Magno se la prende con Prencipe: “Se questo è un Presidente”

Per fare chiarezza sullo scioglimento della seduta del Consiglio Comunale del 29 dicembre 2017, come Vice Presidente del Consiglio, mi corre l’obbligo di commentare quanto accaduto.

L’art. 57 del Regolamento Comunale recita così:

“ 1. Qualora insorga tumulto in aula e risultino vari richiami del
Presidente, questi sospende ogni discussione.

2. Se il tumulto continua, il Presidente sospende la seduta
. Che riprende quando il Presidente ritorna al suo seggio.

3. Se alla ripresa della seduta il tumulto continua, il
Presidente può sospendere nuovamente per un
tempo determinato oppure, secondo l’opportunità, per
scioglierla.

A parte che non c’era alcun “tumulto”, com’è facile riscontrare dalle riprese video esistenti sul web, il Presidente del Consiglio Comunale, prof. Antonio Prencipe, non ha attuato nessuno degli interventi imposti dal Regolamento consiliare, ovverosia non ci sono stati, da parte sua, i vari richiami e la eventuale sospensione della discussione, previsti al punto 1;

né la nuova sospensione, dopo il ritorno in aula del Presidente, nel caso di continuazione del “tumulto”, di cui al punto 2;

né l’eventuale successiva sospensione della seduta, ad ulteriore suo ritorno in aula, una volta constatata la continuazione del “tumulto”, per eventualmente decidere una nuova sospensione temporanea oppure, in estrema ratio, quella definitiva, di cui al punto 3.

Tutto è, invece, avvenuto immediatamente dopo l’incalzante invito rivoltogli dal Sindaco a sciogliere la seduta, a cui il Presidente, dimenticando i suoi doveri di Ufficio e il necessario equilibrio istituzionale, ha ubbidito all’evidente scopo di salvare il Geom. Riccardi ed il suo gruppo da un voto che li avrebbe messi in minoranza.

Manfredonia, 3 gennaio 2017.

Prof. Italo Magno
Vice Presidente del Consiglio
di Manfredonia




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*