Politica

Agiamo: “Ripristino Porto alti fondali, cosa infastidisce il PD di Manfredonia?”

De minimis non curat praetor…Ma, va fatta una riflessione da offrire ai cittadini su un comunicato piccato, maldestro e livoroso – del locale circolo PD.


Per cominciare, a beneficio di qualcuno, l’interrogazione parlamentare mira ad un obiettivo ben
preciso: ottenere informazioni ufficiali su un fatto specifico.


“Ciò che stride in questa vicenda” (ma non è una novità) è la protervia mediatica del PD contro
qualsiasi iniziativa politica e operativa a favore della Capitanata che non porti la propria firma.
Attacchi con cui si tenta di svilire l’operato di chiunque mostri di avere seriamente a cuore le sorti di
questo territorio e che si spende per questo obiettivo.


E…niente…è il solito vizio del PD, che in questo caso si traduce in un comunicato che – di fatto e
contrariamente alle intenzioni di chi lo ha redatto – rende merito all’interrogazione dell’On. Antonio
Tasso, da cui scaturisce la risposta del Ministro delle Infrastrutture, On. Paola De Micheli, positiva
per il territorio. Dichiarazioni rincuoranti che lasciano intravedere, finalmente concreta, la possibilità
di veder recuperata questa importante infrastruttura della Capitanata, di cui è stata data ampia
evidenza in un precedente comunicato della segreteria parlamentare del deputato sipontino.


Cosa infastidisce qualche esponente del locale circolo del PD?


Che un parlamentare sensibile ai temi del territorio (l’On.Tasso, appunto) si sia posto l’interrogativo
su che fine debba fare una struttura che negli ultimi 40 anni è diventata solo un buon argomento da
rispolverare in campagna elettorale, col suo carico di prospettive di rilancio e di volano dell’economia
di una vasta area produttiva del Mezzogiorno, ma lasciato, a tutti gli effetti, agonizzare per favorire
(la cronaca ce ne dà conferma) l’ingresso di Energas, la società che ha chiesto di realizzare un
megadeposito costiero di gpl per il quale è fondamentale la presenza di una infrastruttura portuale
di tali dimensioni?


Finché la comunità non ha aperto gli occhi…e tutti sanno bene che per il carico e scarico di GPL
serve un terminale dedicato che sospenda ogni altra attività portuale. Ergo, Energas non poteva
essere la soluzione per un rilancio economico di Manfredonia.
Il comunicato del “circolo democratico” – per il quale viene naturale chiedere: ma chi ha amministrato
la città ininterrottamente dal 1995? Dove siete stati in tutti questi anni? Perché avete
strumentalizzato sempre e comunque ogni opportunità, ogni problema, ogni criticità solo ed
esclusivamente per fini elettorali? – omette, peraltro, passaggi importanti della vicenda de quo (e
limitiamoci, per il momento e per non tediare i lettori, solo a quella) sul Bacino Alti Fondali di
Manfredonia: come tacere che dalla metà degli anni ’90, quando la crisi industriale piombò in città,
si fa finta di inseguire il recupero di quella infrastruttura e della portualità sipontina in genere.


E di occasioni perdute se ne potrebbero elencare tante, lo stesso dicasi per gli strumenti messi a
disposizione dallo Stato utilizzati poco, male e solo per pochi beneficiari come il Contratto d’Area.
I “democratici” sipontini dimostrano, quindi, di non aver ancora imparato la lezione impartita loro
dagli elettori, andando avanti tenendo celate rilevanti progettualità, vitali per la comunità soprattutto
in questo momento storico. Come se tutto fosse un affare privato e i cittadini debbano sempre sapere
a cose fatte.
Ci rendiamo conto che la Politica di Servizio non si impara dall’oggi al domani. Ma il partito che ha
avuto fino all’aprile del 2019 la responsabilità amministrativa di Manfredonia dovrebbe avere
maggiore umiltà e assumersi piena responsabilità rispetto alla situazione in cui versa Manfredonia
sul fronte economico e sociale e sullo stato in cui sono state ridotte le casse comunali dopo quasi
25 anni di malgoverno.
Su questi scottanti argomenti il locale circolo del PD non sente di dover spendere neanche una
parola?


Avv. Andrea Pagano
Presidente AgiAMO Manfredonia

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button