Insidia molisana per il Manfredonia C5

Massima concentrazione e nessun calo di tensione. Consigli utili e da applicare sul parquet per il Manfredonia C5 in vista della trasferta in casa dello Chaminade. Sofferto ma meritato il successo di sette giorni fa al PalaScaloria contro il Futsal Capurso, vittoria che, in pratica, ha dimezzato il distacco proprio dai baresi e dal Futsal Barletta, quarti in classifica in condominio a 28 punti. I punti dei sipontini invece sono 25, la sfida con lo Chaminade come ogni gara ha le sue difficoltà ma è possibile inserirla alla voce: “si può fare”. I biancazzurri di mister Pizzuto viaggiano nella parte bassa della classifica, terz’ultimo posto a braccetto con lo Shaolin Soccer a quota 16. Cinque i punti raccolti dai molisani nelle ultime sette partite: vittoria in casa con il Futsal Barletta; pareggi con Putignano e Capurso; sconfitte con Ruvo, Rutigliano, Canosa e sabato scorso a Conversano. Mister Miki Grassi predica attenzione, non solo, questa gara secondo il tecnico dei bianco-celeste presenta più di un pericolo.  “Il match con lo Chaminade non sarà affatto facile – dichiara in tono schietto Miki Grassi -, anzi, ha più si un’insidia. Nelle ultime due gare casalinghe, infatti, ha battuto il Futsal Barletta, squadra che in classifica ci precede, e pareggiato con il Putignano che a dicembre si è rinforzato e non è più la stessa squadra con la quale abbiamo pareggiato”. Unico assente Saverio La Torre, il calcettista sipontino domani sconterà l’ultimo dei tre turni di squalifica. “Sì, – prosegue il tecnico dei bianco-celeste -, domani mancherà soltanto La Torre. Per il resto, potrò contare sull’apporto di tutto il gruppo. Quanto alla gara, voglio massima attenzione e concentrazione, dobbiamo limitare al massimo gli errori e capitalizzare quanto produciamo”.

Ufficio Stampa A.S.D. Manfredonia C5




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*