Politica

Situazione ferroviaria Capitanata, Caratù: “Servono impegni concreti”

“Tratta Manfredonia/Foggia, Treni/Gargano, Treno/Tram. Quando in questa città la politica parlerà di futuro, di sviluppo di programmazione  lungimirante? In questi giorni sui social spopola una petizione popolare, super condivisa, atta a riattivare la tratta ferroviaria Manfredonia/Foggia.

 L’attivissimo amico On. antonio Tasso ha fatto un interrogazione in merito, alla commissione trasporti della camera dei deputati. Un bailamme di tutti gli attori politici o presunti tali ( molti ) per non essere assenti su questa comparsata della “ sommossa di popolo “ in favore della littorina.

Il Presidente Emiliano che, evidentemente, in questo periodo ha bisogno di tagliare nastri: si inventa il treno del Gargano che arriva a Foggia. Provocando una puntita reazione delL’attivissimo vice Presidente del Consiglio Regionale della Puglia,il quale sfida Emiliano portandogli in dono una mappa del Gargano. Giandiego sa benissimo che il Presidente, non sa, forse, o perlomeno non considera, la provincia di Foggia strategica per lo sviluppo della Puglia. E poi ci sono i soldi spesi per il treno/tram per la realizzazione della stazione ovest di Manfredonia. (Tecnologia mai omologata da RFI ) quindi inutilizzabile. 

Come è inutile la tratta Foggia/Manfredonia, così come esiste e difesa. La sola parola “ tratta “ da di tristezza di povertà di sfruttamento sinonimo di emigrazione. Per non parlare del treno del Gargano che è solo una sciocchezza elettorale.

Io ritengo che solo una visione globale, d’insieme, lungimirante possa dare un impulso al lavoro e allo sviluppo della Capitanata di cui Manfredonia è parte essenziale ed il suo volano. All’amico on. Antonio Tasso, chiedo di mettere il suo impegno e il suo dinamismo, non per la “ littorina “ ma un interessamento vero e concreto affinché Foggia diventi hub del territorio fermata stabile per i treni dell’alta velocità e dell’alta capacità: peraltro lo stesso onorevole interrogo nel merito l’allora ministro toninelli, interrogazione ad oggi priva di interventi concreti se non addirittura contrari.

Si faccia artefice unitamente ad altri parlamentari e consiglieri regionali del territorio, sia di maggioranza che di opposizione( Bordo Campo De leonardis Gatta ecc….. ) per l’ultimazione e la consegna dei lavori e l’effettivo utilizzo turistico ed economico dell’aeroporto Gino Lisa di Foggia. E non come paventato solo sede della protezione civile. Perché se turisti, uomini d’affari, tecnici non arrivano a Foggia a cosa servono le tratte o i treni/tram.. La stazione ovest invece, oggi inutilizzabile, può essere usata per dei treni con collegamenti veloci ( a piccolo raggio ) attualmente in fase di omologazione da RFI ( così come auspicato dal consigliere Campo )

Questo consentirebbe: di liberare la città da tutti i binari collegandola a Siponto ed al mare senza strozzature. Restituire alla città un enorme polmone verde! Collegare i lidi sipontini ed il porto turistico integrandoli alla città. 

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button