“La legalità mette radici”

“La legalità mette radici” è il titolo scelto per la manifestazione del 26 febbraio, in cui gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Croce-Mozzillo” hanno incontrato la dott.ssa D. Marcone, vicepresidente di “Libera”, presso l’auditorium “C. Serricchio” di Manfredonia.  Da sempre l’associazione “Libera” è impegnata nelle scuole, nelle università, lavora con i giovani, al fianco dei docenti, nelle parrocchie, con le tante associazioni di volontariato. Questo perché oggi, come mai, abbiamo bisogno di educare.

L’educazione non si può insegnare, si può solo imparare dal continuo discutere tra chi educa nella ricerca della condivisione dei principi, degli orizzonti e delle pratiche dell’educare civile. Non si educa da soli e non ci si educa da soli. Si educa e, nel contempo, si viene educati. In questo senso l’educazione è un progetto corale: siamo tutti educatori e siamo tutti educati, nessuno escluso. Ci si educa insieme, si stabilisconoinsieme delle regole, insieme si assumono delle responsabilità. “Insieme” è la parola chiave dell’educare.

Attraverso le riflessioni degli alunni, sono emerse le paure e le speranze di quello che è il futuro del mondo, ovvero i ragazzi. Si avverte in modo urgente il bisogno di curare la MEMORIA, unica strada per provare a cambiare lo stato del presente e a costruire in modo consapevole un futuro migliore. Ed è proprio attraverso questa volontà, non dimenticare, che gli alunni proseguono il proprio personale percorso di introiezione del concetto di LEGALITA’, come evento culturale preparatorio della “Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle Mafie” del prossimo 21 marzo, promossa dalla rete di “Libera”, che quest’anno vedrà Foggia centro nazionale della manifestazione.

 

Prof.ssa Petrangelo Eleonora




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*