Violazione obblighi sorveglianza speciale, in arresto 50enne di Manfredonia

Nella mattinata di ieri gli Agenti del Commissariato di P.S. di Manfredonia hanno tratto in arresto il sorvegliato speciale Del Nobile Antonio di anni 50, con numerosissimi reati contro il patrimonio

L’uomo si è reso responsabile della violazione degli obblighi derivanti dalla sorveglianza speciale, in particolare del divieto di uscire dalla propria abitazione prima delle ore 07.00.

A seguito dei numerosi furti perpetrati a bordo delle autovetture in sosta, che avvengono soprattutto alle prime luci dell’alba, al fine di contrastare tale fenomeno, da parte del Commissariato di P.S. di Manfredonia venivano intensificati servizi di controllo del territorio e dei soggetti dediti a tale tipo di reato, tra questi Del Nobile Antonio.

Gli Agenti si portavano presso l’abitazione del Del Nobile alle prime luci dell’alba per verificare la sua presenza, ma al momento del controllo non veniva trovato.

Iniziava così la ricerca del Del Nobile che veniva rintracciato e tratto in arresto poiché era risultato essere assente al controllo presso la propria abitazione.

Già nelle scorse settimane il Del Nobile era stato denunciato da personale di questo Commissariato per altre violazioni inerenti gli obblighi imposti dalla sorveglianza speciale e per reati contro il patrimonio.

Lo scorso mese di novembre il Del Nobile veniva sorpreso, con un altro pregiudicato, a bordo di una vettura sulla quale erano state rinvenute due biciclette che erano state coperte con un telo.

Le indagini svolte nelle immediatezze dei fatti, consentivano di appurare che le biciclette erano state asportate nella notte dall’interno di un magazzino, dove tra l’altro erano stati rubati anche degli strumenti musicali di ingente valore.

A seguito di quanto accertato, il Del Nobile e il pregiudicato in sua compagnia, venivano deferiti all’A.G. per il reato di ricettazione.

Dopo qualche giorno il Del Nobile veniva deferito all’A.G. per il tentativo di un furto a bordo di un’autovettura. In quella circostanza il Del Nobile, dopo aver già forzato il cilindretto della serratura, veniva scoperto da alcuni passanti che davano immediatamente l’allarme al 113. Anche se il Del Nobile si era già allontanato al momento dell’arrivo della Volante, le indagini esperite nelle immediatezze dei fatti, consentivano di individuare in Del NobileAntonio l’autore del tentato furto, che pertanto veniva deferito all’A.G.

Oltre alle diverse denunce per reati contro il patrimonio, diverse sono state anche le segnalazioni all’A.G. per le reiterate violazioni agli obblighi imposti dalla misura di prevenzione della sorveglianza speciale alla quale il Del Nobile è sottoposto. In particolare diverse volte è stato controllato in compagnia di altri soggetti pregiudicati e spesso non rispettava gli orari di uscita dalla propria abitazione.

Dopo le formalità di rito, così come disposto dall’A.G. procedente, Del Nobile Antonio è stato condotto presso la propria abitazione della mamma in regime degli arresti domiciliari, in attesa della celebrazione del processo con il rito della direttissima.


TAG


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*