Attualità

Casa Sollievo: Michele, Anthony e Lucia finalmente a casa

Dopo un mese di ricovero in Neonatologia-Terapia Intensiva Neonatale, Michele, Anthony e Lucia, i 3 neonati gemellini, oggi torneranno finalmente a casa nel piccolo paesino di Casalvecchio di Puglia, sul Sub Appenino Dauno, con mamma Florence, ex assistente di volo originaria di Toronto, in Canada, e papà Giuseppe, commerciante.

I 3 gemelli sono nati pochi giorni prima di Natale, il 21 dicembre, grazie ad un parto cesareo eseguito nell’Unità di Ostetricia e Ginecologia. Alla nascita due di loro pesavano meno di un chilo e mezzo, il terzo 1.950 grammi. Sono stati subito presi in carico dall’Unità di Neonatologia per un’insufficienza respiratoria e per il peso relativamente basso di due di loro.

«I piccoli stanno bene, hanno avuto necessità di assistenza respiratoria alla nascita, ed hanno risposto molto bene alle terapie – ha spiegato Antonio Mondelli, medico responsabile dell’Unità di Neonatologia dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza –. Sono stati monitorati, sottoposti a fototerapia, accuditi e nutriti sia con latte materno sia con il latte donato dalle altre mamme e bancato in Ospedale. Un parto trigemino è un evento piuttosto raro – ha concluso il neonatologo –, Florence e Giuseppe saranno due ottimi genitori e siamo felici che questi tre piccoli vadano a vivere a Casalvecchio di Puglia, in un piccolo paesino di 1.700 abitanti del Sub Appenino Dauno».

Adesso, dopo quasi un mese di cure, sono pronti per tornare a casa.

«Vogliamo ringraziare tutti coloro che si sono presi cura dei nostri piccoli nell’Unità di Ostetrica e Ginecologia di San Giovanni Rotondo – hanno sottolineato papà Giuseppe e mamma Florence ­­–. Un ringraziamento particolare è doveroso rivolgerlo al direttore di Ginecologia di Casa Sollievo, Natale Sciannamè, e al ginecologo Lorenzo Vasciaveo, dell’Ostetricia e Ginecologia universitaria dell’Ospedali Riuniti di Foggia, che in tandem ci hanno assistito durante la gravidanza. L’ultima ringraziamento a medici e infermieri della Neonatologia che per quasi un mese si sono presi cura dei nostri piccoli con tanto amore. Non vi dimenticheremo mai, vi porteremo sempre nel cuore».

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button