Cronaca Capitanata

Aggressione a dipendente Ase, mons. Moscone: “Gesti che vanno combattuti da tutti, non solo dalle Istituzioni”

Centro Commerciale Gargano
Casa di Cura San Michele
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti

A seguito della violenta aggressione intimidatoria, perpetrata nei confronti del
sig. Domenico Manzella, dipendente dell’Ase di Manfredonia, come Arcivescovo di
questa magnifica città condanno fermamente l’insano atto criminoso.

E’ un comportamento che non porta da nessuna parte, per cui sento vivamente di
partecipare alla vittima dell’aggressione la vicinanza e la solidarietà mia personale e
dell’intera Chiesa che vive in Manfredonia.


Non si può tacere davanti all’ennesimo atto a danno di un dipendente
nell’esercizio delle sue funzioni di organizzazione del lavoro di un’azienda
municipalizzata grande, che richiede coraggio, competenza e determinazione.

Il metodo mafioso della violenza personale, proprio della criminalità che si sente
‘forte’ ed agisce con prepotenza, anche se è di pochi, purtroppo continua a persiste
tra noi.

Questi gesti intimidatori, atti di violenza e di inciviltà vanno combattuti senza
timore da tutti, e non solo dalle Istituzioni, perché tutti indistintamente siamo
chiamati a schierarci dalla parte della legalità e della convivenza civile e a
testimoniarle e perseguirle con fermezza, ogni giorno e in ogni circostanza.


Al sig. Domenico Manzella e a quanti si impegnano quotidianamente dentro e
fuori le Istituzioni, ad ogni titolo e grado, per la lotta alla trasparenza e alla legalità,
continuo fermamente a ribadire: ‘coraggio, è la strada giusta!


Manfredonia, 4 luglio 2022

p. Franco Moscone crs
arcivescovo

Centro Commerciale Gargano
Promo Manfredi Ricevimenti
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Casa di Cura San Michele

Comunicato Stampa

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ilsipontino.netPer segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati