fbpx
NaturaSocialSport

Ibra fa ancora discutere: avrebbe ucciso un leone a caccia. Associazione diritti animali: “Un codardo”

Non si è fatta attendere la presa di posizione della Peta, organizzazione che si occupa dei diritti degli animali, alla notizia, secondo la quale, il giocatore del Milan Ibrahimovic nel 2011 in Sudafrica avrebbe ucciso un leone e si sarebbe poi fatto spedire cranio, mascella e pelle, per metterli in mostra nella sua residenza di Malmoe.

“A Zlatan Ibrahimovic piace definirsi un leone, feroce e forte, ma il suo piacere nell’uccidere leoni e altri animali dimostra che è un miserabile codardo che asseconda le sue tendenze violente. Non ci vuole abilità o forza per mettere all’angolo e sparare a un animale in cattività che non ha mai avuto la possibilità di scappare, reagire o sopravvivere – si legge in una nota -. Chiunque abbia una coscienza rimarrebbe sconvolto dall’idea di uccidere animali per un semplice brivido o di mettere in mostra le loro parti del corpo – e Ibrahimovic deve riconoscerlo e rifiutare la caccia ai trofei”.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button