Cronaca CapitanataVieste

Ancora oltraggi e violenze contro le Forze dell’Ordine, due carabinieri aggrediti a Vieste. Nuovo Sindacato Carabinieri Puglia: “Solidarietà ai colleghi, chiediamo al governo interventi immediati”

Promo Manfredi Ricevimenti
Promo Manfredi Ricevimenti
Centro Commerciale Gargano
Matteo Gentile
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Domenico La Marca

Ancora oltraggi e violenze contro le Forze dell’Ordine, due carabinieri aggrediti a Vieste. Nuovo Sindacato Carabinieri Puglia: “Solidarietà ai colleghi, chiediamo al governo interventi immediati”

In merito all’aggressione di due carabinieri avvenuta a Vieste, in provincia di Foggia nella notte tra il 10 e l’11 maggio scorsi, durante un intervento per sedare una rissa tra un gruppo di giovani in un parcheggio del lungomare Europa, si registra l’intervento della Segreteria Regionale di NSC Puglia. 

“Ancora oltraggi e violenze contro le Forze dell’Ordine – si legge in una nota della Segreteria del Nuovo Sindacato Carabinieri Puglia – ma tutto questo è normale?”.

Nell’esprimere solidarietà ai colleghi, la sigla chiede al governo 
“di prendere decisioni immediate e concrete a tutela delle Forze dell’Ordine”. 

Un invito esteso a tutta la classe politica, opposizione inclusa, affinché si adottino provvedimenti “che non inducano i ragazzini – si legge ancora – a comportarsi come delinquenti conclamati, certi di rimanere impuniti”. 

“Il fatto accaduto a Vieste, l’ultimo di una lunghissima serie – conclude la Segreteria –  dimostra chiaramente che le belle parole e i buoni propositi non servono a nulla: bisogna decidere che tipo di Forze dell’Ordine si voglia, se spaventapasseri o tutori dell’ordine e rappresentanti dello Stato”. 

Centro Commerciale Gargano
Promo Manfredi Ricevimenti
Promo Manfredi Ricevimenti
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Domenico La Marca

Comunicato Stampa

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ilsipontino.netPer segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati