Attualità CapitanataPolitica Italia

Ex ministri, big del Pd e di FI: chi può uscire di scena? Sicuramente Bersani

Promo Manfredi Ricevimenti
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Calici di Puglia
Centro Commerciale Gargano
Casa di Cura San Michele
Gelsomino Ceramiche

Per alcuni non bisognerà aspettare il voto delle politiche del 25 settembre perché l’uscita di scena è già garantita. Come riporta oggi il Corriere, in un pezzo di retroscena a firma di Tommaso Labate, sarebbero parecchi i politici che non vedremo più in Parlamento: chi lascia le istituzioni volontariamente, chi non verrà ricandidato e chi, anche ricandidato, sicuramente non verrà eletto. Il primo big importante che potrebbe lasciare il palazzo è Pierluigi Bersani, anima della sinistra italiana, fuoriuscito dal Pd e animatore di Liberi e Uguali. Più volte ministro, poi segretario del Pd, Bersani avrebbe già comunicato al suo partito la volontà di non ricandidarsi dopo quarantadue anni e un mese trascorsi nelle istituzioni da eletto. 

Dalle liste del PD, che dovranno essere composte dal nuovo segretario Enrico Letta, potrebbero uscire nomi celebri del partito. Rischiano, infatti, Piero Fassino, ex sindaco di Torino a ben sei legislature, l’ex ministre Barbara Pollastrini, anche lei a sei legislature, Roberta Pinotti, a cinque e Marianna Madia, ministra renziana a tre, sicuramente pronta a impegnarsi nelle elezioni regionali. Ancora: Luigi Zanda, cinque, Andrea Marcucci, quattro di cui una nella Prima Repubblica con il Partito Liberale e Francesco Verducci, tre. Dovrebbe lasciare il Parlamento, quindi non ricandidarsi, anche Roberto Giachetti, radicale nell’anima, ex Pd e ora deputato di Italia Viva e già vicepresidente della Camera dei deputati. 

Per Forza Italia sicuramente ci sarà un grande rinnovamento. Sono usciti, infatti, tre nomi identificativi del partito: Renato Brunetta, Mariastella Gelmini, Andrea Cangini, Elio Vito e, forse, anche Mara Carfagna. Non ci sarà più, invece, Adriano Galliani, che quest’anno ritorna alla sua passione: il calcio con la serie A del Monza di Berlusconi. Potrebbero salutare le postazioni azzurre Stefania Prestigiacomo, sette legislature e l’ex presidente del senato Renato Schifani a sei legislature. Molto in bilico anche le carriere politiche di Simone Baldelli, Catia Polidori, Elvira Savino eRenata Polverini. 

Uno dei seggi, per Forza Italia, potrebbe essere garantito al fondatore del partito: Silvio Berlusconi. Berlusconi, che farà una campagna elettorale massiccia per ravvivare i numeri di Forza Italia, secondo i ben informati ha un nuovo obiettivo: la presidenza del Senato. A gennaio non è riuscito a diventare Presidente della Repubblica, così ora si potrebbe accontentare non del Quirinale, ma di Palazzo Madama: non della prima, ma della seconda carica dello Stato. 

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche
Casa di Cura San Michele
Promo Manfredi Ricevimenti
Calici di Puglia

Articoli correlati