Politica

PD Manfredonia: “Porto Alti Fondali, prospettive di sviluppo”

Il corposo finanziamento del progetto di riqualificazione del Porto Alti Fondali di Manfredonia, confermato dalle recenti dichiarazioni del ministro De Micheli, è una notizia importantissima per il nostro territorio, un’opportunità da cogliere per la nostra comunità.

Si aprono, così, positive prospettive in termini occupazionali e di sviluppo del territorio grazie all’attenzione del Governo verso il nostro territorio e alla serietà e la competenza con cui il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, Ugo Patroni Griffi, ha condotto il confronto con le istituzioni nazionali e regionali, favorendo uno sforzo sinergico di tutti gli attori in campo. 

Ciò che stride in questa vicenda è la costante, strumentale ricerca di visibilità mediatica di alcuni esponenti politici, pronti ad arrogarsi meriti e ruoli di mediazione che nella realtà dei fatti semplicemente non esistono.

Il progetto di riqualificazione dell’intera zona portuale, la rimozione dei nastri trasportatori ed il tentativo di dare nuove funzioni e prospettive all’intera zona portuale sono il frutto della programmazione realizzata e dell’impegno profuso dai rappresentanti del Partito Democratico che rappresentano il nostro territorio. 

Del resto, anche nella recentissima tornata elettorale, l’unica forza politica capace di affrontare il tema con cognizione di causa e capacità d’interlocuzione è stato il PD.
Perché non bastano i solleciti a mezzo stampa o le interrogazioni. Tanto per amor di verità!

A maggior ragione ora moltiplicheremo il nostro impegno per costruire un nuovo progetto politico di governo della città che, tra gli altri, assicuri a questo progetto strategico una compiuta realizzazione.

Raffaele Caputo
Segretario di Circolo

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button