Politica Italia

Ciuffreda e Valentino: “Entrambi siamo iscritti e dirigenti del Pd e ne siamo fieri”

Troppo spesso si parla di città in declino da trent’anni. Gli stessi trent’anni durante i quali uno dei componenti degli esperti che ha nominato il sindaco, è stato presente in consiglio comunale per ben ventiquattro anni di cui diciannove ricoprendo incarichi di primo livello come assessore e presidente del consiglio, oltre che consigliere provinciale, e visto che noi non rinneghiamo il passato, siamo felici che il sindaco abbia fatto una scelta del genere.

Ma andiamo oltre. L’attuale rappresentante istituzionale di una mascherata lista civica/associazione è stato consigliere comunale di maggioranza per ben 9 anni lì seduto nella maggioranza a votare tutti quei provvedimenti che a loro avviso avrebbero portato al declino la città ma ci chiediamo come mai non ha mai votato contro provvedimenti definiti disastrosi?

Come mai non si è mai dissociato da chi, compreso il componente dello staff dell’attuale sindaco, stava portando al declino la città?

Complice di quella situazione o altro?

Noi siamo stati eletti nella lista “Progressisti dem”, un progetto politico dove sono confluiti Partito Democratico, Verdi, Articolo Uno,  Rifondazione Comunista e Pop Officine Popolari, non un accozzaglia di individualità incapaci di esprimere un consigliere comunale ma un disegno politico chiaro e con una visione di futuro ben precisa.

E non nascondiamo a nessuno che entrambi siamo iscritti e dirigenti del Partito Democratico e ne siamo fieri e non ci nascondiamo dietro nessun paravento ma fino a che il progetto dei progressisti dem resta operativo resteremo i rappresentanti e garanti delle forze politiche che hanno animato Il progetto.

Noi non rinneghiamo il passato, noi dagli errori del passato stiamo cercando di scrivere un futuro diverso per questa città perché in politica come nella vita quando si fa si rischia di sbagliare e dagli errori possono nascere solo ed esclusivamente cose positive.

Ora veniamo alle parole poco simpatiche dell’assessore Libero Palumbo, un detto recita  ” parole poco pensate portano peso “. È la regola delle cinque “p” e sarebbe raccomandabile da parte di qualsiasi soggetto, ma a maggior ragione da parte di chi ha un ruolo istituzionale, riflettere su quel che si afferma anche se in vena scherzosa.

A nostro avviso l’aspetto più scioccante è che anziché riflettere sull’accaduto, il Palumbo si è affrettato a rinnegare un passato d cui è stato protagonista e, come amava ripetere, sostenitore “senza se e senza ma”, e, insieme ai suoi nuovi amici e sodali, ha cominciato ad aggredire le opposizioni e a lanciare insulti di bassa lega. 

Sarebbe stato più onorevole per lui chiedere scusa, solo scusa, con un sano passo di lato.

Ciuffreda Massimo e Maria Rita Valentino, dirigenti del Partito Democratico e componenti dei Progressisti Dem all’interno del Consiglio Comunale.

Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati