Storia

I Quattro Soci: costruttori per eccellenza di una Manfredonia dalla mente fertile

 APPROFITTO proprio oggi che si festeggia SAN Vincenzo Ferreri – “Patrono dei costruttori” – per ricordare con questo santo la storia dell’edilizia a Manfredonia … quando i costruttori erano persone corrette e perbene e i muratori amavano il loro lavoro ubbidienti e rispettosi ,dal carattere di  brava gente.

La vita era fatta di cuore e le giornate erano respiri di ore lieti e di fatica pesante, ma dall’ essere felici, di ogni giorno che scorreva fino la sera. La saggezza era una parola sola, ed era un’unica cosa ,la terra della percezione della responsabilità fatta di rispetto, come il cielo di un tempo passato. Voglio ricordavi i noti “Quattro Soci” – costruttori per eccellenza – che costruirono tanti palazzi in paese…e fecero tanti opere di beneficenza – come ritratti dalla foto dell’epoca davvero di sacrifici ma di anima vera.

I nomi dei costruttori… I Quattro Socjie – era costituito: da Giuseppe Del Vecchio,(detto Scipione) Gaetano Telera detto Cosimino)Antonio D’Ascanio – Ciro Angelillis – ma nella foto c’è anche un amico di sempre – Giovanni Clemente ,detto l’americano emigrato in Venezuela nel 1948 – lo vediamo in un bel ricordo con Padre Tempesta,che ha soggiornato anche nel nostro convento di Santa Maria.


Padre Tempesta era amico dei 4 SOCI, i quali offrirono l’ altare e la pavimentazione alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie. Mi sembra un dovere ricordare persone che hanno fatto la storia dell’edilizia a Manfredonia. ❤️


Foto: di Giacomo Telera


Di Claudio Castriotta 

Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti
Promo UnipolSai ilSipontino.net

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati