Attualità Italia

Erin Doom, scrittrice da 700mila copie, svela la sua identità. “Sapevano di me solo sette persone”

Casa di Cura San Michele
Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti
Promo UnipolSai ilSipontino.net

Erin Doom ha finalmente un volto. Doom, autrice di libri da 700mila copie grazie ai suoi titoli “Nel modo in cui cade la neve” e “Fabbricante di lacrime” (libro più venduto nel 2022), per la prima volta a “Che tempo che fa” da Fabio Fazio ha svelato la sua identità. Il suo vero nome è Matilde, ha circa trenta anni, vive in Emilia-Romagna, ha studiato giurisprudenza e ha cominciato a scrivere – nell’anonimato – proprio negli anni universitari. “Ho studiato legge e ho iniziato a scrivere durante l’università. Di giorno studiavo e la notte facevo appunti al computer. Ora i mei non devono più mantenere il segreto: lo sanno solo la mia famiglia e le mie più care amiche, sette persone in tutto”.

I suoi racconti erano stati pubblicati su Wattpad, la piattaforma di autopubblicazione dove le storie incontrano liberamente lettrici e lettori, prima della pubblicazioni per Magazzini Salani. Grazie a TikTok e alla capacità di raccontare storie vicine ai sentimenti dei più giovani, Doom è diventata in pochi anni un vero e proprio fenomeno letterario virale. “Sono sempre stata una persona molto introversa, molto riservata. Quando ho iniziato questo percorso ho scelto lo pseudonimo e l’anonimato per viverlo nel modo più confacente alla mia indole. È stato un compromesso, tante volte ho sentito che mi stavo perdendo qualcosa, come la possibilità di incontrare i miei fan”. 

La scrittrice, poi, ha spiegato la genesi del suo nome e del suo cognome di fantasia. “Erin è un nome di origine irlandese che richiama i concetti di libertà, natura, spazi aperti. Doom mi piaceva per l’ambivalenza, perché in inglese vuol dire condanna e destino, e ogni cosa, a seconda di come noi ce la viviamo, ha un’accezione negativa e positiva”.

Dopo i primi sue due romanzi da 700mila copie il 16 maggio uscirà “Stigma”, primo capitolo di una nuova saga che vede protagonisti Mireya e Andras. “Questa storia nasce molti anni fa e tocca valori molto importanti: l’amore, l’amicizia e i legami familiari”.

Casa di Cura San Michele
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti
Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche

Articoli correlati