Manfredonia C5, è serie A2!

Storica promozione in Serie A2 per la SIM Manfredonia, che dopo una partita epica ha la meglio della B.Energy Lausdomini ai calci di rigore e corona una stagione fantastica. Una soddisfazione enorme per il sodalizio Sipontino, che l’anno prossimo si misurerà per la prima volta nella sua storia con la seconda serie nazionale.

Davanti ad oltre 500 spettatori (incluso il Vice Presidente della Divisione Calcio a 5, Vittorio Zizzari) si gioca in un clima infernale, a dimostrazione della netta crescita di popolarità che il futsal sta attraversando sul territorio Nazionale.

Oranges recupera in extremis Bertoni e Zamboni mentre Monsignori è in formazione tipo per via del ritorno di capitan Sperendio dalla squalifica: da un lato Bertoni, Zamboni, Volonnino e Teruya davanti a Ranieri, dall’altro il Manfredonia che risponde con Lupinella, Sperendio, Boutabouzi, Raguso e Pineiro.

LA CRONACA

La partita si apre con delle lunghe fasi di studio, la Lausdomini dimostra un buon palleggio ma raramente si rende pericolosa dalle parti di Lupinella. Il possesso palla degli ospiti disinnesca anche il tentativo di flebile pressione portato dai biancocelesti nella metà campo avversaria ed i primi dieci minuti scorrono via senza grossi sussulti.

Il Manfredonia accelera nella seconda metà di primo tempo ed inizia a costruire occasioni dalle parti di Ranieri senza troppa precisione. La partita si sblocca con un colpo al volo di Boutabouzi che quasi dalla linea laterale lascia partire un bolide che si infila sotto le gambe di Ranieri per il vantaggio dei padroni di casa.

Neanche il tempo di riorganizzare le idee che il Manfredonia raddoppia: recupero palla in fase difensiva e palla in profondità per Murgo che salta Maggio ed appoggia sotto le gambe di Ranieri per il gol che vale il conto pari.

SECONDO TEMPO

La ripresa si apre con una doccia fredda per il Manfredonia: bolide dalla distanza di Volonnino, Lupinella fa quello che può ma il tap-in da due passi è di Zamboni, che regala ai suoi il punto che varrebbe la promozione.

Il Manfredonia sbanda per qualche istante, Volonnino ha tre palle gol nel giro di due minuti ma non inquadra la porta e quando non lo fa ci pensa Lupinella a dirgli di no.

I Biancocelesti però si rimboccano le maniche e iniziano a premere costantemente nella metà campo avversaria: La Torre serve prima Raguso e poi Boutabouzi in due azioni fotocopia che i Sipontini sprecano, ma negli ultimi dieci minuti è un tiro al bersaglio con Ranieri che si erge a protagonista in diverse circostanze.

Monsignori si gioca la carta del portiere di movimento a cinque minuti dalla fine, e trova subito la rete del 3-1: un bel destro di Pineiro che spiazza Ranieri sul primo palo passando sotto le gambe di un difensore ospite.

Laccetti ha una occasione a pochi secondi dalla fine ma Ranieri in tuffo risponde presente e si va ai supplementari.

TEMPI SUPPLEMENTARI

I supplementari sono una guerra di nervi, ma a fare la differenza è soprattutto la condizione fisica: la Lausdomini ruota pochi uomini ed alcuni non sono in grandi condizioni fisiche, con Volonnino e Teruya stremati dopo una partita di grandissimo sacrificio, il Manfredonia ha più ossigeno dalle rotazioni e può aggredire la partita portando pericoli dalle parti di Ranieri.

Il fortino eretto dagli uomini di Oranges però non crolla complice un Ranieri in grande spolvero su Sperendio due volte e su La Torre. Monsignori rischia il portiere di movimento ad un minuto dalla fine cercando la rete che eviterebbe i rigori, ma i Sipontini attaccano con poca lucidità e devono ringraziare Murgo, che a tre secondi dalla fine salva la stagione dei biancocelesti con un miracolo a porta vuota su Zamboni.

I rigori non sono per i deboli di cuore: il Manfredonia inizia e non sbaglia (Boutabouzi, Raguso e Pineiro), la Lausdomini tiene il passo fino al rigore decisivo, quello parato da Lupinella su Campana che fa scattare la festa dei padroni di casa.

SIM Manfredonia – B.Energy Lausdomini 6-3 D.T.R. (P.T. 2-0, S.T. 3-1, D.T.S. 3-1)

SIM Manfredonia: Lupinella, Murgo, Sperendio (K), Steduto, Boutabouzi, Raguso, La Torre, Laccetti, Gesualdi, Pineiro, Brigida, Soloperto. All. Monsignori.

B.Energy Lausdomini: Ranieri, Bertoni (K), Zamboni, Mautone, Imparato, Campana, Volonnino, Pipolo, Avolio, Teruya, Maggio, Tomasone. All. Oranges.

SEQUENZA RETI: 16’21” Boutabouzi (M), 17’45” Murgo (M), 20’55” Zamboni (L), 36’20” Pineiro (M).

SEQUENZA RIGORI: Boutabouzi (M) Gol, Bertoni (L) Gol, Raguso (M) Gol, Maggio (L) Gol, Pineiro (M) Gol, Campana (L) Parato.

AMMONITI: Murgo (M), Boutabouzi (M), Gesualdi (M), Campana (L), Volonnino (L), Pipolo (L), Tomasone (L).

ARBITRI: Sig.ra Stefania Candria di Teramo, Sig. Matteo Ariasi di Pescara, Cronometrista il Sig. Giovanni Tessa di Barletta.

UFFICIO STAMPA A.S.D. SIM MANFREDONIA C5



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*