo Mellone, direttore del Day Time delle reti ammiraglie della Rai, è una figura chiave nel mondo televisivo e non solo. Insegna comunicazione in varie università e si dedica alla scrittura di poesie. Il suo libro ‘In fin dei conti. Capitoli di una messinscena‘ (CartaCanta, 2023) è diventato anche un recital teatrale, accompagnato da musicisti, che ha portato in tour a Napoli e in altre città italiane.

Denata Ndreca, premiata autrice, presenta il suo libro ‘Fiori dei Balcani‘ (Besa), una raccolta di poesie che esplora la mancanza, la distanza e l’amore con una scrittura leggera ma incisiva. Ndreca, nata a Scutari e ora residente a Firenze, è conosciuta per il suo impegno nei diritti umani e per la sua capacità di trasmettere emozioni attraverso le parole. Il libro, accolto con entusiasmo dalla critica, offre una visione profonda e travolgente del mondo, con versi che vanno oltre i confini fisici e mentali.

Giovanna Botteri, tra le più stimate corrispondenti e inviate italiane della RAI, si sofferma sulle atrocità delle guerre in corso prendendo spunto dal romanzo ‘Un autunno dagosto‘,

(Chiarelettere), scritto da Agnese Pini, direttrice del quotidiano la Nazione. Le due giornaliste assieme sul palco partiranno dagli orribili eccidi commessi dai nazifascisti durante l’estate del 1944 lungo la Linea Gotica, in particolare a San Terenzo Monti, dove vennero uccise senza pietà 159 persone. Attraverso la storia della sua famiglia, Pini offre un romanzo civile che parla del presente, restituendo verità e dignità al destino degli ultimi.

Andrea Piva, lo sceneggiatore barese del film cult #La capa gira‘, torna in libreria con il romanzo ‘La ragazza eterna‘, (Bompiani). Proposto da Nicola Lagioia al Premio Strega 2024, il libro affronta temi universali come la fine dell’amore, il fine vita e il senso del sacro nella contemporaneità. È un romanzo che affronta in modo innovativo temi di grande rilevanza umana e sociale.

Dal 23 maggio del 1992, strage di Capaci, Francesca Morvillo è stata ingabbiata e resa invisibile nella definizione «moglie di» Giovanni Falcone, che muore per una tragica fatalità. Invece è stata una magistrata di estremo valore, per oltre sedici anni sostituto procuratore al Tribunale minorile di Palermo dove, con un approccio all’avanguardia, ha cercato di recuperare i bambini finiti in carcere. La giornalista e saggista Sabrina Pisu a #iLP24 presenta ‘Il mio silenzio è una stella’ (Einaudi), storia di inedita di Francesca Morvillo, unica giudice donna uccisa in Italia, nell’attentato di Capaci, accanto a Giovanni Falcone. Un ritratto profondo di una donna libera e riservata, innamorata di un ideale di giustizia, che alle parole ha preferito l’impegno silenzioso e il dovere quotidiano.

Daniele Orazi, noto per il suo lavoro nel mondo del cinema come agente e produttore, esordisce con il suo primo romanzo, ‘Ostiawood‘, (Solferino), una commedia irriverente che svela i segreti e le piccole manie del mondo del cinema. Ambientato durante il Festival del Cinema di Venezia, Orazi porta il lettore dietro le quinte del mondo cinematografico, tra proiezioni, conferenze stampa e cocktail. Sul palco #iLP24 assieme all’autore partecipa Massimiliano Caiazzo: l’attore divenuto popolare nel ruolo Carmine nella serie ‘Mare Fuori’, leggerà alcuni passi scelti tratti da ‘Ostiawood’.

Alessandro Rivali, autore di libri di poesie e opere di saggistica, ambienta ‘Il mio nome nel vento‘, (Mondadori) durante la guerra civile spagnola del 1936, seguendo la famiglia Moncalvi, titolare di una rinomata gastronomia a Barcellona, nel loro viaggio verso l’Italia alla ricerca di salvezza. Con un’intensa trama che mescola storia e sentimenti, Rivali conduce il lettore attraverso i dolori e le speranze di una famiglia divisa dalla guerra.

È il golden boy della fiction TV e il suo talento convince anche a teatro e in libreria. Pierpaolo Spollon, giovane attore noto per i suoi ruoli in serie TV di successo come ‘L’allieva’ e ‘Doc Nelle tue mani’ con Luca Argentero, esordisce in libreria con il primo romanzo ‘Tutto non benissimo‘ (Ribalta). Il libro, con una trama ambientata a Genova, riflette con autoironia sulla superficialità della vita e sul conto che prima o poi presenta. ‘Tutto non benissimo’ è un romanzo legato a doppio filo allo spettacolo teatrale di cui Spollon è protagonista, ‘Quel che provo a dire non so’ ed è il primo libro della collana $Finzione scenica‘ di Ribalta Edizioni, la nuova casa editrice nata nel 2024 come sezione editoriale della Stefano Francioni Produzioni Teatrali, che ha prodotto anche lo show. Uscito il 10 maggio, solo con le vendite online il romanzo dopo una settimana è già alla prima ristampa.

 ‘Mi sento indecifrabile a me stessa. Mi manca la chiave. Ripercorro la storia a ritroso, in cerca di una casa che sia la mia’ scrive Widad Tamimi tessendo la trama delle proprie origini nel romanzo autobiografico ‘Le rose del vento’ (Mondadori).  Figlia di un profugo palestinese e di una donna di origini ebree, l’autrice nata in Italia è una voce attiva e autorevole sul Medio Oriente. Collabora con la Repubblica, scrive racconti per ‘Delo’, il principale quotidiano sloveno e lavora con la Croce Rossa Slovena per l’accoglienza dei profughi. Al Libro Possibile interviene per parlare del suo libro alla luce di ciò che sta accadendo in Palestina e Israele e per ragionare su altre forme di coesistenza oltre lo stato-nazione e altre vie di pace che portino alla fine delle ostilità.

Stefano Vicario, noto sceneggiatore, regista e autore italiano, con il suo romanzo ‘Acqua di fiume‘ (ed. La Nave di Teseo) ci porta in una Roma sconosciuta, ai bordi del Tevere, in compagnia del protagonista, l’ex avvocato Andrea Massimi, che vive una vita da ‘invisibile’ dopo aver risolto il caso dell’omicidio della moglie e della figlia. ‘Acqua di fiume’ è un’avventura piena di mistero e colpi di scena, che esplora i sotterranei di Roma e i segreti dell’animo umano.

SAGGISTICA E ATTUALITÀ

Per la saggistica e attualità #iLP24 ospita un nutrito gruppo di giornalisti, studiosi e opinionisti.

Michele Ainis, fra i più noti costituzionalisti italiani, professore di Diritto Pubblico, nel suo ultimo saggio ‘Capocrazia‘ (La Nave di Teseo), analizza il presidenzialismo, la grande ri

forma annunciata dal Governo Meloni. Ainis esplora le implicazioni di questa proposta, mettendo in discussione la sua efficacia nel contesto italiano, caratterizzato da una storia di riforme mancate e una cultura politica dominata dalla capocrazia.

Marco Ascione, capo della redazione politica del Corriere della Sera presenta il suo ultimo lavoro ‘La profezia di CL‘ (Solferino). Il libro indaga sulla trasformazione di Comunione e Liberazione (CL) dal suo fondatore don Luigi Giussani fino ai giorni nostri. Il libro esplora le tensioni interne, le dimissioni di Carrón e l’arrivo di Davide Prosperi come nuovo leader, mentre CL si confronta con nuove sfide come l’eutanasia e i diritti omosessuali.

Marino Bartoletti mette in campo a #iLP24 ‘La partita degli dei’ (Gallucci). Il noto giornalista sportivo ha scritto la telecronaca della partita di calcio più incredibile, fantasmagorica, eccezionale, diciamo pure paradisiaca, che mente umana (e forse anche divina) avrebbe mai potuto concepire. Ha messo in campo tutti i più grandi campioni della storia. Da una parte la $Serie A’ di Maradona, Vialli, Meroni, Facchetti, Scirea, Paolo Rossi e Valentino Mazzola, dall’altra la squadra straniera’ di Pelé, Cruijff, Eusébio, Di Stéfano, Puskás, Jašin e Best. Chi vincerà?

In un giorno di primavera, Daniele Bossari durante una seduta di meditazione con i cristalli percepisce una tensione al collo. Dopo qualche settimana, in quell’esatto punto, scopre di avere una malattia silente. Da questa esperienza traumatica il noto conduttore radio e TV ha scritto il libro  ‘Cristallo’ (Mondadori), viaggio interiore e fisico in un  mondo sfaccettato a cavallo tra scienza e misticismo, corpo e spirito, cura e fede, alla ricerca della verità sui poteri delle pietre. Ha incontrato coraggiosi cercatori di cristalli e scienziati del CNR; si è inoltrato nel campo della biofisica, della storia e dell’antropologia culturale.  Quel giorno di primavera Bossari era un convalescente, quello dopo un esploratore.

A inizio marzo, sui giornali italiani compare la notizia di un clamoroso caso di accesso a informazioni riservate riguardanti centinaia di persone tra politici e personaggi noti. Si parla di gravi falle nel sistema della sicurezza informatica, di un possibile mercato parallelo di dati riservati e della pubblicazione di notizie. Tutto nasce da un’inchiesta della procura di Perugia che ha indagato 16 persone. I due principali accusati sono un tenente della Guardia di Finanza, Pasquale Striano, e il pm Antonio Laudati, per anni alla direzione nazionale antimafia. Nei loro confronti si ipotizzano i reati di accesso abusivo a sistemi informatici, abuso d’ufficio e falso. Le indagini sono ancora in corso, quindi, molti elementi restano da chiarire. Nel libro inchiesta ‘Il Verminaio’ (Baldini+Castoldi), provano a fare chiarezza le due giornaliste Brunella Bolloli e Rita Cavallaro che a fronte del numero mostruoso di dati violati, parlano di una cabina di regia che regola un attacco sistematico alla vita democratica del Paese. Le due autrici Intervengono a #iLP24 con il direttore del Tempo, Tommaso Cerno, che ha curato la prefazione del libro.

Annarita Briganti, firma delle pagine della Cultura per Repubblica e Donna Moderna, nonché scrittrice, traduttrice e commentatrice sulle reti Mediaset, presenta tre nuovi libri: ‘Barilla’, ‘Ferrari’ e ‘Prada’ per la nuova collana Made in Italy (ed. Rizzoli). Un progetto innovativo, illustrato, sulle eccellenze italiane, sulle storie che fanno grande il nostro Paese e che danno speranza. Dal food and beverage all’automotive, fino al mondo della moda e del lusso: un vero atto d’amore alla cultura, alla qualità italiana in diversi settori e alla nobiltà del fare del nostro Paese.

Lo sport come partecipazione, coinvolgimento, comunità e impegno civile: è l’ideologia identificativa dell’antico legame che unisce il mondo Pirelli e la cultura sportiva, raccontata nel volume ‘Lofficina dello sport. Le squadre, la ricerca, la tecnologia, la passione e i valori sociali’, (Marsilio Arte). Formula I, rally, motociclismo, ciclismo, vela, atletica e calcio, Pirelli partecipa con progetti di squadra vincenti. Al Libro Possibile ne parla Antonio Calabrò, Senior Vice President Pirelli per la Cultura e Direttore della Fondazione Pirelli, che ha contribuito alla parte introduttiva del volume che raccoglie, tra l’altro, parole e testimonianze di personalità esperte delle discipline sportive legate al mondo Pirelli e della storia di Pirelli nello sport. Per citarne solo alcune: lo scrittore statunitense Joe R. Landsdale, il presidente della Fondazione Pirelli, Marco Tronchetti Provera, il presidente del CONI Giovanni Malagò, la presidente del Museo Egizio di Torino Evelina Christillin e di Stefano Domenicali, presidente e amministratore delegato Formula Uno.

Filippo Ceccarelli, giornalista politico da oltre quarant’anni, (il suo sterminato archivio sulla politica italiana è stato donato alla Biblioteca della Camera),commentatore fisso nel programma ‘Propaganda live’ (La7), a maggio ha pubblicato ‘B, una vita troppo’ (Feltrinelli). La più straordinaria storia di potere degli ultimi settant’anni. Un’autentica ‘enciclopedia’ di 700 pagine che racconta le tante vite Silvio Berlusconi. Cavaliere, imprenditore, cantante, presidente, politico, attore, intrattenitore, amato, odiato, idolatrato, mito, male assoluto, anticomunista viscerale, craxiano, comunicatore, fondatore, vecchia gloria, inventore del centrodestra, indagato, condannato, prescritto, perseguitato dalla magistratura, barzellettiere, gaffeur, uomo più ricco d’Italia, editore. ‘Una vita troppo, e ciascuno appoggi all’avverbio l’aggettivo che preferisce – spiega l’autore sul suo profilo Instagram anche se io ci ho da tempo rinunciato’.

Domenico Costantino, professore all’Università di Bari, esperto di diritto civile, commerciale e finanziario, nel suo recente contributo ‘Il nuovo DIRITTO di FAMIGLIA dopo la Riforma Cartabia: profili sostanziali e processuali‘ (Neldiritto editore) analizza le principali novità nel campo del diritto di famiglia. La legge, utilizzando per la prima volta il termine ‘famiglie’, riconosce la diversità dei modelli familiari, adattati a contesti culturali, sociali, economici e lavorativi mutevoli nel tempo.

Ottavio Di Brizzi, direttore editoriale del Touring Club Italia, presenta ‘Mappe’, una rivistalibro su nuove filosofie del viaggio, storie e geografie su coordinate inusuali, per stare nel tempo e alzare la linea dell’orizzonte. È un testo che informa, diletta e crea immaginari. Una pubblicazione targata Touring Club Italia per far riscoprire il piacere della buona lettura.

Luciano Canfora, filologo classico e storico di fama mondiale, presenta il suo ultimo libro ‘Il Fascismo non è mai morto‘, (Dedalo). Canfora analizza la persistenza del fascismo nelle società contemporanee. L’opera contesta la teoria secondo cui il fascismo è finito esattamente 79 anni fa, evidenziando la sua continuazione attraverso le ideologie del presente.

Christian Nirvana Damato, scrittore, curatore e ricercatore indipendente, presenta il suo nuovo libro ‘Manifesto della moltiplicazione degli organi. Corpo, identità, tecnologia, desiderio‘, (Aliberti). Il saggio esplora le trasformazioni della socialità e della sessualità nell’era delle tecnologie digitali, attraverso un approccio interdisciplinare che combina filosofia, letteratura erotica, media theory, psicoanalisi, studi di genere e neuroscienze. Damato propone una nuova prospettiva teorica, critica e filosofica sul rapporto tra esseri umani, tecnologia e società.

Cosimo Damiano Damato, poeta, drammaturgo e regista cinematografico e teatrale, presenta il libro ‘Fuori piove una canzone di Jannacci‘, (Aliberti). Con questo lavoro, l’autore conclude la ‘trilogia dell’amore, delle inquietudini e delle rivoluzioni’, offrendo un atto civile d’amore e di anarchia per la poesia come antidoto alla deriva esistenziale contemporanea. La prefazione a firma di Ernesto Assante, pilastro del giornalismo musicale scomparso da qualche mese, sottolinea il potere salvifico della poesia, soprattutto quando si lega alla musica, come nel caso di Damato

Marco Damilano, ex direttore de L’Espresso e attuale conduttore de ‘Il Cavallo e la Torre’ su Rai3, con ‘La mia piccola patria‘, (Rizzoli) offre un racconto avvincente di ottant’anni di storia d’Italia, dal 1943 a oggi. Il libro esplora gli eventi, i luoghi, i miti e i leader che hanno

plasmato l’identità italiana, dalla Resistenza alle sfide contemporanee. È un viaggio avvincente attraverso la storia italiana, un’opera che non solo informa, ma invita alla riflessione sulla complessità e la ricchezza della nostra identità nazionale.

Elisa De Marco è una storyteller, youtuber e influencer italiana che ha conquistato il pubblico con il suo canale YouTube, Elisa True Crime, dedicato alle storie di cronaca nera. Nel libro ‘Manipolatori. Le catene invisibili della dipendenza patologica‘, (Mondadori Electa) presenta quattro storie diverse, ma unite da una matrice psicologica inquietante, che vanno dal caso di una ragazzina rapita a quello di una sedicenne indotta al suicidio, dall’omicidio di Melania Rea alle dinamiche di una setta come le Bestie di Satana. Elisa De Marco esplora le trappole psicologiche in cui è facile cadere e indaga sulle profondità oscure dei carnefici quando incontrano le loro vittime.

Luigi Di Gregorio presenta ‘War Room. Attori, strutture e processi della politica in campagna permanente‘, edito da Rubbettino. Il libro rivolto a politici, professionisti e studiosi offre un approccio ibrido tra teoria e pratica, combinando ricerche accademiche con case-studies dall’esperienza diretta. Di Gregorio sottolinea l’importanza di un approccio strategico e basato sui dati nella comunicazione politica, sia durante le campagne elettorali che nella fase di governo. In dialogo con Marco Damilano.

Tiziana Ferrario, giornalista, inviata di politica estera e autrice di romanzi tratti da storie vere, presenta il romanzo, ‘Cenere(Fuoriscena). Il libro narra le vite di due bambine, Mariuccia Majno e Giovannina Lombardi, immergendo il lettore nelle battaglie dell’Unione Femminile del 1899 e nello sciopero organizzato da Giovannina nel 1902. L’autrice presenta il libro in dialogo con il giornalista e conduttore di Tagadà (La7) Alessio Orsingher.

Massimo Franco, editorialista politico del Corriere della Sera, nell’ultimo saggio ‘Secretum’ (Solferino) propone un itinerario nel passato, guidato dal responsabile dell’Archivio Apostolico. Da Galileo a papa Pacelli, l’autore intervista Sergio Pagano, il vescovo prefetto dell’ex Archivio segreto Vaticano, che prende per mano il lettore e lo guida tra gli imponenti depositi documentali per una lettura inedita degli ultimi secoli. Il libro offre una prospettiva unica sulla storia della Chiesa e rivela aneddoti e misteri.

Con il suo ultimo libro ‘Gaza, odio e amore per Israele’ (Feltrinelli), a #iLP24 Gad Lerner riflette sul fanatismo identitario che ha contagiato i due popoli in guerra, finiti in logiche polarizzanti e disumanizzanti. Gaza, oltre che un luogo, è diventata il simbolo di una contesa che assume nel mondo dimensione culturale e morale. L’autore, invitandoci a non finire arruolati negli stereotipi delle opposte fazioni, riporta al centro gli interrogativi che già si poneva Primo Levi: che futuro può avere questo Israele? Che funzione può esercitare il filone ebraico della tolleranza?

Eliana Liotta, giornalista e comunicatrice scientifica, nota per il best seller ‘La Dieta Smartfood‘, ci invita a riflettere sul ritmo frenetico della vita moderna. con il suo libro ‘La vita non è una corsa(ed. La Nave di Teseo). L’autrice offre preziose riflessioni sul valore delle pause nella nostra quotidianità, con l’aiuto di specialisti dell’Università e dell’Ospedale San Raffaele di Milano. Liotta ci offre un percorso per imparare a rispettare i tempi del nostro corpo e della nostra mente.

Maurizio Molinari, direttore del quotidiano La Repubblica, analizza il contesto geopolitico internazionale alla luce dei nuovi equilibri imposti dalle guerre, partendo dal ruolo dell’Italia. Nel libro ‘Mediterraneo conteso. Perché l’Occidente e i suoi rivali ne hanno bisogno‘, edito da Rizzoli, l’autore offre un’analisi della situazione geopolitica del Mediterraneo, definendolo il cuore strategico del pianeta. Un libro che rivela un Grande Gioco in cui proprio l’Italia si trova al centro per geografia e altro ancora.

Informazione e democrazia: la società contemporanea è fondata sull’informazione, tutti sanno tutto istantaneamente, con un semplice click sul computer o sullo smartphone. In nessuna epoca si è avuta questa facoltà: una notizia che rimbalza da New York a Roma a Sidney in una frazione di secondo. Il tema, al centro di un corso di studi in programma alla ‘Scuola di cittadinanza del Fatto Quotidiano Domenico De Masi, e viene approfondito al Libro Possibile alla presenza di Cinzia Monteverdi, Amministratore Delegato e Presidente del Consiglio di Amministrazione della Società Editoriale Il Fatto (SEIF), del professore Pasquale Tridico e del giornalista Luca Sommi.

Da Cosa Nostra allo Stato, un percorso verso la legalità. Gaspare Mutolo, detto ‘Asparino’, uno dei più celebri pentiti di mafia oggi apprezzato pittore, si racconta nel libro ‘Ci sentivamo cavalli di razza’, auto-pubblicato. Concepito come una lunga intervista, il testo attraversa quarant’anni di storia cruenta, tra omicidi e rapine, fino alla svolta: la scelta di ‘saltare il fosso’ e intraprendere il sentiero della legalità. Nel 1991 distante dalla linea sanguinaria generata da Riina e sollecitato da sua moglie, attraverso la stima instaurata con Giovanni Falcone, decide di collaborare, divenendo, al pari di Buscetta e Contorno, uno dei più noti e importanti pentiti della storia. A pochi mesi dalle stragi di Capaci e via D’Amelio, è uno degli ultimi testimoni ad essere interrogato da Paolo Borsellino alla vigilia del tragico 19 luglio del 1992. Mutolo in carcere studia e s’innamora dell’arte e della pittura, è così che inizia la sua più grande passione catartica verso il bello e il bene. A #iLP24 l’autore interviene assieme a Maria Santamaria, curatrice artistica e co-autrice del libro.

Karima Moual, appena nominata nuova direttrice responsabile de ‘Il Settimanale‘, già collaboratrice de La Stampa e la Repubblica, giornalista italo-marocchina si occupa di politica mediorentale, mondo arabo e immigrazione. Nel suo ultimo libro propone un viaggio attraverso le storie degli immigrati in Italia, raccontando le loro ferite, sogni e ambizioni. ‘Il freddo in Africa e altre storie di unItalia nata altrove, (Luiss), offre una prospettiva unica sulle vite e le idee degli immigrati in Italia, dove vita e immaginazione si mescolano nel punto in cui culture differenti si incontrano, integrandosi reciprocamente.

Popolare e divisivo per le sue posizioni critiche sui conflitti in atto in Europa e in Medio Oriente, Alessandro Orsini ha pubblicato ‘Ucraina-Palestina. Il terrorismo di Stato nelle relazioni internazionali’ (ed. Paperfirst). In questo nuovo libro, il professore della LUISS, parla della guerra in Ucraina e del bombardamento di Gaza mettendo in luce quelli che secondo lui sono i luoghi comuni e le fake news più diffuse dai media dominanti. Orsini ricorre alla teoria sociologica per fornire una nuova interpretazione delle guerre in corso, mettendo in crisi gli schemi mentali con cui l’uomo eurocentrico, che vive di pregiudizi e frasi fatte, percepisce, giudica e valuta la politica internazionale.

Una brutta storia di malagiustizia quella che ha coinvolto Michele Padovano, ex calciatore e dirigente sportivo, noto per la sua potenza fisica e il fiuto per il gol. Nel suo libro ‘Tra la Champions e la libertà‘ (Cairo), l’autore racconta la sua incredibile storia, dalle glorie sportive allo scandalo giudiziario che lo ha coinvolto. Dopo diciassette anni di processi, è stato finalmente assolto da false accuse di narcotraffico nel mondo del calcio. Padovano rivela emozioni, dolore e gioie durante questo calvario, sottolineando l’importanza della libertà. E dell’amore.

Incontro a due voci sui nuovi scenari politici nazionali e internazionali, imposti dalle elezioni in corso in Europa e nel mondo con il fondatore del Fatto Quotidiano, Antonio Padellaro, adesso in libreria con Solo la verità. Lo giuro‘, (Piemme) e l’editorialista, ex senatore e direttore del Tg1, Augusto Minzolini.

Tommaso Pincio, scrittore italiano con esordi da fumettista, esperto di letteratura statunitense di cui scrive sulle principali riviste e quotidiani nazionali, a #iLP24 presenta ‘L’evento nell’epoca della sua riproducibilità tecnica’ (ed. Il Mulino).

Malgrado il titolo, non si tratta di un saggio filosofico e neanche letterario. Parla sì anche di Walter Benjamin e di cose di cui egli ha parlato di fotografia soprattutto ma va inteso come un esperimento di memoria ovvero di fotografia della mente. Pensato a lungo, la sua stesura è durata ventuno giorni soltanto: un tempo deciso in partenza, come il tempo di esposizione quando si scatta una foto.

Sigfrido Ranucci, La scelta(Bompiani), offre un autoritratto coraggioso, raccontando il suo cammino nel giornalismo d’inchiesta e svelando retroscena delle sue inchieste più importanti. Il libro è un’opportunità unica per scoprire il dietro le quinte del lavoro di un giornalista impegnato nella difesa della libertà dell’informazione. ‘La scelta’ di Ranucci evoca anche figure fondamentali che hanno influenzato il suo percorso professionale, come suo padre e il suo maestro Roberto Morrione.

Lincendio‘ (Mondadori) è un racconto corale, straziante e verissimo che mostra in presa diretta «tre incendi che bruciano il mondo» e lo sconvolgono oltre i confini dei paesi in cui sono divampati. È un reportage intenso e rigoroso scritto da Cecilia Sala, giornalista del «Foglio», autrice e voce del podcast Stories, di Chora News, che con il suo lavoro offre uno sguardo profondo e toccante su una generazione che vive in contesti di conflitto e tensione in Iran, Ucraina e Afghanistan.

Il giornalista de ‘L’Avvenire’, Nello Scavo, noto per le sue indagini sulla criminalità organizzata e il terrorismo globale, svela per la prima volta i patti segreti tra Stati che nessuno ha mai documentato prima. ‘Le mani sulla Guardia costiera‘ (Chiarelettere) getta luce su un mondo oscuro che sfrutta la vita degli altri. Una complessa inchiesta che coinvolge mafie mediterranee, oligarchi russi, trafficanti di uomini e contrabbandieri di petrolio. Un viaggio nel cuore di un sistema corrotto, una lettura imprescindibile per comprendere le dinamiche di potere dietro la gestione delle migrazioni nel Mediterraneo.

Where is the love?: per Luca Sommi, giornalista e critico di arte e letteratura, l’amore va trovato nella Costituzione. Con ‘La più bella Breve corso per amare la Costituzione’ (Baldini+Castoldi) ha concepito un atto d’amore e devozione verso la Carta costituzionale italiana. Il libro nasce come guida per districarsi nella scottante e attuale querelle intorno alla necessità di riforme costituzionali. Il breve corso di #educazione alla bellezza’%proposto dal giornalista di Accordi & Disaccordi mira, dunque, a diffondere rispetto e amore verso il documento fondamentale su cui si è costruito e sviluppato il nostro Paese.

Marcello Sorgi, ex direttore e oggi editorialista del La Stampa, con ‘San Berlinguer. Lultimo capo del popolo comunista‘ (ed. Chiarelettere) ha scritto un autentico tributo alla memoria dell’iconico leader del PCI, Enrico Berlinguer. Nel testo, Sorgi ripercorre la parabola politica di Berlinguer, segretario del PCI dal 1972 al 1984, dal compromesso storico con la DC agli anni del distacco dall’Unione Sovietica fino alla sua prematura morte. Contrapponendo storia e leggenda, l’autore offre una lettura inedita della leadership di Berlinguer, avvalendosi della propria testimonianza diretta e dei ricordi di figure chiave dell’epoca. Un’occasione per riflettere sul lascito di Berlinguer e sul ruolo della sinistra italiana nel panorama politico attuale.

È il 7 giugno 1984 quando Enrico Berlinguer, durante un comizio elettorale a Padova, avverte un malore evidente: nonostante tutto, in quegli attimi, porta in fondo il suo discorso rivolto alla folla, ma di lì a poco entra in coma per quattro giorni, fino alla sua morte, l’11 giugno. Due milioni di persone scesero in piazza per i suoi funerali, qualcosa di mai visto prima. A quarant’anni da quel lutto collettivo il Libro Possibile celebra la memoria di un leader politico amatissimo, semplicemente perché aveva saputo fare ‘Opposizione’. È quello che sostiene Luca Telese e che dà il titolo alla sua imminente pubblicazione per Solferino: ‘Opposizione. L’ultima battaglia di Enrico Berlinguer’. Il saggio, in uscita il 3 giugno nelle librerie, sarà presentato per in anteprima al Libro Possibile. Un’esclusiva che ripercorre gli ultimi anni dell’avventura umana e politica di Enrico Berlinguer. Nessuna operazione nostalgia avverte l’autore: ‘C’era la guerra. C’era l’inflazione, la crisi energetica e pagavano i più poveri. Risucite a immaginare qualcosa di più attuale dell’ultima battaglia di Berlinguer?’.

Lamore necessario‘ (Marsilio) di Marcello Veneziani è una risposta acuta e diretta al tema ‘Where is the love?’. Giornalista, scrittore e intellettuale noto per le sue opere dedicate all’Italia, alle sue tradizioni e alla sua cultura, in quest’ultima pubblicazione offre una riflessione sulla società contemporanea e sull’importanza dell’amore come elemento fondamentale per superare la solitudine e la frammentazione dell’individuo. Veneziani propone una filosofia di resistenza che si contrappone all’individualismo assoluto, sottolineando l’importanza della condivisione e della relazione con gli altri.

Dario Stefàno è un politico, manager e docente universitario. È autore di diversi volumi sul turismo, tra cui $Enoturismo 4.0‘ (Agra), che presenta a #iLP24 con la coautrice Donatella Cinelli Colombini, fondatrice del%$Movimento del turismo del vino’, docente ed ex Assessora al Turismo del Comune di Siena. Si tratta di un manuale su tutto quello che c’è da sapere sulla storia del vino italiano e le potenzialità dell’enoturismo, sul quale puntare in quanto

elemento di crescita economica, culturale e sociale.

La narrazione mediatica della guerra in Medioriente è al centro del nuovo libro di Marco Travaglio, ‘Israele e i palestinesi in poche parole’ (ed. Paperfirst). Il direttore del Fatto Quotidiano racconta con sintesi e chiarezza, lontano dalle opposte tifoserie da curva sud, la Guerra dei Cent’Anni israelo-palestinese. E risponde a tutte le domande e a tutti i dubbi suscitati dagli ultimi bagni di sangue.

Nel centenario dell’assassinio di un martire della democrazia e tenace oppositore al fascismo (il 10 giugno 1924), Vittorio Zincone, giornalista e autore di ‘Piazzapulita‘ (La7), pubblica il libro ‘Matteotti. Dieci vite‘ (Neri Pozza). Attraverso la biografia del giovane deputato socialista rodigino, emerge un uomo di principi, figlio di una famiglia ricca nel povero Polesine, dotato di brillantezza giuridica e di una coerenza morale inattaccabile. La sua storia rappresenta la lotta contro l’avanzata del fascismo, con allarmi lanciati e rimasti inascoltati, e pone in luce alcuni vizi della politica e dell’informazione ancora presenti oggi.

Lo sbronzo, il molestatore, il fanatico, il violento, il ricattatore. ‘Il libro nero della magistratura’ (Baldini & Castoldi), ultimo libro scritto dal giornalista Stefano Zurlo è una miniera di storie quasi incredibili ma tutte verissime che racconta, dall’interno, i mali della magistratura. Trentaquattro storie di uomini e donne con la toga da magistrato, giudice, pubblico ministero protagonisti di vicende di corruzione, malcostume e arroganza. Giudici che hanno anteposto alla correttezza e alla sacralità del proprio difficilissimo compito interessi meschini, denaro, potere e favori.

AI, SCIENZA e INNOVAZIONE

A #iLP24 partecipa il cosmonauta Walter Villadei da pochi mesi rientrato come pilota della missione Axiom 3 sulla Stazione spaziale internazionale. Ha trascorso 23 giorni nello spazio. Villadei racconta la sua esperienza nello spazio e analizza il ruolo dell’Italia nelle missioni.

Una macchina intelligente in grado di prendere decisioni al posto dell’uomo’: se pensiamo sia questa la definizione di intelligenza artificiale, sbagliamo’. È la premessa di Massimo Chiriatti nel suo libro ‘Incoscienza artificiale. Come fanno le macchine a prevedere per noi’ (Luiss Press) Tecnologo e dirigente informatico, esperto di innovazione e futuro del lavoro Chiriatti, con la mente dello studioso e l’occhio dell’addetto ai lavori, analizza la natura dell’intelligenza artificiale e le implicazioni della sua continua e sempre più profonda interazione con l’uomo. L’autore a #iLP24 presenta la sua ultima pubblicazione assieme Luciano Floridi autore della prefazione al libro e con il prezioso intervento dello scienziato e matematico Alfio Quarteroni, numero 1 in Italia, quinto in Europa e 48mo nel mondo secondo l’ultima classifica Top Mathematics Scientists di research.com. Solo un mese fa è stato insignito con la prestigiosa Medaglia Blaise Pascal 2024 per la matematica.

Giuseppe Girgenti, esperto di Storia della filosofia antica e medievale, e Mauro Crippa, giornalista e direttore dell’informazione e della comunicazione di Mediaset, affrontano il tema dell’Intelligenza Artificiale con uno sguardo critico e riflessivo del suo impatto sulla nostra esistenza. Coautori di ‘Umano, poco umano Esercizi spirituali contro lintelligenza artificiale‘ edito da Piemme, invitano a un viaggio nel passato, nell’Atene e nella Roma classica, per attingere alla sapienza degli antichi e sviluppare nuovi esercizi spirituali. Secondo gli autori, la vera sovranità risiede nella mente umana, e solo la resistenza psicologica e culturale può contrastare la sostituzione tecnica e preservare la nostra umanità. L’incontro sarà un’occasione per esplorare il rapporto tra tradizione e modernità, e per riflettere sulle sfide che l’Intelligenza Artificiale pone alla nostra identità e alla nostra vita quotidiana.

Gabriele Gresta è a tutti gli effetti uno dei protagonisti europei di Hyperloop, il progetto mondiale del ‘trasporto del futuro’ rilanciato da Elon Musk, che prevede la creazione di treni ipersonici, capaci di viaggiare da Roma a Milano in mezz’ora. La tecnologia sviluppata è quella della levitazione magnetica passiva, che raggiunge i 1.223 chilometri l’ora all’interno di tubi a bassa pressione in cui si potrà viaggiare a pochi metri dal suolo e senza rischi. Una sfida  in open source lanciata da Musk che Gabriele Bibop Gresta, Co-Fondatore di HyperloopTT e CEO di Hyperloop IT, ha colto riunendo in Europa esperti da tutto il mondo impegnati a realizzare il progetto e condividendo ricerche, studi, iniziative. Bibop Gresta parla del suo progetto a #iLP24 in dialogo con Trifone Nuccio Altieri, già presidente di Invimit e consigliere di amministrazione di Leonardo.

Il visconte cibernetico. Italo Calvino e il sogno dellintelligenza artificiale‘, edito da Luiss Press University è scritto da Andrea Prencipe, Rettore dell’Università LUISS Guido Carli. Nel suo nuovo lavoro, Prencipe esplora il legame tra Italo Calvino e il concetto di intelligenza artificiale. Attraverso il ‘Metodo Calvino’, che si basa sul lavoro degli opposti, l’autore propone una chiave di lettura per comprendere la complessità del nostro tempo, caratterizzato da benessere e disuguaglianze, rapidi cambiamenti e resistenza umana.

‘Le relazioni umane ai tempi dellIntelligenza Artificiale Generativa’ sono al centro dell’incontro con il grande matematico Alfio Quarteroni e il Rettore dell’Università di Bari Stefano Bronzini. Il primo, come già menzionato, è  tra i più noti e autorevoli matematici applicati al mondo, professore ordinario di Analisi numerica presso il Politecnico di Milano.

Stefano Bronzini, in qualità di Rettore dell’Ateneo di Bari, promuove   studi e progetti di formazione e ricerca, con accordi di collaborazione per la trasformazione digitale e dell’intelligenza artificiale, con particolare attenzione alla  pubblica amministrazione.  I due studiosi assieme sul palco #iLP24 si confrontano a livello accademico e matematico sul valore della conoscenza e sulle sfide dell’Intelligenza Artificiale, alla luce del mutamento tecnologico in atto, che sta spostando il baricentro millenario dell’antropocentrismo, verso l’innovazione robotica e nuovi paradigmi etici, economico-sociali.

Torna anche quest’anno la rubrica #Parole di Scienza‘, realizzata in collaborazione con CNR, Politecnico di Bari, Università di Bari. Ogni sera al Libro Possibile vengono proposte delle parole che fanno da guida agli incontri con Francesco Paolo De Ceglia e Sandra Lucente. Il primo, professore di Storia della scienza all’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, ha da poco pubblicato ‘Vampyr. Storia naturale della resurrezione‘ (Einaudi). Sandra Lucente, divulgatrice scientifica, docente di Analisi Matematica e Comunicazione della Scienza all’Università di Bari è autrice del nuovo libro ‘Quanti? Tanti!‘ (Dedalo), dedicato alle potenze di dieci e alla potenza delle domande. Il libro è arricchito dalle vignette di Fabio Magnasciutti e promette di essere un viaggio affascinante nel mondo della matematica.

CLIMA

‘Where is the love?’, dov’è finito l’amore per il nostro pianeta? Come possiamo prendercene cura? Il 2023 è l’anno più caldo mai registrato nella storia. Lo ha stabilito ufficialmente a gennaio di quest’anno uno studio di Copernicus, l’Istituto europeo per il monitoraggio del cambiamento climatico. Il più caldo da quando esistono misurazioni strumentali globali (1850) e probabilmente anche da 125.000 anni. Mario Tozzi, geologo, scrittore, e noto conduttore televisivo, autore di molti libri, ultimo ‘Oltre il fango‘, edito da Rai Libri, partecipa al Libro Possibile con il monologo: ‘Homo Sapiens?’. Un’occasione di riflessione collettiva per affrontare la sfida della crisi climatica e del degrado territoriale. Tozzi esamina le conseguenze delle attività antropiche indiscriminate su fiumi e montagne, mostrando quali invece sono i comportamenti virtuosi dell’uomo che possano mitigare le manifestazioni estreme natura.

In ‘Ecofascisti‘, (ed. Einaudi) Francesca Santolini, giornalista de La Stampa e La Repubblica, esperta di temi ambientali, ripercorre la lunga storia dell’ambientalismo di estrema destra e analizza i modi in cui questo movimento si sta adattando al mondo contemporaneo. Il libro affronta il legame tra l’arcipelago delle destre radicali e la difesa dell’ambiente, sottolineando le minacce culturali, sociali e politiche che ne derivano. ‘L’ecofascismo è già una realtà’, avverte Santolini. Dialoga con l’autrice Massimo Giannini, editorialista de la Repubblica.

Annalisa Corrado, ingegnera meccanica e attivista per la giustizia climatica, ha scritto il libro ‘Pensiamo verde‘, (Piemme). Nel testo, l’autrice affronta i temi legati alla transizione ecologica, dalle fonti di energia alternativa all’eliminazione della plastica usa-e-getta, invitando i lettori a riflettere sul significato di ‘pensare verde’ e sulle azioni concrete per promuovere la sostenibilità ambientale. Il libro, scritto con passione e ottimismo, si rivolge in particolare ai giovanissimi, offrendo speranza e soluzioni per un futuro più sostenibile.

CULTURA POP

Manuel Agnelli, fondatore e frontman della band musicale Afterhours, noto al grande pubblico anche come giudice di X Factor, partecipa all’incontro con Stefano Senardi autore del libro ‘La musica è un lampo‘, (Fandango). Il celebre produttore discografico racconta la sua vita e la sua carriera, partendo dalla scintilla scoccata sin dall’infanzia con la musica di Renato Carosone e dei Beatles. Attraverso oltre 400 ricordi, Senardi offre un libro allegro e serio allo stesso tempo, che restituisce la vicenda politica degli anni, gli echi dei ‘anni di piombo’ e le atmosfere gioiose degli anni Ottanta. Un viaggio attraverso amicizie, ricordi e mille flashback, narrato dalla rockstar dei discografici.

Giuseppe Cruciani, giornalista, conduttore radiofonico e televisivo, anima de La Zanzara, programma cult su Radio 24, con ‘Via Crux’ (Cairo) ha scritto un libro che sfida il politically correct imperante, sostenendo che l’egoismo sia il motore del mondo e denunciando la perdita di libertà di espressione e autenticità nelle relazioni umane. Attraverso una serie di temi attuali, come la dittatura delle parole, il buonismo e la lobby LGBTQ+, l’autore offre una riflessione senza filtri sulla società contemporanea, invitando i lettori a mettere in discussione le convenzioni e a riscoprire la vera libertà individuale.

Luca De Gennaro, manager televisivo, conduttore radiofonico, giornalista musicale, dj, e curatore artistico della Milano Music Week, presenta il suo libro ‘Generazione alternativa 1991-1995‘ (Rizzoli). Da attento osservatore, ma anche attore e protagonista, l’autore racconta in prima persona gli anni ’90, un periodo di profonda trasformazione per la musica, dove il pop levigato degli anni ’80 viene soppiantato dalle sonorità ruvide di band come Metallica, Nirvana e Pearl Jam. De Gennaro esplora la nascita di una Generazione Alternativa affascinata dal grunge, hip hop, techno e britpop, che emerge dalle scene musicali indipendenti e conquista le hit parade planetarie.

Un viaggio incredibile attraverso lo spazio e il tempo alla ricerca dei fisici più WOW della storia, al centro dell’appuntamento con Vincenzo Schettini, per la presentazione del suo ultimo libro: ‘Ci vuole un fisico bestiale‘ (ed. Mondadori Electa). Dopo l’enorme successo de La fisica che ci piace, il prof più famoso del web ha deciso di raccontare le storie di coloro che hanno fondato la fisica moderna, indagando quanta umanità, imperfezione e vulnerabilità ognuno di loro ha saputo mostrare al mondo.

La vita, il sogno e quelle interviste condotte sottovoce, l’iconico volto della programmazione Rai, Gigi Marzullo partecipa con la ‘La vita è un sogno’ Rai Libri), raccolta delle più celebri interviste. Incontri e retroscena con i grandi personaggi del calibro di Sophia Loren, Monica Vitti, Richard Gere, Woody Allen, Fanny Ardant.

OSHO Federico Palmaroli interviene con i suoi sagaci contrappunti all’attualità raccolti in ‘Er pugno se fa co la destra o co la sinistra?‘, edito da Rizzoli, diario di viaggio dell’anno appena trascorso. Un compendio di battute folgoranti, manuale per capire la società contemporanea e per leggere tra le pieghe della politica. L’autore lo presenta con un one man show non convenzionale.

Nicoletta Romanazzi è una mental coach con vent’anni di esperienza nell’allenamento di atleti di alto livello. Si è dedicata allo studio del potenziale umano, approfondendo metodologie come il Respiro, la PNL, lo S.F.E.R.A. coaching e altro ancora. Nel suo libro, ‘La sfida delle emozioni’ (ed. Longanesi) rivela un rivoluzionario percorso di crescita e autoconoscenza che rinnova ogni luogo comune sul coaching e la performance.

Selvaggia Lucarelli, firma del Fatto Quotidiano e volto noto della TV, nel suo ultimo libro ‘Il vaso di pandoro‘, Paperfirst, con tagliente ironia ricostruisce l’inchiesta che ha cambiato per sempre il panorama degli influencer in Italia, soffermandosi sul caso ‘Chiara Ferragni’, multata dall’Antitrust per pratica commerciale scorretta. La caduta dalla vetta è rovinosa: i follower si sentono ingannati, la stampa volta le spalle e le aziende interrompono le collaborazioni. Lucarelli mette in luce come nell’era dei like, non ci si può permettere la reputazione. Un’opera che invita a riflettere sul pericolo di maneggiare un successo così effimero da poter svanire in un click.

Where is the love?’. Senza dubbio l’amore si trova nella lunga storia di amicizia che da anni lega Dario Vergassola al Libro Possibile. Presenza fissa del festival, sin dalle prime edizioni, il comico, cantautore e scrittore ligure oltre a presentare i suoi libri, diverte il pubblico con le immancabili incursioni sagaci sui palchi, con cui sottopone alcuni ospiti alle sue ‘interviste impossibili’. In questa XXIII edizione, Vergassola presenta ben due suoi libri: ‘Liguria, terra di mugugni e di bellezza‘, (Mondadori Electa), su misteri e bellezze liguri, attraverso itinerari meravigliosi che la attraversano da Ponente a Levante; e ‘I Malefici‘, una fiaba moderna e ironica, ispirata al musical omonimo, che riporta in primo piano i ‘cattivi’ delle fiabe, mostrandoli come persone capaci di sbagliare e fallire, ma non irrecuperabili.

Ghiotto e imperdibile il ‘faccia a faccia’ tra due maestri del ‘Food Made in Italy nel mondo’: Gino Sorbillo, figlio d’arte, considerato il Re della pizza napoletana, incontra Fabrizio Nonis, anche lui figlio d’arte nel campo della macellazione delle carni, oltre che ambasciatore del cibo italiano nel mondo. Fedele alla tradizione napoletana, ma anche grande innovatore, Sorbillo è Ambasciatore della pizza italiana e della pizza fritta nel mondo ed è stato premiato dal presidente Mattarella come Maestro d’Arte e Mestiere. Fabrizio Nonis, oltre a condurre una fitta attività di comunicazione anche in TV, dal 2020 è membro dell’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto e nel 2023 è stato inserito da parte del Ministro dell’Agricoltura e il Ministro della Cultura, tra i testimonial per la Candidatura della cucina Italiana a Patrimonio dell’Unesco.

Ai momenti POP si aggiunge un tocco di Jazz con l’inedito concerto-spettacolo ‘Love Letters’, declinato sul tema  di questa edizione, ‘Where is the love?’. A #iLP24 Cosimo Damiano Damato, regista, sceneggiatore, scrittore, autore di ‘HASTA sempre MARADONA’ (Aliberti), si esibisce con la splendida cantautrice jazz e swing, Simona Molinari, accompagnata alla chitarra da Egidio Marchitelli.A #iLp24 la poesia civile di Cosimo Damiano Damato incontra la canzone d’autore di Simona Molinari. Un viaggio nella poesia, storie e canzoni d’amore e libertà.

Lo spettacolo inedito e in esclusiva per il Libro Possibile vuole essere un omaggio all’attivista iraniana Narges Mohammadi. Il recital parte proprio dagli haiku e le poesie di due grandi autori iraniani: Abbas Kiarostami a Forough Farrokhzad.

ARTE
PREMIO LIBRO DARTISTA’ (II edizione)

Sono sempre partecipate e gremite le Lectio Magistralis del Libro Possibile con Vittorio Sgarbi. Il critico e divulgatore d’arte presenta  ‘Arte e fascismo. Nellarte non c’è fascismo. Nel fascismo non c’è arte’, seguendo il filone di studio sul tema proposto nella mostra tenutasi ad aprile a Rovereto e dal 2 luglio, in tutte le librerie, con l’ultimissimo libro edito da La Nave di Teseo. Da un passaggio della prefazione di Pierluigi Battista si legge: Vittorio Sgarbi segue il filo dell’arte in una storia che inizia prima del Fascismo, che dentro il ventennio cresce, e dopo il Fascismo viene spazzata via insieme alla naturale condanna del regime. Sgarbi distingue l’espressione artistica dal potere e per questo, a fianco di de Chirico, Morandi, Martini, salva dall’oblio Wildt, Guidi, la grande stagione dell’architettura e della grafica, ma anche Depero, il Futurismo e oltre, fino alla rivelazione di due scultori formidabili mai apparsi all’onore della critica, Biagio Poidimani e Domenico Ponzi.

Lo scultore milanese Edoardo Tresoldi, noto per le sue installazioni monumentali che dialogano con lo spazio circostante, interviene al Libro Possibile, sul palco con Vito Matteo Barozzi, imprenditore illuminato, fondatore e amministratore di Cobar Spa, eccellenza pugliese specializzata nella progettazione e realizzazione di opere edili monumentali pubbliche e private. L’incontro sarà l’occasione per parlare del nuovo intervento artistico di Tresoldi nell’area archeologica di San Pietro, a Bari Vecchia.

La Fondazione Pino Pascali cura alcune pagine del #iLP24 dedicate con il progetto tematico ‘Espressioni del Contemporaneo’, ciclo di presentazioni di libri dedicati all’arte e ai linguaggi contemporanei. Coinvolgerà autori di livello nazionale e internazionale come Andrea Bellini, Marco Tonelli e Lisa Parola. Il progetto mira a favorire la diffusione e la conoscenza dei linguaggi e delle storie dell’arte contemporanea attraverso la presentazione di recenti lavori editoriali, tra cui ‘Pino Pascali. La scultura e il suo doppio‘ di Marco Tonelli, ‘Storia dellArte Contemporanea‘ di Andrea Bellini e ‘Giù i monumenti?‘ di Lisa Parola. Inoltre, il 10 luglio, nel corso della serata inaugurale del Libro Possibile, verrà consegnato il Premio Libro dArtista (II edizione), che quest’anno andrà ad Alessandro Algardi, pittore e scrittore milanese noto per le sue opere calligrafiche su tela. L’opera vincitrice sarà donata alla Fondazione Pascali ed esposta durante i giorni del festival presso il museo. Il libro d’artista è una delle più suggestive espressioni di creatività contemporanea, che ha rappresentato nel tempo – e rappresenta ancora oggi – un’affascinante manifestazione delle attitudini più autentiche degli artisti che, dalle Avanguardie storiche in poi, si sono cimentati in questa particolare produzione.

Per la prima volta quest’anno, il Libro Possibile ha previsto, in piazza Aldo Moro a Polignano a Mare e a Marina Piccola a Vieste, un servizio di traduzione automatica in tempo reale (AI-generated real-time translation). Gli utenti possono scegliere di seguire la traduzione nella lingua prescelta leggendola sullo screen del cellulare o ascoltando la versione audio. Basterà inquadrare il QR code che si troverà sul sito e sulle brochure per seguire il link che apparirà.

Per tutte le informazioni e gli aggiornamenti consultare il sito www.libropossibile.com o l’app del Libro Possibile, disponibile per IOS e Android, con notifiche e aggiornamenti in tempo reale sul programma.

Media Partner: Sky TG24, Gruppo Norba, TGR, Rai Puglia, Rai Radio3.

Il Libro Possibile è sostenuto dalla Regione Puglia, dal Comune di Vieste e dal Comune di Polignano a Mare.

Direttrice artistica il Libro Possibile: Rosella Santoro

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Calici di Puglia
Promo Manfredi Ricevimenti
Casa di Cura San Michele
Centro Commerciale Gargano

Comunicato Stampa

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ilsipontino.netPer segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati