fbpx
Cronaca

Nigeriano ucciso questa mattina, indagano gli agenti della mobile di Foggia

Gli agenti della squadra mobile di Foggia stanno indagando sulla morte di un nigeriano di circa 30 anni, deceduto questa mattina, dopo essere stato ferito con una coltellata ad un braccio al termine di un litigio.

Secondo quanto accertato dagli investigatori il fatto sarebbe avvenuto nella zona della ex Pista di Borgo Mezzanone, il ghetto che si trova ad una decina di chilometri da Foggia e dove vivono migliaia di migranti.

La vittima, dopo essere stata accoltellata, è stata trasportata da altri migranti al vicino Cara dove è stata medicata dal personale del 118 il cui medico non ha potuto far altro che constatare il decesso. Gli investigatori e il medico legale dovranno ora capire se la ferita al braccio abbia reciso un’arteria omerale causandogli una emorragia risultata letale. O se la morte sia stata causata da altra causa. Gli agenti di polizia stanno sentendo numerosi ospiti del ghetto per cercare di risalire all’autore dell’aggressione e al movente del litigio.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button