fbpx
Eventi

Natale tra ri-aperture e coprifuoco: il Governo studia il nuovo Dpcm

A Natale non ci sarà un via libera totale: niente cenoni con grandi tavolate (si parla già di un limite di sei persone nelle riunioni a casa) niente feste in discoteca (rimarranno chiuse), niente assembramenti in strada, e soste vietate davanti ai locali. Ma si ragiona su un’apertura prolungata dei negozi, per spalmare si più ore l’afflusso di clienti. Il governo pensa anche a ingressi contingentati nelle vie dello shopping, per evitare la folla davanti e dentro gli esercizi commerciali.

Le norme attualmente in vigore, come il coprifuoco alle 22, saranno valide fino al prossimo 3 dicembre. Poi potrebbe esserci un allentamento, soprattutto per quanto riguarda gli orari di bar e ristoranti, per dare un po’ di respiro ai gestori delle attività, a partire già dal week end dell’Immacolata. L’esecutivo starebbe valutando l’apertura dei ristoranti la sera nelle zone gialle. Per la consumazione al tavolo potrebbe tornare il limite massimo di 6 clienti. Non è ancora chiaro però se i centri commerciali potranno riaprire nei fine settimana, come chiedono i governatori.

Il coprifuoco però potrebbe slittare di un’ora, forse due. Ci saranno naturalmente anche divieti per gli spostamenti, soprattutto verso da e verso quei territori dove i contagi sono più alti. Non è prevista quindi un’apertura indiscriminata dei confini.

tratto da: https://www.fanpage.it/politica/governo-al-lavoro-su-nuovo-dpcm-per-natale-non-ci-sara-unapertura-dei-confini-indiscriminata/
https://www.fanpage.it/

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button