Danzemigrantinfestival, chiusura con il botto

Marina del Gargano – Porto turistico di Manfredonia, venerdi 17 giugno, ancora una volta con il suo scenario fantastico, ha fatto da cornice allo spettacolo di Teatro Danza Popolare a cura dell’Academy of Mangano Ballet di Manfredonia.

Il grande M° Mangano ha messo su uno spettacolo, in occasione del termine dell’anno accademico 2015-2016, davvero emozionante e coinvolgente.

Tutto esaurito al Melagodo bar, gelateria e ristorante, tantissima gente in piedi per oltre quattro ore, pur di non perdere lo spettacolo.

E’ stata una serata dedicata ai generi della tarantella, dove la contaminazione tra i popoli e le culture si fa sempre più marcata, l’apertura verso l’altro diventa una necessità.

Un intreccio tra diverse culture del Medioriente e del Sud Italia. Tutto ciò a dimostrare che la danza e la musica uniscono i popoli.

Un susseguirsi di balli, passi, costumi, colori e musiche.

Il portabandiera della tarantella nel mondo, il M° Mangano, afferma di voler creare una Fondazione per tutelare il suo repertorio e far conoscere in tutto il mondo la tarantella.

Un grande riconoscimento va dato a Enza Di Bari, sensualissima danzatrice, curatrice dei costumi e moglie del M°.

La magistrale conduzione della manifestazione è stata affidata a due volti noti nello scenario artistico della nostra provincia, due speaker radiofoniche, redattrici e conduttrici televisive, Francesca Finizio e Giulia Rita D’Onofrio.

Le due conduttrici, riconoscendo tra il pubblico l’avv. Giandiego Gatta, l’hanno invitato a salire sul palco, il quale ha proferito parole di elogio e ammirazione per il grande lavoro che il M° Mangano svolge, pur di tutelare le nostri origini, le nostre tradizioni.

Eccezionale ospite della serata, il grande compositore, cantante, chitarrista e arrangiatore Antonio Da Costa, che fonde le esperienze vissute con i popoli di etnie differenti, mescolando al calore il sapore inconfondibile della sua, nostra Puglia.

I suoi brani di successo internazionale: Tequila boom boom, Parranda, Soca Soca, El Reventon e tanti altri ancora.

L’artista con la sua chitarra si è esibito in un exursus dei suoi successi, ha anche suonato per il M° Mangano e tutta la bella Cumpagnie, che ha danzato divinamente.

Antonio Da Costa ha concluso la sua esibizione con un fuori programma che ha incantato gli astanti, un duetto improvvisato con la conduttrice e cantante autodidatta Gulia Rita D’Onofrio, il duo senza provare, ma appunto improvvisando si è trovato subito in sintonia; il maestro con la sua chitarra e la D’Onofrio con la sua voce sensuale e graffiante si sono lascati andare in un’ esibizione da brividi.

Tutto lo spettacolo ha emozionato con la bellezza, il ritmo e i colori.

Un viaggio unico di danza e spettacolo.

 

Foto Michele Rinaldi




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*