Politica

Consiglio Comunale, approvato il Bilancio di previsione

Con 14 voti favorevoli e 9 contrari il Consiglio comunale ha appena approvato il “Bilancio di previsione finanziario per il triennio 2022-2024”.

L’intervento del capogruppo Gianni Sventurato relativamente agli investimenti delle risorse a vantaggio della comunità.

“Signor presidente, signor sindaco, colleghi consiglieri, assessori, pubblico presente e da casa.

Ringrazio l’assessore Lauriola e la dirigente della ragioneria, assieme a tutti gli uffici per la predisposizione del documento.
Ringrazio tutta la giunta per il lavoro svolto e per il contributo per la realizzazione del documento politico.

La relazione dell’assessore Lauriola è pienamente condivisibile ed il progetto di bilancio quale fondamentale documento politico crea le condizioni per realizzare le azioni strategiche, di carattere economico-finanziario, individuate dalle linee di indirizzo dell’amministrazione esposte nel Documento Unico di Programmazione recentemente approvato e chi accingiamo a rideterminare nei termini previsti dalla norma.

Abbiamo da approvare un documento che, dopo le passate amministrazioni e la gestione commissariale, che di certo non hanno risolto criticità oggettive, in specie strutturali e sociali, risulta ingessato perché deve tener conto degli impegni assunti e dei debiti enormi contratti;

  • paghiamo annualmente circa 2 milioni e mezzo di euro per un piano di riequilibrio determinato per la cattiva gestione delle casse comunali;
  • dobbiamo onorare i debiti per le rate dei mutui e per i contratti realizzati nel passato e che a volerli ben vedere potrebbero anche risultare di dubbia utilità per la comunità;

E dobbiamo augurarci che non ci siano imprevisti nel corso dell’anno come l’emergere di debiti fuori bilancio, a fronte dei quali bisognerà intervenire con risorse che potrebbero essere utilizzate diversamente in favore della comunità.

Nonostante tutto quanto abbiamo ereditato, questa amministrazione sta concretamente dimostrando di operare per il bene della comunità, coltivando solamente gli interessi generali:

  • stiamo andando incontro al grido delle fasce dei più deboli con le risorse ed il cofinanziamento comunale sul piano di zona, certo sempre migliorabile ma comunque esecutivo;
  • stiamo intervenendo per il concreto rilancio della cultura e del patrimonio storico e monumentale, nella prospettiva di attrarre risorse e progettualità sino ad oggi sbandierate solo su carta;
  • stiamo riorganizzando la macchina comunale, sia con la definitiva stabilizzazione degli LSU, da decenni utilizzati senza prospettiva di serenità per il loro futuro, sia con il finanziamento del piano delle assunzioni, attraverso i nuovi concorsi;
  • stiamo curando con attenzione l’ambiente attraverso interventi quotidiani per la pulizia delle aree sensibili, intensificando l’azione di monitoraggio e controllo dell’abbandono dei rifiuti, il co-finanziamento della bonifica delle micro-discariche ed il costante contatto con le autorità preposte alla bonifica dei siti di interesse nazionale e per programmare una corretta gestione delle risorse finanziarie e strutturali dell’ASE;
  • non dimentichiamo l’importanza della manutenzione delle infrastrutture viarie di Manfredonia attraverso il finanziamento di oltre 600.000/00 euro, oltre le somme che in corso di anno si realizzeranno per la gestione della sosta a pagamento, somme è giusto ricordare vincolate per la manutenzione stradale.

Potremmo continuare ancora, ma per non dilungarmi oltre, ricordo in chiusura che questa amministrazione ed anche il Consiglio, pagano lo scotto della riduzione del costo della politica, imposto dal piano di riequilibrio, che costringe assessori e sindaco a non percepire quanto gli spetterebbe per legge e che percepiscono amministratori di altri enti come il nostro, addirittura il sindaco fa risparmiare oltre 40.000/00 euro all’anno alle casse comunali (per la rinuncia alla sua indennità e per la costituzione di un apposito capitolo per il finanziamento di azioni in favore delle fragilità sociali), ma nonostante tutto lavorano senza sosta ed invertono la tendenza negativa degli ultimi anni rilanciando la cultura, il turismo e la valorizzazione del patrimonio storico e ambientale attraverso il finanziamento di un capitolo che passa da zero euro a 200.000/00.
questa precisa azione fortemente voluta dal sindaco e realizzata con l’apporto dell’assessore Lauriola e della dirigenza della ragioneria del Comune è il chiaro segno del cambiamento in atto.

Pertanto, dichiaro il voto favorevole del gruppo di Strada Facendo”.

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button