Dell’Olio: “Emergenza cimitero”

#tinformo che abbiamo anche #EMERGENZA #CIMITERO. La situazione che sta vivendo in questi mesi il nostro cimitero, luogo sacro e colmo zeppo di ricordi, quelli più cari, ha dell’inverosimile. Si passa dal caos fino allo sberleffo finale di offendere la memoria dei NOSTRI DEFUNTI. Paradossale la situazione segnalata da numerosi familiari di defunti che ad oggi, nonostante il trascorrere dei mesi e svariati solleciti, non hanno ottenuto ancora la parte lapidea (loculi pagati come giusto che fosse da regolamento all’atto della tumulazione) della tomba dei propri cari. Alcuni di Loro hanno voluto provvedere a proprie spese (aggiuntive), per il completamento del paramento, ma non otterranno la restituzione del denaro aggiunto. Gli stessi loculi, quindi, non possono essere completati di tutto ciò che e’ necessario in una degna sepoltura. Ma quando, poi, ci si sente dire, direttamente da chi amministra che, “Se denaro non ne avete optate per la cremazione” …allora saltano tutti i criteri del buon senso.


Questa #amministrazione incamera i soldi ma non può inserirli a bilancio perchè gli uffici sono come fermi, con i dirigenti in standby forzato per mancanza di equilibrio di bilancio. Quale bilancio? Come calcolare il danno alla collettività in tutti gli ambiti delle loro inadempienze, come quella verso i familiari dei #defunti, che non possono ottenere una degna e definitiva sepoltura (come da contratto iniziale). Amministrazione paladina del #degradodelle coscienze, restituite ai vivi e ai morti la #dignità di essere cittadini di questa terra di lavoro e di sogno. Dio ve ne renderà conto!

Andrea Dell’Olio




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*