Politica Italia

Manfredonia Nuova: “Elezioni politiche, votare solo chi ha messo al primo posto la lotta alla criminalità”

Promo Manfredi Ricevimenti
Calici di Puglia
Centro Commerciale Gargano
Casa di Cura San Michele
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche

“Sono schifato! Ieri sera ero al luna park con i miei figli per la prima volta dopo 2 anni. Ero felice di portare mia figlia che dopo tanta sofferenza ha rivisto la luce. Invece mi sono ritrovato d’avanti una scena da film con me ed i miei figli nella pancia di una marea di gente in fuga”.

“Abbiamo vissuto l’apocalisse! Gente che correva impazzita come una mandria di bisonti che travolge tutto e tutti”.

Quanta tristezza e amarezza suscitano queste parole lette sulle chat in noi cittadini di questa bella e amata terra! Noi dell’Associazione Manfredonia Nuova da anni denunciamo il degrado morale, le illegalità diffuse, la penetrazione mafiosa, e il suo forte condizionamento, nelle istituzioni e nel tessuto socio-economico di questa città.

Inascoltati e derisi, spesso siamo stati accusati di mettere in cattiva luce il buon nome di Manfredonia e di rovinare la sua immagine…

Il nostro ex consigliere comunale, infatti, è stato più volte attaccato  per aver denunciato sui media, e nelle sedi politico-istituzionali, il fenomeno mafioso e delle illegalità diffuse con il loro impatto devastante sulla vita sociale ed economica della nostra città. Lo stesso dicasi per la nostra Consigliera Comunale Giulia Fresca che ha posto fin da subito il problema della Sicurezza Urbana, con la prima interrogazione, appellandosi alle forze dell’ordine ed ai poteri e responsabilità del sindaco che ha il compito di prevenire ed eliminare i pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana” come sancisce il Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 18 aprile 2017, n. 48 (in G.U. 21/04/2017, n. 93 e successive modifiche del 19/12/2020),

Oggi, dopo quanto accaduto al Luna Park ed ha evidenziato l’inchiesta “Omnia Nostra”, chiediamo a tutta la società civile di fare fronte comune contro la violenza, il degrado economico, sociale, ambientale e culturale che rischiano di trasformare la nostra città in una comunità di uomini e donne rassegnati che si rivolgono alla mafia per vedere soddisfatti i bisogni primari di lavoro, di un tetto, di sicurezza e salute che la politica e gli amministratori non soddisfano, come ha affermato giustamente il nostro Arcivescovo, Padre franco, nell’Omelia alla Madonna Maria St.ma Di Siponto.

La politica, locale e nazionale, ha gravissime responsabilità per aver sottovalutato il fenomeno mafioso e la sua pervasività nella vita della città e dell’intera Capitanata, provincia agli ultimi posti a livello nazionale per qualità della vita!

Pertanto occorre che chiediamo ai candidati alle prossime elezioni politiche che ci dicano quale impegno concreto hanno profuso in passato e intendono profondere per il futuro nel “contrasto alle mafie” e per la difesa dei beni comuni e del disarmo e pace nel rispetto dell’art. 11 della nostra Carta Costituzionale.

Manfredonia dovrebbe dare un segnale forte in tal senso e votare, alle imminenti elezioni politiche, solo chi ha messo al primo posto la lotta alla criminalità, nonché all’ingiustizia sociale ed economica che fanno ingrassare la mafia.

Paolo Borsellino ci ha insegnato che “Politica e mafia sono due poteri che vivono sul controllo dello stesso territorio: o si fanno la guerra o si mettono d’accordo” a scapito della sicurezza e dignità delle persone e della città.

Manfredonia, 2 settembre 2022                                                      Manfredonia Nuova

Calici di Puglia
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti
Gelsomino Ceramiche
Casa di Cura San Michele
Centro Commerciale Gargano

Comunicato Stampa

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ilsipontino.netPer segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati