Attualità ManfredoniaManfredoniaNatura

Stop al polistirolo in mare, sbarca a Manfredonia “DuWo”

STOP AL POLISTIROLO IN MARE. Sbarca nel porto di Manfredonia “DuWo”, la cassetta sostenibile, riciclabile e intelligente.

Passo in avanti nella sostenibilità della pesca. Anche i pescatori di Manfredonia ricevono le cassette DuWo.

A consegnarle alla marineria manfredoniana, Pasquale Emanuele Capuano, presidente dei giovani imprenditori di CONFCOMMERCIO e titolare della F.lli CROCE e CAPUANO s.r.l., piccola-media azienda pugliese, operante, da circa 40 anni, nel commercio all’ingrosso del pesce fresco.


In occasione dell’apertura del nuovo stabilimento produttivo, Pasquale Emanuele Capuano, con il pieno sostegno di soci e staff, ha deciso di intraprendere una sfida, in termini sia economici che logistici, proponendosi tra i pionieri nell’applicazione di packaging sostenibile nella filiera ittica. Troppa è la voglia di portare il buon esempio all’interno di un mondo complesso, fatto di equilibri delicati, caratterizzato da intensi ritmi commerciali, spesso poco compatibili con il concetto di sostenibilità.


La problematica legata alla difficile gestione del packaging primario, quello utilizzato nella prima parte della filiera ittica, ovvero le cassette di polistirolo, è ormai nota e sotto la lente di ingrandimento di istituzioni nazionali ed europee. Dall’oggettiva difficoltà di riutilizzo fino al suo smaltimento, l’intero ciclo di questo materiale è caratterizzato dall’inesorabile accumulo di parte dello stesso nell’ambiente. Il polistirolo delle cassette, infatti, sgretolandosi e disperdendosi nell’ambiente, alimenta il fenomeno delle microplastiche, con ripercussioni negative sull’ambiente marino e inevitabili interazioni nella catena alimentare.


Con la collaborazione di clienti selezionati, l’azienda inizierà ad introdurre un primo blocco di cassette intelligenti al fine di sensibilizzare i vari attori della filiera, quindi di valutare e affrontare le problematiche insorgenti all’introduzione sul mercato del nuovo strumento, grazie al quale sarà possibile tracciare sia l’imballaggio che l’effettivo lavaggio dello stesso. La percentuale di cassette intelligenti è destinata a crescere nell’ottica dell’obiettivo aziendale “Polistirolo Free”.  “Un percorso che prosegue nel consenso generale”, spiega Pasquale Capuano, che aggiunge: “Dopo ogni consegna diventa sempre più concreto l’obiettivo finale della tutela della biodiversità marina, innalzando in questo modo la qualità totale dell’intera filiera produttiva.

La cassetta intelligente dotata di microchip, oltre che sostituire l’inquinante polistirolo con un prodotto in plastica riutilizzabile e riciclabile, consente di tracciare il pescato. Il tutto per garantire al consumatore finale il massimo della sicurezza e della qualità del pescato”.

Le cassette DuWo, realizzate dalla società Campania Plastica, sono in polipropilene, un materiale riutilizzabile. Sono interamente riciclabili e tracciabili grazie ad un microchip Rfid, che consente di seguire il percorso sia del contenitore che del contenuto. “Con le nuove cassette, rigide e riutilizzabili, nonché riciclabili a fine uso, – conclude Pasquale Capuano – ci sarà di fatto la ripresa di una tradizione, quella del recupero e lavaggio delle cassette, la cui sostituzione con il polistirolo non era stata sufficientemente considerata in termini di impatto ambientale. Un ritorno alla tradizione, quindi, ma all’insegna del miglioramento qualitativo dell’intera filiera” .


Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati