Politica

Scuole comunali. Il PD foggiano chiede la revoca della delibera di chiusura e l’avvio di un confronto tra la Commissione straordinaria e la città

“Sono un presidio educativo e di legalità; le motivazioni addotte dalla dirigente sono inesatte, parziali e capziose”Nota del Circolo del Partito Democratico di Foggia


Il Partito Democratico di Foggia esprime forte preoccupazione per la delibera della Commissione Straordinaria del Comune di Foggia relativa alla “riorganizzazione e razionalizzazione delle scuole dell’infanzia paritarie comunali”.
Nello specifico, riteniamo che il provvedimento della Commissione parta da premesse inesatte, parziali e capziose fornite dalla dirigente comunale del servizio della Pubblica Istruzione nella sua proposta di delibera.È inesatto far credere che i sindacati concordino sulle indicazioni fornite alla Commissione, tant’è che gli stessi, anche se con forme diverse, hanno espresso unanime contrarietà al provvedimento nei giorni successivi alla delibera.È parziale fare leva sul calo degli iscritti delle scuole comunali dimenticando del tutto le politiche orientate all’abbandono e alla dismissione del servizio portate avanti dall’ufficio durante gli ultimi anni.È capzioso affermare, come fatto dalla dirigente, che la chiusura – non il riordino, la riorganizzazione o il rilancio – di tutte le scuole comunali sia motivata dal “fine di  soddisfare, in primis, le esigenze formative e didattiche del bacino di utenza fruitrice dei servizi educativi comunali”.
Il Pd considera la delibera il frutto di una sottovalutazione del valore sociale delle scuole comunali nella città di Foggia, perché non emerge in alcun modo che le stesse siano una positiva eccezione nel panorama dell’istruzione del Mezzogiorno e che allineino, con la loro presenza, la città di Foggia ai poli d’eccellenza del sistema educativo italiano, come Bologna e Milano.È profondamente sbagliato non valutare il ruolo di educazione alla legalità che le scuole comunali svolgono in alcune aree della nostra città, che avrebbe bisogno di aumentare e non diminuire i presìdi educativi. Il contrasto all’illegalità, a nostro parere, si opera con l’indispensabile rafforzamento dei presìdi di giustizia e l’altrettanto indispensabile rafforzamento degli strumenti di prevenzione, qual è indubbiamente l’istituzione scolastica.
Il Pd di Foggia chiede alla Commissione Straordinaria di ritirare la delibera e cercare soluzioni meno drastiche, che potrebbero essere difficilmente rettificabili, fondate anche sulla riflessione civica relativa al ruolo delle scuole comunali.Per parte nostra ci impegniamo ad elaborare, in reale e leale collaborazione con gli attori educativi pubblici e privati, con le forze sindacali e le organizzazioni civiche e politiche, un piano per il rilancio delle scuole comunali così che la città di Foggia possa tornare a rivestire il ruolo che per lungo tempo ha avuto in questo campo e che le spetta in ragione dell’essere una delle più importanti città del Mezzogiorno e il capoluogo di una delle più estese province italiane.

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button