Calcio a 5: sconfitta amara a Capurso

Niente da fare per il Manfredonia che deve arrendersi di misura sul campo del Futsal Capurso.

Dopo la sconfitta di sabato scorso contro la capolista, i Sipontini erano intenzionati a far proprio l’intero bottino e per lunghi tratti della gara ci stavano anche riuscendo, ma le defezioni dei vari Spano e Specchio, a cui si sono aggiunte le assenze di Lupoli e da oltre 20 giorni dello spagnolo Davila, le non perfette condizioni di Bruno, non hanno di certo reso più semplice l’impresa; il Manfredonia in vantaggio fino a metà del secondo tempo si è visto rimontare, complice soprattutto un calo fisico dovuto all’alto minutaggio che gli atleti hanno dovuto sostenere.

Mister Grassi sceglie il quintetto iniziale formato da Portovenero, Montagna, Gutierrez, Laccetti e La Torre, padroni di casa che invece schierano Frisone tra i pali, Squeo, Satalino, Garofalo e Sardella.

Dopo un inizio di marca casalinga, il Manfredonia preme sull’acceleratore. Laccetti e Capozzi mettono in seria difficoltà la difesa del Capurso che deve arrendersi due volte proprio sui due calcettisti foggiani. Prima una combinazione tra i due porta al vantaggio siglato da Laccetti, poi sarà invece un assolo di Capozzi a condurre il risultato sullo 0-2.

Sul doppio vantaggio però i padroni di casa reagiscono, Corona indovina l’angolo giusto direttamente da calcio di punizione per la rete del 1-2 ed un minuto dopo trova addirittura il pareggio con Mazzilli.

Manfredonia che non resta a guardare e reagisce veemente, Bruno colpisce il palo prima della rete del nuovo vantaggio sipontino firmato ancora da Capozzi. Prima frazione che termina sul punteggio di 2-3.

Nella ripresa il Futsal Capurso scende in campo determinato a riprendere la gara e nei primi minuti di gioco crea alcuni grattacapi alla difesa del Manfredonia, Portovenero in più occasioni deve superarsi per respingere le conclusioni di Mazzilli e Satalino. Montagna per il Manfredonia sfiora la rete del 2-4 colpendo il legno, subito dopo però i “bulldog” di casa trovano il pareggio ancora con Mazzilli.  La gara è bellissima, i capovolgimenti di fronte sono numerosi, complice anche un campo di gioco dalle piccole dimensioni. All’ottavo minuto arriva il nuovo vantaggio di marca biancoceleste con Laccetti, 3-4, allungo che però durerà poco. Garofalo trova prima il pareggio e subito dopo la rete del 5-4 che porta il Futsal Capurso per la prima volta in avanti.

La chance per l’immediato pareggio capita sui piedi di Capozzi, ma il suo tiro libero finisce fuori. Non sbaglierà invece Corona che ancora su punizione punisce Portovenero per il 6-4.

Ci pensa Gutierrez a far rientrare subito il Manfredonia in partita realizzando il 6-5 su tiro libero. Gli ultimi minuti saranno un susseguirsi di emozioni, mister Grassi tenta la carta del portiere di movimento ma i padroni di casa non mollano, resistono fino alla fine conquistando i 3 punti.

Siamo convinti che con una squadra al completo il risultato sarebbe stato diverso, ed invece le diverse defezioni hanno costretto Laccetti, Capozzi, Bruno, Montagna, Gutierrez e La Torre agli straordinari. Sabato prossimo si torna tra le mura di casa, al Palascaloria ci sarà il Campobasso. La vittoria è l’unico obiettivo disponibile se si vuole mantenere alta la possibilità di entrare in un piazzamento utile a Dicembre per disputare la Coppa Italia. 

Ufficio Stampa – M&A Communication




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*