Attualità CapitanataSpettacolo ItaliaStyle e Moda

Sanremo: attendendo il vincitore la forza e la personalità di Drusilla Foer

"Unicità, perché diversità è una parola che proprio non mi piace"

Gelsomino Ceramiche
Casa di Cura San Michele
Centro Commerciale Gargano
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti

Il Festival ci sta tenendo attaccati al televisore come ogni anno e finalmente si é tornati a vederlo anche in presenza con il pubblico.
Tra Mahmood e Blanco dati per vincenti, Elisa e Morandi piazzati in testa alla classifica, la riconferma di diversi (la rappresentante di lista, Irama, Noemi) e il gradito ritorno di Donatella Rettore con l’esordiente e talentuosa Ditonellapiaga il resto passa abbastanza nelle consuetudini della manifestazione (tra ritorni annunciati e habitué)ma un elemento dirompente c’è stato.
La presenza di Drusilla Foer che ci ha fatto immediatamente dimenticare stuoli di vallette e di ospiti abbastanza inutili. Drusilla è il personaggio ideato e interpretato dal fotografo e attore fiorentino Gianluca Gori, effettivamente non si può non affermare che una volta all’Ariston, Drusilla ha spazzato via anni di co-conduttrici onestamente poco rilevanti, perché  dinanzi all’arte, all’eleganza, all’intelligenza, alla teatralità, all’ironia, bisogna unicamente inchinarsi ed applaudire.
Spietati i commenti social sullo scambio di battute tra Drusilla e Iva Zanicchi che  è arrivata sul palco dicendole “quanto sei alta“….Drusilla le ha risposto con un “parecchio, molto più di te“…non contenta la cantante ha continuato , con “lei ha anche altre cose più di me“ a cui la Foer ha  perfettamente replicato: “Vero, diverse cose… sono colta!“.
Il monologo finale sull’unicità con un appello all’ascolto vale tutto il Festival.

Sarà una ficata pazzesca e sarà bellissimo abbracciare la nostra unicità e a quel punto io credo che sarà più probabile aprirsi e uscire da questo stato di conflitto che ci allontana. Sono una persona molto fortunata a essere qui ma vi chiederei un altro regalo: date un senso alla mia presenza su questo palco e tentiamo il vero atto rivoluzionario, che è l’ascolto, di se stessi e degli altri.

Speriamo che Drusilla Foer che miete successi in tutti i teatri diventi anche una presenza televisiva più frequente, ne avremmo tutti bisogno.

Promo Manfredi Ricevimenti
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche
Casa di Cura San Michele

Articoli correlati