Viaggi

Estate 2020, i nostri consigli sulle vacanze in Puglia: Fasano

È improbabile che in un lasso di tempo così ristretto – e con una situazione così delicata come quella che stiamo vivendo – si possa tornare a viaggiare verso destinazioni lontane, e per questo probabilmente molti di voi saranno costretti a rivedere le proprie mete per l’estate 2020. Noi vi consigliamo la Puglia!

da viaggiareinpuglia vi consigliamo Fasano

Il centro di Fasano è caratterizzato dalle vie strette e dalle piccole piazze circondate da case intonacate con calce bianca. Nel cuore più antico si possono ammirare l’architettura tardo-rinascimentale della Chiesa Matrice, risalente al XVII secolo e dedicata a San Giovanni Battista, e la Chiesa barocca del Purgatorio. Proseguendo si incontra l’Arco del Cavaliere che conduce al palazzo Baliale, oggi ristrutturato e sede del municipio. Percorrendo i due corsi principali della città, che si dipartono dalla piazza, si possono ammirare bellissimi palazzi del XVIII e XIV secolo.

Circondata da masserie e uliveti secolari, dolmen e resti archeologici, Fasano srotola le viuzze del suo borgo antico tra archi, pareti bianche e piccole piazze. 

Al confine tra il Salento e la Terra di Bari, Fasano dista 56 km da Brindisi, poco lontano dal mare Adriatico e dal Parco Naturale Regionale Dune costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo.
 
Il centro storico è caratterizzato da viuzzepareti bianche, archi e piccole piazze. Le antiche mura custodiscono ancora il Torrione delle Fogge, un tempo uno degli accessi alla città.
 
Nelle vicinanze di Fasano da non perdere sono gli scavi archeologici di Egnazia e lo Zoosafari, il più grande parco faunistico d’Italia. Da ammirare è il dolmen di Montalbano ancora intatto e risalente probabilmente all’Età del Bronzo, intorno al 2000-1500 a.C.
 
Lungo la superstrada 16, a ridosso di una lama nei pressi di una masseria, sorge il Tempietto di Seppanibbale databile al IX secolo realizzato con grossi blocchi di pietra locale. All’interno  custodisce un notevole ciclo di affreschi di epoca longobarda.
 
Tutte da visitare sono anche le masserie, molte delle quali trasformate in accoglienti agriturismo e in lussuosi resort. La Masseria Sant’Angelo de’ Graecis offre l’opportunità di immergersi nella storia della terra di Fasano grazie al Museo dell’olio d’oliva. Salendo sulla selva, si può godere della frescura all’ombra di lecci, querce e castagni.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button
Close