Autovelox nelle Gallerie di Mattinata

Via libera della prefettura per maggiori controlli con adeguate stru­mentazione nelle gallerie stradali di Mattinata e del Gargano. La questione «si­curezza viaria» esplosa dopo i recenti incidenti stradali (come quello avvenuto nella galleria «San Benedetto» lo scorso 28 luglio che costò la vita ad Antonio Penza, agri­coltore, e alla figlia di soli sei mesi, di San Ferdinando di Puglia), ha posto sul tavolo la necessità di trovare al più presto una soluzione efficace e duratura. Soluzione che sarebbe sta­ta individuata nel corso dell’incontro in prefettura a Foggia. Per l’attenzione mo­strata sul problema e per le soluzioni individuate vi è da registrare la soddisfazione del vicepresidente del con­siglio regionale Giandiego Gatta, che rimarca di essere stato tra i primi a sollecitare gli interventi necessari: «Questo succede quando la collaborazione istituzionale porta buoni frutti. Ringrazio il prefetto di Foggia per aver dato seguito alla mia segna­lazione dello scorso 26 agosto sulle scarse condizioni di si­curezza di alcune tratte stra­dali. Dopo aver sollevato il problema, un grave proble­ma che ha provocato nume­rosi incidenti stradali, la pre­fettura ha convocato un in­contro con i sindaci dei Co­muni interessati, condivi­dendo le mie richieste, ov­vero l’installazione delle telecamere di sorveglianza e più controlli con strumen­tazioni adeguate come tele­laser e/o autovelox». Dall’incontro sono scatu­riti una serie di impegni: «I sindaci si sono impegnati a realizzare» aggiunge Gatta «di concerto con la Polizia stradale, tutti gli interventi necessari per garantire una sicura circolazione, special­mente in prossimità delle gal­lerie che collegano Manfredonia a Mattinata e Vieste, teatro di gravissimi inciden­ti». Gallerie che durante la stagione estiva, a causa dell’assalto dei bagnanti del­la domenica che dall’entroterra dello Sperone d’Italia si riversano sulle coste con l’obiettivo di trascorrere una giornata al mare, diventano trafficatissime e di conse­guenza spesso pericolose. L’esponente sipontino di Forza Italia ringrazia il prefetto Grassi «per la solerzia con cui ha preso in carico il pro­blema e per l’attenzione e la sensibilità dimostrata; ades­so non resta che attendere; con l’auspicio» conclude Gat­ta «che siano attuati gli in­terventi previsti in tempi ra­gionevoli».

Francesco Trotta per http://www.retegargano.it




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*