Lavoro

Vieste protagonista al Job&Orienta di Verona

VIESTE PROTAGONISTA AL JOB&ORIENTA DI VERONA. NOBILETTI: “NUOVE OPPORTUNITA’ PER I NOSTRI GIOVANI”

C’era anche il Comune di Vieste, unico della Puglia insieme a Galatina ad essere stati invitati  all’edizione 2022 JOB&Orienta, il più grande salone nazionale dedicato ai temi dell’orientamento, scuola, formazione e lavoro, svoltosi  a Verona. La partecipazione, fortemente sostenuta dall’assessore regionale Sebastiano Leo, è finalizzata a conseguire alcuni degli obiettivi prioritari dell’Assessorato all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Puglia, ossia promuovere e potenziare il sistema d’istruzione e formazione regionale e, al contempo, incrementarne l’attrattività verso studenti provenienti da ogni regione d’Italia, oltre a costruire sinergie con gli altri stakeholders nazionali presenti al Salone in questi giorni. Protagonista di questa edizione del J&O è il Sistema ITS della Puglia che con i suoi sette percorsi formativi altamente qualificati,  è stato ospite nello spazio espositivo della Regione Puglia.

Non solo ITS ma anche eccellenze del mondo della scuola della Puglia a Job&Orienta 2022, ospiti nello stand regionale per presentare le loro attività. La Puglia presente anche nella Casa delle Regioni per presentare tre buone pratiche in tema di orientamento, formazione e accompagnamento al lavoro: la misura sperimentale Punti Cardinali con l’esperienza diretta di alcuni Comuni che hanno aderito, in primis il Comune di Vieste rappresentato a Verona dal sindaco Giuseppe Nobiletti e dall’assessore al Turismo, Rossella Falcone.

Nobiletti ha presentato il progetto “Job Day” nell’ambito dell’Avviso pubblico Punti Cardinali, illustrato dalla direttrice del Dipartimento Politiche del Lavoro, Istruzione e Formazione della Regione Puglia, Silvia Pellegrini. “Questo progetto ha l’obiettivo di consentire lo sviluppo del cittadino in modo identitario, consentirgli di prendere decisioni personali e professionali consapevoli, facilitare l’incontro tra la domanda e l’offerta di formazione e tra domanda e offerta di lavoro. Sono stati individuati, per questo, modelli d’intervento per favorire l’introduzione di approcci innovativi alla dimensione orientativa dell’individuo attraverso la realizzazione di progetti declinati nelle attività individuate”. 

Secondo un’analisi territoriale e della popolazione, sono state sviluppate delle attività correlate alle caratteristiche singolari del territorio. “I Punti Cardinali rappresentano un’importanza rilevante, perché permettono di aprire opportunità dal punto di vista del welfare e favorire così l’accesso al mondo del lavoro dei nostri giovani, costretti molto spesso ad emigrare altrove. Le attività  – aggiunge il sindaco, Giuseppe Nobiletti – si terranno presso il Museo Civico Petrone di Vieste, luogo soggetto a ristrutturazione effettuata con fondi strutturali e facilmente accessibile a tutti. I destinatari sono studenti di ogni ordine e grado, disoccupati, inoccupati e giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni”. Per lo sviluppo del progetto sono stati coinvolti partner operanti in realtà locali e nazionali, tra cui: Adtm Srl, APL privato accreditato presso la Regione Puglia, Factory Co.stru.i.re consulenza per l’imprenditorialità, Humangest Spa opera nella ricerca e selezione del personale, Università degli Studi di Foggia, Aka Srl ente di formazione accreditato presso la Regione Puglia, Consorzio IN.TE.SE consorzio che opera nella formazione finanziata. “Gli obbiettivi – ha aggiunto il sindaco –  sono di grande importanza sociale perché svolgerebbero una funzione di integrazione di persone diversamente abili, creare un’alternativa motivante che allontani i giovani dalle possibili situazioni di disagio socio economico o devianza, avvicinare al mondo della musica e sviluppare le potenzialità creative dei soggetti coinvolti”.

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button