Attualità CapitanataAttualità Manfredonia

Giorno della Memoria: riconoscimento per tre sipontini

27 gennaio – Giorno della Memoria. I diritti e la libertà di cui beneficiamo democraticamente oggi, sono il frutto di eroiche battaglie ed atroci sofferenze di moltissimi italiani nel corso della storia del secolo scorso; un incommensurabile patrimonio civico-culturale che non possiamo dimenticare e disperdere, ma che va radicato e rafforzato nelle nostre comunità, in particolar modo tra i più giovani, affinchè non dimentichino e non ripetino gli errori e gli orrori del passato.

Michele Decembrino, Matteo Romano Triventi e Antonio Zoccano sono tre concittadini che, nella Seconda Guerra Mondiale, da militari sono stati internati nei campi di concentramento e fatti prigionieri di guerra. Con orgoglio ed emozione questa mattina, in occasione della ricorrenza del ” Giorno della Memoria “, presso la Prefettura di Foggia, assieme al Prefetto Maurizio Valiante, ho consegnato ai loro famigliari la Medaglia d’Onore del Presidente della Repubblica, omaggiando il loro operato.

Tale riconoscimento, istituito con Legge n. 296 del 27 dicembre 2006, viene conferito con Decreto del Presidente della Repubblica ai cittadini italiani, militari e civili, deportati e internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra e ai familiari dei deceduti. Un riconoscimento per ricordare la Shoa, ovverosia lo sterminio e le persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti e rendere omaggio alle numerose vittime, nonché a tutti coloro che, a rischio della propria vita, si sono opposti al progetto di sterminio ed hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati, poi riconosciuti “Giusti fra le Nazioni”.

Michele Dicembrino è nato a Manfredonia il 2 gennaio 1914 e, dal 22 ottobre 1943 al 13 aprile 1945, è stato internato in un Campo di concentramento per prigionieri di guerra in Germania. Nella cerimonia odierna a ritirare l’onorificenza è stata sua figlia Maria Felicia.

Matteo Romano Triventi è nato a Manfredonia il 20 settembre 1921 e, dal 9 settembre 1943 al 10 ottobre 1944, è stato internato in un Campo di concentramento per prigionieri di guerra in Germania. Nella cerimonia odierna a ritirare l’onorificenza è stato suo figlio Ruggiero.

Antonio Zoccano è nato a San Giovanni Rotondo il 4 giugno 1923 e , dal 15 settembre 1943 all’8 maggio 1945, è stato internato in un Campo di concentramento per prigionieri di guerra in Polonia. Nella cerimonia odierna a ritirare l’onorificenza è stato suo figlio Francesco.

A Michele, Matteo Romano e Antonio, ed a tutti quelli che hanno lottato per un mondo migliore, il nostro più sentito grazie e l’impegno a far si che tali battaglie per l’umanità non siano rese vane.

Promo Manfredi Ricevimenti
Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net