Attualità Capitanata

“Caro Peppino ti scrivo”

Caro Peppino ti scrivo.

..Personalmente confesso che ho sempre ammirato e invidiato quegli uomini che hanno vissuto gli anni più belli del nostro Carnevale e tu, Peppino, il Professore di Scienze dell’istituto Magistrale, oltre ad averli vissuti, ne sei stato anche uno dei suoi grandi protagonisti.

Tre lunghi decenni di partecipazione carnevalesche condivise con tuo cugino, tuo omonimo e professore di Matematica e poi con la Prof.ssa Sipontina Mazzone, ne sono la testimonianza, già a partire dai primi anni ’60 e fino ai primi anni ’90.E come se non bastasse non disdegnavi neanche la scrittura di testi e la regia di rappresentazioni teatrali.

Ed ora come in una vecchia pellicola, ricordiamo qui solo alcuni frammenti della tua storia legata al Carnevale …… e come dimenticare il Carro “Il giornalino di Gian Burrasca” (1965); il Carro “Festival della Canzonatura Italiana” (1968); il Gruppo Mascherato con testoni in cartapesta “A Ciambott” (1970) e del quale conservo gelosamente un piccolo video che fa capire la fattura dei testoni; il Carro “Amme pigghiete a zurle” (1972); il Carro “Giochi intelligenti per la noia dei … potenti” (1974); il Carro “I zolla zolle” (1976); il Carro-Gruppo “Euforia del Carnevale nel brindisi del venticinquennale” (1978); il Carro “Lo Sciampagnone” ed il Gruppo “Giochi d’azzardo” (1981); il Gruppo “Banca … rotta” (1983); il Carro “Caravan Mexi gol” (1986) del quale per lungo tempo furono conservati i pupi di ottim fattura presso l’azienda di soggiorno e turismo e fino al tuo ultimo Gruppo “Il concerto d’Europa” (1993).

Per poi passare già l’anno successivo al gradino forse più alto, e cioè a quello di Presidente del Comitato del Carnevale di Manfredonia nel biennio 1994-1995 e ancora nel 1997.

E immagino ogni anno, quanti ragazzi e quante ragazze e quanti colleghi professori coinvolti e un intero istituto in subbuglio per il Carnevale e ancora, quanti sorrisi, quante risate, quanto buon umore e quanti abbracci, quante vittorie e che purtroppo non torneranno più.

Ci ha lasciati un uomo d’altri tempi, di una saggezza imponente, sempre disponibile con tutti, sempre pieno di entusiasmo per questa manifestazione ed anche nelle mie ricerche sul Carnevale, mi accoglieva ogni volta con un gran sorriso rassicurante, con gli occhi che si illuminavano quando scavavo nei suoi ricordi.Ed era proprio quello il segno che mi faceva comprendere che tu amavi per davvero il Carnevale, come solo i grandi sognatori sanno fare.

La cosa che onora noi del Gruppo “Magicaboola” e che porteremo sempre nel cuore, è sapere che anche tu, Peppino, il Professore, eri e resterai tra i nostri più illustri estimatori, forse perché, vedevamo il Carnevale con gli stessi occhi sognanti … chissà ?E tra sognatori ora che sei volato via sarebbe bello fare un ultimo sogno insieme …… quello cioè, di poter fermare il tempo al lontano 2011 e ritrovarsi all’improvviso immersi nel nostro gruppo mascherato, coloratissimo e straripante di allegria, com’eravamo allora e che al termine della nostra coreografia, incontra un giurato di nome Peppino Sapone, che con la tua paletta alzata ci premia con tutti 10 e che preso dall’euforia, gli viene a “zorle” tanto da farsi rapire da quella bolgia carnevalesca fino all’infinito.

Ciao Peppino, ovunque tu tu sia, ti promettiamo che sfilerai sempre con noi, perché sarai sempre lì ogni volta che ci maschereremo e sarai in buona compagnia, perché ci sarà Gigetto, il nostro caro Zio Angelo e tutti gli altri che ci hanno lasciati.

Mimmo Guerra per l’associazione “Magicaboola”

Manfredonia, 5 Aprile 2022

Promo Manfredi Ricevimenti
Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano
Promo UnipolSai ilSipontino.net

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati