fbpx
Economia

Recovery: fondi a porti Sud, anche Brindisi e Manfredonia

Sono due le opere in Puglia previste per i porti del Mezzogiorno dal Recovery Fund, secondo un’anticipazione del Rapporto Sud del Sole 24 Ore.

Il completamento delle banchine della cassa di colmata a Brindisi (88 milioni) e il molo alti fondali a Manfredonia (Foggia) per 80 milioni. L’apertura del giornale è infatti dedicata ai porti del Sud per i quali è in arrivo una dote di circa 1,4 miliardi, ovvero il 43% destinato al Mezzogiorno dei “2,6 miliardi (da spendere tra il 2021 e il 2026) del Fondo complementare al Pnrr, integrati da ulteriori fondi del ministero per circa 600 milioni”. Tra gli altri temi affrontati, le imprese pugliesi sono, assieme a quelle campane e molisane, le più esposte alla criminalità informatica, secondo una ricerca, su 20 tra le principali 100 imprese per fatturato del Mezzogiorno. Sono mediamente 50 le vulnerabilità per azienda individuate in Puglia, stessa esposizione per le imprese campane e del Molise. Segue la Sicilia con una media di vulnerabilità tra 26 e 50, infine Basilicata, Calabria e Sardegna con 1-25 di vulnerabilità. Secondo lo studio elaborato, nel campione di aziende esaminate sono state identificate 489 vulnerabilità potenziali: in media 24 per azienda.

Attenzione anche al piano per i lavori di bonifica nell’area di Taranto, in vista della chiusura del primo anno di mandato del commissario Demetrio Martino, che è anche il prefetto della città: “dalla gara d’appalto per il cimitero al risanamento del Mar Piccolo”, con il Mercato ittico “da rimuovere perché inutilizzato. Da rivedere anche il caso Statte, dove bisogna intervenire”.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button