Eventi

Cerimonia di avvicendamento del Comandante del 21° Reggimento Artiglieria Terrestre ‘Trieste’

Questa mattina, presso la Caserma “Pedone” di Foggia, alla presenza del Comandante della Brigata Meccanizzata “Pinerolo”, Generale di Brigata Luciano Antoci e delle massime autorità civili, militari e religiose della città, si è svolta la cerimonia di avvicendamento del Comandante del 21° Reggimento Artiglieria Terrestre “Trieste”, tra il Colonnello Andrea Gallieni, cedente, e il Colonnello Virginio Cameli, subentrante.

Presente anche il Comune di Manfredonia con il sindaco Gianni Rotice ed il Gonfalone della città.

Il Colonnello Gallieni, nel suo discorso di commiato, ha ricordato gli impegni che negli ultimi due anni hanno interessato il Reggimento, primo tra tutti la partecipazione alle Operazioni EOS e ATHENA/IGEA in supporto al Ministero della Salute, per contrastare la diffusione del virus COVID-19, mediante l’impiego di team sanitari per effettuare tamponi, vaccinazioni e team di disinfettori nelle Regioni Molise, Umbria e Lombardia. Contestualmente, sono state svolte altre attività operative e addestrative tra cui di rilievo l’“Hub addestrativo divisionale con armi a tiro curvo” presso il Poligono di Monteromano, dove ha avuto il compito di gestire le attività di cooperazione tra unità di Artiglieria e Fanteria al fine di accrescere le capacità di coordinamento e integrazione tra esse.

Il Reggimento, inoltre, ha contribuito all’Operazione “Strade Sicure”, impiegando il proprio personale nel Raggruppamento Campania e negli assetti schierati nella città di Potenza.

Il Colonnello Andrea Gallieni, nel suo successivo incarico, sarà impiegato all’estero.

Il nuovo Comandante del Reggimento, Colonnello Virginio Cameli, proviene dal Comando per la Formazione Specializzazione e Dottrina dell’Esercito Italiano che ha sede a Roma.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button